BACK IN THE GROUP: A VOLTE RITORNIAMO…
Avv. Roberto Mastalia (AURET)

Come molti di voi hanno notato, negli ultimi mesi sono stato talmente preso dal lavoro – sia professionalmente che umanamente – da aver colpevolmente trascurato un po’ il gruppo; peraltro solo pubblicamente perché in questo periodo ho continuato – pur con qualche ritardo – a dare consigli ed a fornire pareri alle decine, anzi centinaia di persone che mi hanno scritto o mi hanno telefonato.

masta.jpg


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

CODACONS? NOT IN OUR NAME!

Negli ultimi mesi, nonostante fossi immerso nel lavoro, più volte ho dovuto frenare il mio istinto per evitare di rivolgere commenti caustici nei confronti di parole e scritti provenienti dai soggetti più disparati; molti di questi, peraltro, già ripetutamente criticati in maniera altrettanto caustica nei mesi ed anni scorsi.

Presidente della Repubblica, Ministra della Salute e politicanti di varia provenienza ed estrazione hanno fatto a gara nello spacciare per verità luoghi comuni assolutamente falsi; in ciò, seguiti da dirigenti di agenzie nazionali, professori universitari e medici “diversamente”colti, “diversamente” preparati, “diversamente” intelligenti e “diversamente” onesti – quanto meno dal punto di vista meramente intellettuale.

Naturalmente, l’innalzamento del livello dello scontro in ordine a vaccini e vaccinazioni, l’aumento del numero degli interessati oltre che degli interessi in gioco, ha comportato un aumento di interesse per l’argomento anche da parte di coloro i quali - per decenni – ne sono rimasti completamente estranei in quanto “in altre faccende affaccendati”.

masta.jpg


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

Efsa e Glifosato.

| | Commenti (0)

Glifosato: l’Efsa metterà a disposizione i dati grezzi di fonte industriale sinora segreti utilizzati per la valutazione sulla sicurezza

L’autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) metterà a disposizione i dati grezzi, sinora segreti, utilizzati nella sua valutazione della sicurezza del glifosato pubblicata nel 2015, secondo cui è “improbabile” che l’erbicida sia cancerogeno. La valutazione dell’Efsa si era contrapposta a quella dell’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (Iarc) dell’Organizzazione mondiale della sanità, secondo la quale il glifosato è “probabilmente cancerogeno”. Le differenti valutazioni delle due Agenzie avevano sollevato una polemica scientifica e lo Iarc aveva sottolineato di aver considerato solo studi di dominio pubblico, anche di fonte industriale, sottoposti a revisione di terze parti, mentre aveva escluso, a differenza dell’Efsa, quelli non pubblici, riguardanti sperimentazioni su animali, che non avevano fornito informazioni sufficienti per una revisione scientifica indipendente.

  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 1/5 (1 votes cast)
Share |
Daniel Aaron e il suo collega Michael Siegel dell'Università di Boston ne hanno parlato in un articolo pubblicato sulla rivista scientifica "American Journal of Preventive Medicine".

Due delle più grandi società statunitensi impegnate nella produzione di bevande gassate, hanno trasferito denaro a 96 organizzazioni sanitarie degli Stati Uniti negli ultimi 5 anni, rallentando il processo di riduzione del consumo di bevande gassate dolci negli Stati Uniti ed accelerando l'epidemia di obesità tra la popolazione, affermano i ricercatori dell'Università di Boston.



  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (2 votes cast)
Share |

Vaccino, lo fa solo il 15% dei sanitari

MICHELE BOCCI

DOVREBBERO essere i più sensibili verso la vaccinazione anti influenzale, perché lavorano a contatto con i malati. E invece gli operatori sanitari sono tra le categorie che si vaccinano di meno, tra quelle per le quali la prevenzione della malattia stagionale è gratuita. Il dato di copertura, in controtendenza rispetto a quello della popolazione generale, è pure in calo. Non proprio un bello spot per le campagne che vengono promosse dall'assessorato alla salute e nemmeno un supporto agli sforzi che gli epidemiologi fanno ogni anno per convincere chi è a rischio a vaccinarsi.

Nella stagione scorsa, 2015-2016, solo il 15% del personale che lavora nelle aziende sanitarie e ospedaliere toscane si è vaccinato. L'anno prima il dato era al 17,5%. Nessuna ex Asl va bene, dunque, ma a Livorno sono andati malissimo, con un 6,6% di adesione (l'anno prima il dato era intorno all'8%). Va ricordato come spesso si tratti di operatori a contatto con malati anche gravi ai quali è meglio non attaccare una malattia che può portare a complicanze, come appunto l'influenza. Ad andare meglio di tutti è la ex Asl fiorentina, che arriva al 25,4% di copertura. Il dato però è "sporcato" dal calo che c'è stato rispetto al 2014-2015, quando si era vaccinato il 41,1% dei medici, degli infermieri e degli operatori socio sanitari.Vaccini.jpg


  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 4.5/5 (2 votes cast)
Share |

È allarme negli Stati Uniti: sarebbero state rilevate tracce di glifosato, una sostanza chimica presente negli erbicidi, nei vaccini destinati ai bambini.

A scoprirlo è’ stata l’associazione “Moms across America”, dopo aver inviato alcuni campioni in laboratorio d’analisi, per uno screening di controllo. I vaccini finiti sotto il mirino sono quelli usati più frequentemente: contro il morbillo, la parotite e la rosolia. Presentano infatti livelli di glifosato superiori di 25 volte rispetto agli altri.hazmat.jpg


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (2 votes cast)
Share |

Quando si tratta di influenzare le politiche internazionali e nazionali, Big Food, Big Drink e Big Sugar non sono da meno di Big Pharma.(1) Succede anche in Italia: chi tra i NoGrazie non ricorda l’acqua della salute?(2) Più recentemente, un gruppo di ricercatori australiani ha cercato di capire come funzionano le cose nel loro paese.14601116_1420712534623637_4781125876733359497_n.jpg


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Dopo il caso della pediatra affetta da TBC, l'Associazione interviene depositando un esposto in Procura e offrendo ai genitori dei bambini la nomina di persona offesa, l'atto necessario per poter chiedere un risarcimento dei danni subiti



I FATTI.Una storia incredibile, cui si fa fatica a credere. È quella che arriva da Trieste, dove una pediatra ha continuato a somministrare vaccini ai suoi piccoli pazienti fino al 15 settembre 2016. A quel punto è arrivata la scoperta: il medico avrebbe operato a lungo nonostante avesse contratto la TBC. Anzi, a quanto sembra la protagonista della vicenda avrebbe cominciato a viverei sintomi della tubercolosi attiva (che dimostra la possibilità di contagio) almeno da un anno.Eppure, per tutto questo tempo nessuno se n'è accorto: la dottoressa avrebbe continuato a prestare servizio, lavorando a contatto con bambini, per tutto il periodo contestato. Solo di recente – dopo un controllo approfondito - avrebbe scoperto di essere affetta daquesta pericolosa patologia.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Immagine: Nick Tatonetti (al centro) ed il suo team: Tal Loberbaum, Phyllis Thangaraj e Kevin Sampson del Department of Biomedical Informatics alla Columbia University. Credit: E. Jason Wambsgans/Chicago Tribune

I ricercatori della Columbia University Medical Center e del Data Science Institute alla Columbia University, hanno scoperto una interazione farmacologica potenzialmente pericolosa utilizzando la scienza dei dati. I loro risultati sono stati pubblicati sull’ultimo numero del Journal of American College of Cardiology .


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Se il dirigente prescritto in un caso di corruzione rappresenta l’Italia in Ue

Pasqualino Rossi, incaricato a inizio anno di occuparsi della nostra sicurezza alimentare, dei farmaci e della salute veterinaria, accusato di corruzione e poi prescritto

di Milena Gabanelli e Giulio Varesini


Ma non c’era proprio nessun altro per quell’incarico? «Era l’unico che sapeva le lingue». La storia si svolge a Bruxelles, in rue Rue du Marteau, sede della Rappresentanza permanente dell’Italia presso l’Unione Europea. Tutto quello che per l’Italia si decide in Europa, dai trasporti, agli affari economici, dalla sicurezza, alla sanità, all’immigrazione, passa prima da questi uffici.


rossi.jpg


  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 1/5 (1 votes cast)
Share |

H1N1 -Petizione

Vaccino e Influenza Suina: firma per il diritto ad essere informato!

Macrolibrarsi.it presenta: L'INFLUENZA SUINA A/H1N1 - Un indagine accurata e scientifica per una scelta consapevole
Powered by Movable Type 5.13-en

Dizionario dei Codici E


SCARICA il pratico tascabile per riconoscere i Codici E
Dizionario dei codici E, Additivi negli alimenti, come riconoscerli FORMATO .PDF

EAdditivi - App per Iphone

Schermata1.png SCARICA GRATIS l'elenco dei maggiori additivi alimentari con descrizione e rispettivo grado di tossicità.
Un'applicazione utilissima per essere consapevoli degli additivi alimentari presenti in ciò che mangiamo.


Giornalino n. 16

Scarica il giornalino n.16 de La Leva di Archimede
Luglio 2012

G16.jpg
Scarica il PDF

Giornalino n. 15

Scarica il giornalino n.15 de La Leva di Archimede
Luglio 2010

G15.jpg
Scarica il PDF

Giornalini n. 14

Scarica il giornalino n.14 de La Leva di Archimede
Speciale Vaccinazioni - Novembre 2009

G14.jpg
Scarica il PDF

Ricevi Aggionamenti

Scrivi il tuo indirizzo email nel campo qui di seguito e clicca "Iscrivimi!" per ricevere notifiche di nuovi articoli pubblicati su questo sito

Inserisci la tua email


Powered by FeedBlitz

La nostra rete

Find recent content on the main index or look in the archives to find all content.