Come i conflitti di interesse hanno potuto corrompere il CDC

di Joseph Mercola

Traduzione a cura di: Associazione COMILVA Onlus

Fonte: mercola.com


I conflitti di interesse sono diventati più la regola che l’eccezione occasionale. Anche il noto e generalmente affidabile CDC (Centers for Disease Control and Prevention) americano riceve pesanti finanziamenti da parte dell’industria.

Come questo conflitto di interessi può averinfluenzato le decisioni dell’organizzazione è l’argomento di un articolo [1] del British Medical Journal (BMJ), scritto dal redattore associato della rivista, Jeanne Lenzer, che nota:

“Il CDC include la seguente dichiarazione di non responsabilità (Disclaimer), nelle sue raccomandazioni: I CDC, i nostri progettisti, ed i nostri esperti comunicano di non avere interessi finanziari o altre relazioni con i produttori di prodotti commerciali … i CDC non accettano supporti commerciali“.



  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Il caso "Wakefield"

| | Commenti (0)

Il Caso “Wakefield”

Non esiste alcuno studio scientifico che abbia sconfessato lo studio di Wakefield

Il “Caso Wakefield” e le scuse ricevute dallo scienziato Thompson del CDC

In rete si fa gran confusione su questa vicenda, gli stessi medici, i media e le stesse ASL la utilizzano spesso come arma per sostenere le proprie tesi.

AD OGGI,LA VERITA’ E’ NON ESISTE ALCUNO STUDIO SCIENTIFICO CHE ABBIA SCONFESSATO LO STUDIO DI WAKEFIELD.

Aggiornamento fonti luglio 2015

Quando entra in colluttazione la politica

E’ davvero una guerra aperta.

CDC Scientist: ‘Abbiamo programmato un incontro per eliminare tutta la documentazione relativa alle ricerche che correlano lo studio vaccino-autismo’
Uno scienziato dell’organo Centers for Disease Control (CDC) ha fatto un’ammissione senza precedenti.

Parliamo di Bill Posey.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

I vaccini “imperfetti” rendono i virus più aggressivi

I virus possono diventare più aggressivi e pericolosi quando si usano vaccini 'imperfetti', ovvero vaccini che prevengono la malattia ma non la trasmissione del virus ad altri individui. Lo hanno scoperto i ricercatori statunitensi della Penn State University e i britannici del Pirbright Institute.

Alla luce di questi dati, pubblicati su Plos Biology, i ricercatori lanciano l'allerta, sia per i vaccini usati negli allevamenti che per i futuri vaccini umani contro Hiv, malaria ed Ebola.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

VACCINI: NUOVI INQUIETANTI SCENARI

| | Commenti (0)

VACCINI: NUOVI INQUIETANTI SCENARI
Vaccini che trasmettono e contagiano i non vaccinati. Un incubo per il virus Ebola.

di Cinzia marchegiani

Si parla spesso come i vaccini abbiamo cambiato la sanità e la tutela della salute nel mondo. Vengono descritti come sicuri, efficaci e necessari, mentre in realtà sono farmaci che trascinano con loro tutte le problematiche legate agli eventi avversi e spesso neanche studiati a lungo termine, non sono sempre efficaci, visto che perdono il loro effetto immunizzante nel tempo. Il dato oggettivo riguarda il fatto che si vaccina l’intera popolazione, mentre non si effettuano i controlli sugli anticorpi, quindi non si conoscono le stime reali nazionali e mondiali riguardo l’efficienza dei vaccini somministrati. Il vaccino è una sorta di scatola chiusa, un dogma a cui credere e affidarsi, in cui nulla ci è dato sapere.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Allarme negli Usa: "Farmaci, effetti collaterali segnalati in ritardo. Aumentano i decessi"

Lo rivela uno studio durato 10 anni, pubblicato sul Journal of the american medical association. Nel 10% le case farmaceutiche non segnalano in tempo alla Fda gli eventi avversi

LABORATORI che dichiarano in ritardo gli effetti collaterali dei farmaci. Controindicazioni che possono portare a disabilità, danneggiare in modo grave la salute del paziente o ucciderlo. Secondo uno studio pubblicato sul Journal of the american medical association-Internal Medicine, queste comunicazioni tardive sono all'origine di numerosi decessi. Per legge i centri studi delle case farmaceutiche dovrebbero segnalare eventuali controindicazioni ed eventi avversi entro 15 giorni alla Fda, l'agenzia americana per i medicinali, ma nel 10% dei casi questa scadenza non viene rispettata. E nel bugiardino del medicinale messo in commercio non ci sarebbe traccia dell'eventuale rischio di morte, o della possibilità di contrarre malattie o malformazioni.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |
In Italia nel campo delle segnalazione avverse comunicate dai medici è accaduto la medesima e deprecabile inosservanza della legge, anzi molto più grave.

di Cinzia Marchegiani

E’ stato pubblicato su JAMA Intern Med, il 27 luglio 2015 uno studio firmato Pinar Karaca-Mandic, Ph.D., l'Università del Minnesota School of Public Health, Minneapolis, e coautori i quali hanno esaminato i dati dal FDA Adverse Event Reporting System e analizzato le segnalazioni di eventi avversi ricevute dal gennaio 2004 al giugno 2014. Lo studio finale ha incluso solo rapporti iniziali caratterizzati, cioè classificati dalla FDA come "accelerato" e quindi soggetta al regolamento che richiede la consegna delle relazioni da presentare entro 15 giorni di calendario.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Pistoia, 26 luglio 2015 - C’È UN MOMENTO stampato a fuoco nella mente di una mamma. Un momento che ha aperto una voragine di angoscianti interrogativi a cui, attraverso la giustizia civile, sta cercando una possibile risposta: sotto ai suoi occhi, il suo bimbo, di un anno appena, fu sottoposto, per errore, a una doppia dose di vaccinazioni: esavalente e trivalente nella stessa seduta.

Dopo qualche tempo quel bimbo, che già pronunciava le sue prime paroline, cominciò a chiudersi sempre più in se stesso. Gli specialisti dello «Stella Maris» confermarono quel sospetto che, lentamente, si era insinuato nei suoi genitori. Il piccolo era diventato autistico.


  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 3/5 (2 votes cast)
Share |

SANITA', CONFERENZA STATO REGIONI: PRESTAZIONI A INTERO CARICO DEGLI ASSISTITI?

Anaoo: "Un super ticket mascherato che prescinde dalle capacità reddituali dei singoli ed alimenta il grande business della sanità privata”.

LEGGI ANCHE: RIDUZIONE DEL FONDO SANITARIO 2015: ECCO L’ACCORDO STATO-REGIONI

di Cinzia Marchegiani

Una sanità sempre più lontana dai diritti alla salute sembrerebbe delinearsi dai tagli sanciti nell’intesa Stato Regioni. Così mentre per l'Aifa si prevede un incremento del personale dalle attuali 389 unità a 630 da qui al 2018 con lo scopo di adeguare l'assetto organizzativo e il numero di personale dipendente dell'Aifa ai compiti istituzionali in continuo aumento, ecco che arrivano fendenti sempre più precisi con le proposte emendative del governo al decreto legge "Enti che recepiscono i tagli alla sanità" sanciti nell’intesa Stato Regioni dello scorso 2 luglio e che stanno facendo accapponare la pelle, non solo ai malati, ma anche agli stessi lavoratori e medici professionisti che operano nel sistema nazionale sanitario.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

Hpv e gravi reazioni post vaccinazione. Danni cerebrali e dati omessi dalla letteratura scientifica sono realtà quotidiana. Farmacovigilanza? inattiva

Vaccinazione contro il Papillomavirus umano e la testimonianza di Marion.

FONTE: http://www.vacciniinforma.it/?p=3123

La stessa Prof. Desguerre invita alla prudenza nella vaccinazione HPV.

Di seguito il lavoro della sua equipe e i relativi dati omessi dal sistema di farmacovigilanza.

Collusioni tra ditte, autori e medici i quali non riportano i casi reali delle reazioni post vaccinazione.
  • Malattie demielinizzanti, paralisi facciale, sindrome di Guillain-Barré, neurite ottica,sclerosi multipla,encefalite,questi i casi riscontrati.

Il video seguente, è particolarmente tecnico, ma quello che serve è comprendere gli innumerevoli e gravi danni provocati da questo vaccino.

ob_287539_lesions-cerebrales-apres-le-vaccin.png


  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 3/5 (2 votes cast)
Share |

Una speciale ricerca condotta dal dottor Atsuo Yanagisawa, M.D., Ph.D., del Japanese College of Intravenous Therapy (JCIT), ha riguardato un gruppo di uomini che lavorano al sito di Fukushima. Alla metà di loro, prima dell'ingresso nell'area di lavoro, sono stati somministrati 25.000 mg (milligrammi) - cioè 25 grammi - di vitamina C, al giorno. Quello che state per scoprire è che si tratta della miglior forma di prevenzione contro gli effetti delle radiazioni nucleari.


Una soluzione contro le radiazioni di Fukushima



Il gruppo che ha beneficiato del pretrattamento, analizzato dopo il pericoloso lavoro, non ha mostrato né segni di danni al DNA né è risultato positivo agli indicatori di pre-cancro; il gruppo che non è stato pre-trattatto ha mostrato danni al DNA ed positività agli indicatori pre-cancro. Successivamente ha ricevuto per un paio di mesi il medesimo trattamento dell'altro gruppo e le anomalie sono regredite completamente.

Questa ricerca dell'Università giapponese ed i suoi risultati, sono stati tenuti nascosti perché sia la TEPCO - l'azienda proprietaria dell'impianto di Fukushima - che il governo giapponese e la stampa giapponese li hanno voluti ignorare, come hanno voluto ignorare i consigli medici lì espressi.

La ricerca è stata infatti pubblicata negli Stati Uniti da un importante centro di informazione di medicina nutrizionale (ortomolecolare), reperibile all'indirizzo Orthomolecular.org. La pubblicazione contiene l'intera ricerca della JCIT. La stampa non né ha praticamente parlato.



  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

H1N1 -Petizione

Vaccino e Influenza Suina: firma per il diritto ad essere informato!

Macrolibrarsi.it presenta: L'INFLUENZA SUINA A/H1N1 - Un indagine accurata e scientifica per una scelta consapevole
Powered by Movable Type 5.13-en

Dizionario dei Codici E


SCARICA il pratico tascabile per riconoscere i Codici E
Dizionario dei codici E, Additivi negli alimenti, come riconoscerli FORMATO .PDF

EAdditivi - App per Iphone

Schermata1.png SCARICA GRATIS l'elenco dei maggiori additivi alimentari con descrizione e rispettivo grado di tossicità.
Un'applicazione utilissima per essere consapevoli degli additivi alimentari presenti in ciò che mangiamo.


Giornalino n. 16

Scarica il giornalino n.16 de La Leva di Archimede
Luglio 2012

G16.jpg
Scarica il PDF

Giornalino n. 15

Scarica il giornalino n.15 de La Leva di Archimede
Luglio 2010

G15.jpg
Scarica il PDF

Giornalini n. 14

Scarica il giornalino n.14 de La Leva di Archimede
Speciale Vaccinazioni - Novembre 2009

G14.jpg
Scarica il PDF

Ricevi Aggionamenti

Scrivi il tuo indirizzo email nel campo qui di seguito e clicca "Iscrivimi!" per ricevere notifiche di nuovi articoli pubblicati su questo sito

Inserisci la tua email


Powered by FeedBlitz

La nostra rete

Find recent content on the main index or look in the archives to find all content.