Omeopatia, Stato, Multinazionali e Stampa. Così pensate di vivere in un paese libero? Leggete questa.
Fonte:
Consensus

Carissimi,
Ritengo nel nostro interesse far girare il sottoriportato messaggio di Pindaro Mattoli,
Prof. Pignattelli

Carissimi amici,
a proposito delle collusioni dei governi con le multinazionali farmaceutiche e del controllo della comunicazione scientifica da parte delle stesse, ho avuto modo recepire qua e la interessanti notizie.

Ho recentemente acquistato un libro interessante che consiglio a tutti di leggere: La Casta dei Giornali (Beppe Lopez- Ed. Stampa Alternativa
Rai Eri), dal quale estraggo il seguente passo (pag. 3): "…Quanti italiani sanno che lo Stato finanzia il Corriere della Sera, rimpolpandogli gli utili degli azionisti della RCS con elargizioni calcolate, per un solo anno, in 23 milioni di euro?"

Ciò dice niente a proposito del recente affare Lancet/Corriere/Omeopatia (dove il Corriere riportava delle conclusioni di un dubbio studio scientifico sull’inefficacia dell’omeopatia. N.d.r.), tenendo conto che il Corriere e', per giunta, di proprietà della grande industria italiana?).


  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 1/5 (1 votes cast)
Share |

CONVEGNO DI MEDICINA NATURALE a Roma

| | Commenti (0)

17-20 gennaio 2008 Nuova Fiera di Roma presenta 1° CONVEGNO NAZIONALE MULTIDISCIPLINARE DI MEDICINA CONVEGNO DI MEDICINA NATURALE PRINCIPALI STRUMENTI DELLA MEDICINA ALLOPATICA INTEGRATI CON LA MEDICINA NATURALE

Presidente: Prof. Giacomo Pagliaro Docente di Kinesiologia applicata presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università "G. D’Annunzio", Chieti

In collaborazione con la Scuola Italiana di Natupopatia e l'Istituto di Medicina Naturale


Scarica Programma - Scarica Modulo Iscrizione


  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 3/5 (1 votes cast)
Share |

Su YouTube messaggi ingannevoli sui vaccini: è allarme

Il sito di video-sharing YouTube è pieno zeppo di messaggi disinformativi sul tema dei vaccini, e questo preoccupa fortemente la comunità medico-scientifica. Lo rivela uno studio pubblicato dal prestigioso Journal of the American Medical Association.
Il problema della scarsa attendibilità dei media e dell’impossibilità di controllare le informazioni diffuse via internet è ben noto e da tempo al centro dell’attenzione delle autorità sanitarie, ma quello di YouTube è un fronte del tutto nuovo e finora inesplorato.
I ricercatori dell’University of Toronto hanno preso in esame 153 video sul tema dei vaccini e scoperto che più della metà contengono messaggi ambigui, negativi o molto negativi sui vaccini (infantili, per l’HPV e per l’influenza). Il 45 per cento di questi video contraddice pesantemente le linee-guida internazionali sui vaccini, e quindi è fonte di grave disinformazione sanitaria.
“YouTube è sempre più percepito come una fonte di informazioni, anche in ambito sanitario”, rivela Jennifer Keelan dell’University of Toronto. “Il fatto che la maggior parte dei video sui vaccini contraddica l’evidenza scientifica che abbiamo a disposizione è potenzialmente un grave problema di sanità pubblica. I rimedi? Le autorità sanitarie ufficiali devono sbarcare su YouTube e veicolare attraverso i nuovi media messaggi chiari, verificati, attendibili, sicuri”.

Fonte
YouTube as a source of information on immunization: a content analysis. JAMA 2007; 298(21):2482-84.

david frati

Il Pensiero Scientifico Editore per Yahoo!Salute


Nota della redazione de La Leva:

Noi ci chiediamo se forse, non ci sia una ragione per tutta questa negatività. Nessuno ci guadagna (a parte in salute) a dire che i vaccini fanno male mentre LORO ci guadagnano sulla nostra pelle dimostrando il contrario...

Leggete altre informazioni sulle vaccinazioni:

Sezione Vaccini
Comilva


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Tecnologia cinese contro i tumori

| | Commenti (7)

Tecnologia cinese contro i tumori

Si chiama HIFU e viene dalla Cina. È una metodica avanzata high tech, che produce onde acustiche, proprio come quelle sonore, ad altissima frequenza, gli ultrasuoni e li convoglia in un'area precisa


Eliminare il tumore senza bisturi, radiazioni, né aghi: è l'obiettivo della tecnologia cinese d'avanguardia HIFU (ultrasuoni focalizzati ad alta intensità), di cui l'Istituto Europeo di Oncologia è centro di sviluppo in Occidente. Lo ha annunciato ufficialmente in occasione di un incontro internazionale Carlo Ciani, Amministratore Delegato, con Umberto Veronesi, Direttore Scientifico, e i medici impegnati nell'applicazione clinica, Franco Orsi, Direttore dell'Unità di Radiologia Interventistica e Paolo Arnone, assistente della Divisione di Senologia.
Il principio della metodica Hifu è quello di produrre onde acustiche, proprio come quelle sonore, ad altissima frequenza (gli ultrasuoni) e convogliarle in un'area precisa, in modo che quando raggiungono esattamente il bersaglio (punto focale) si trasformano "naturalmente" in calore, in grado di determinare la necrosi del tessuto, vale a dire la morte delle cellule che lo compongono. Il sistema Hifu si presenta come un macchinario molto simile ad una TAC. È dotato di un lettino, dove viene fatto accomodare il malato, con al centro una piccola vasca con acqua purificata, che costituisce il mezzo attraverso il quale si diffondono gli ultrasuoni. Questi sono emessi da un dispositivo chiamato trasduttore, situato al fondo della vasca, e si propagano attraverso la pelle e gli altri tessuti fino a raggiungere in modo estremamente preciso il bersaglio da trattare, vale a dire la zona malata; solo a quel punto si trasformano in energia termica, che distrugge le cellule effettuando una termoablazione. Il bersaglio viene identificato, prima del trattamento, con un centraggio ecografico, che utilizza quindi ancora gli ultrasuoni ma non ad alta intensità.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Rockefeller si fa l’Arca di Noè. Cosa ci nasconde?
Maurizio Blondet
Fonte: EFFEDIEFFE.com
06/12/2007


07115 Seedvault Hmed 5P Hmedium
I lavori per lo scavo nel granito della Doomsday Seed Vault

Nella gelida isola di Spitsbergen, desolato arcipelago delle Svalbard (mare di Barents, un migliaio di chilometri dal Polo) è in via di febbrile completamento la superbanca delle sementi, destinata a contenere i semi di tre milioni di varietà di piante di tutto il mondo.
Una «banca» scavata nel granito, chiusa da due portelloni a prova di bomba con sensori rivelatori di movimento, speciali bocche di aereazione, muraglie di cemento armato spesse un metro.
La fortificazione sorge presso il minuscolo agglomerato di Longyearbyen, dove ogni estraneo che arrivi è subito notato; del resto, l'isola è quasi deserta.
Essa servirà, fa sapere il governo norvegese titolare dell'arcipelago, a «conservare per il futuro la biodiversità agricola».
Per la pubblicità, è «l'arca dell'Apocalisse» prossima ventura.


  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 4/5 (4 votes cast)
Share |

Aspartame e Glutammato
Intervista di Mike Adams al dottor Russel Blaylock sugli effetti devastanti del glutammato, aspartame e eccitotossine

21-08-2007 - Fonte: Identiavvelenati.com

MIKE ADAMS DEL SITO NEWSTARGET.com INTERVISTA IL DOTT. RUSSEL BLAYLOCK

Dell' aspartame si parla un po' troppo poco. Avevo sentito al TG2 la fugace notizia secondo la quale un recente studio italiano ne aveva rilevato gli effetti dannosi, ma pochi giorni dopo, su Rai Uno, ho anche visto un noto nutrizionista decantare le virtù dell'aspartame dicendo che "non c'erano sufficienti studi scientifici che ne provassero la tossicità". Allora mi sono chiesta... ma sarà proprio così?
Ho fatto alcune ricerche in proposito, finchè non mi sono imbattuta in questa intervista che vi sottopongo.

Innanzitutto alcune parole sul dott. Blaylock: è un neurochirurgo, che ha esercitato la professione per 24 anni, e ultimamente ha concentrato i suoi studi sulle eccitotossine. Ha scritto alcuni libri in proposito, tra i quali "Excitotoxins: the taste that kills" che ha portato alla ribalta il grande problema dell'uso dell'aspartame e del glutammato nei prodotti industriali. Molte cose che riguardano la sua carriera e le sue scoperte vengono dette nell'intervista che segue, ma intanto è importante sottolineare che non si tratta di un "medico alternativo" o "ai margini della comunità scientifica", ma tutto l'opposto. Il dott. Blaylock afferma cose che si basano solo ed esclusivamente sulla ricerca scientifica propriamente detta, quella accademica, ufficiale, che tutti gli addetti ai lavori conoscono.
Trovo questa intervista estremamente interessante e ve la propongo volentieri. E non si parla solo di aspartame e glutammato, ma anche di mercurio.

Lucia
info@identiavvelenati.com


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (2 votes cast)
Share |

Basta con le false notizie sull'omeopatia!
Fonte:
SIOMI
Giovedì, 29 novembre 2007

Il Corriere della Sera di mercoledì 28 novembre dedica un articolo a firma Margherita De Bac dal titolo: “L'Omeopatia è un placebo: effetti collaterali inattesi. Nuova ricerca di Lancet. I farmacologi: basta aiuti”. La SIOMI desidera precisare che non vi è nessuna nuova ricerca sfavorevole all'omeopatia. I dati cui si fa riferimento si riferiscono ad una pubblicazione del 2005 che peraltro fu ampiamente contestata in tutta Europa per evidenti errori di metodo. Gli articoli apparsi di recente su The Lancet rappresentano opinioni personali, poco informate e preconcette degli Autori. La SIOMI si interroga sul perché, a fronte di tanto risalto mediatico ad alcune opinioni che discreditano l'omeopatia, non altrettanto spazio venga riservato per diffondere le molteplici opinioni a favore sia dei medici che dei molti milioni di pazienti dell'omeopatia espresse dalla loro Associazione nazionale (APO-Italia). In merito alla affermazioni riguardanti la presunta inefficacia della medicina omeopatica la SIOMI desidera precisare quanto segue.


  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 3.7/5 (3 votes cast)
Share |

Estratto dall'ultimo comunicato ufficiale del CONDAV
(COORDINAMENTO NAZIONALE DANNEGGIATI DA VACCINO) consultabile qui:
http://www.webalice.it/mymmouth/Doc/CONDAV-IV-Giornata-Memoria%20.pdf
All.n. 4


La Sindrome da squilibrio immunitario da vaccinazioni

Le interferenze che ogni vaccinazione determina al livello immunitario obbliga ad una condotta sanitaria di analisi clinica anziché di inclusione ubiquitaria. Ciò vuol dire che per ogni vaccinazione è d’obbligo la valutazione clinica del soggetto, caso per caso e non la indiscriminata distribuzione longitudinale del prodotto vaccinico, qual’esso sia.

Il sistema immunitario ha due funzioni separate e in equilibrio tra di loro, T1 e T2. Con T1 è indicata l'immunità cellulare, primaria difesa contro funghi, virus e protozoi; con T2 è indicata l'immunità sierologica (IgE, IgM, IgG), che produce anticorpi specifici.

T2 rappresenta l’immunità funzionale ed il riconoscimento immunologico, T1 è il processo di eliminazione diretti degli agenti aggressori. Alla base di ogni problema immunologico c'è uno squilibrio tra le funzioni T1 e T2. La risposta davanti ad uno stesso stimolo può essere sia T1 che T2, dipende dallo stato immunologico della persona. Predominanza di T2 significa risposta allergica (elevati IgE, IgM) o malattia autoimmune cronica (auto-anticorpi). Il processo T1 di distruggere, digerire ed espellere antigeni estranei dal corpo è noto come "risposta infiammatoria acuta", i cui sintomi classici sono: tumor, dolor, calor febbre, presenza di secrezioni purulente e non, diarrea. In oche parole dal foruncolo all’ascesso.


  • Currently 3.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 3.3/5 (3 votes cast)
Share |

La Menopausa

| | Commenti (2)

MENOPAUSA (dal greco: “menos” mese e “pausis” cessazione)

La menopausa corrisponde all'ultima mestruazione naturale. Con la cessazione della funzione ovarica, termina la fertilità della donna. Lungo un periodo che può durare da uno a due anni (premenopausa) vi è una progressiva riduzione numerica dei follicoli ovarici (cavità sferiche contenute nell’ovaio che contengono gli ovuli immaturi: un ovulo per ogni follicolo). Oltre che un minor numero di follicoli, in questa fase della vita della donna, definita complessivamente climaterio (periodo precedente e successivo all'ultima mestruazione), vi è un’alterazione dei cicli maturativi delle cellule uovo insieme a una diminuzione dei corpi lutei (corpo ghiandolare che si forma nuovo ogni volta che scoppia un follicolo, formato da cellule cariche di lipidi che producono progesterone). Anche la produzione degli ormoni femminili quali la follicolina e il progesterone (necessari per la maturazione dell'uovo) si esaurisce progressivamente durante questo spazio di tempo che si manifesta generalmente fra i 40 e i 50 anni.

MENOPAUSA
Essere donna significa essere onorata di vivere quelle esperienze che la natura ha predisposto come esclusive per noi! Se vivi queste peculiarità come dei doni, potrai verificarne i frutti!

Menopausa: fisiologia o patologia?
Nonostante possa sembrare banale e scontato, per affrontare seriamente questo tema è indispensabile partire col chiarire come la menopausa altro non sia che un passaggio fisiologico, un momento in cui nella donna si pongono in essere dei mutamenti sostanziali, tali da costituire uno spartiacque tra il passato e il futuro. In questo passaggio la fisiologia femminile opera una trasformazione, spingendo a lasciare andare le conquiste precedenti per concentrarsi su nuovi obiettivi, per impegnarsi su altre tematiche importanti. Quindi, in questo periodo, la donna, se vuole collaborare al mantenimento del suo stato di salute, necessita di ricalcare con il suo modus vivendi il proprio comportamento corporeo.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (2 votes cast)
Share |

Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani Milano, 3 Dicembre 2007 Spett. Redazione COMUNICATO STAMPA PSICOFARMACI: PRIMA PASTIGLIA A OTTO ANNI

“I bambini italiani che assumono psicofarmaci quotidianamente vanno dai 30.000 ai 60.000”, così scrive l’On. Patrizia Paoletti Tangheroni nell’interrogazione parlamentare presentata la scorsa settimana, a distanza di pochi giorni dall’interrogazione del Senatore Maurizio Eufemi, sempre sullo stesso argomento. La preoccupazione è giustificata ancor più dal fatto che i presupposti stessi della “malattia” vengono messi continuamente in discussione: Leiber dell’FDA afferma che “Nessun aspetto fisiopatologico del disordine è ancora stato delineato”; il Dr. Fred Baughman, nel suo libro “The Future of ADD", scrive: “Sia la FDA che la DEA hanno riconosciuto che l'ADHD non è una malattia, né organica né biologica”. Ma se non esiste uno squilibrio biochimico, perché lo si cerca di curare con sostanze chimiche? I principi attivi maggiormente utilizzati sono due: il Metilfenidato, meglio conosciuto col nome di Ritalin, e l'Atomoxetina. Il trattamento può iniziare presto, perché già a 8 anni molti bambini ricevono la prima pastiglia. E' difficile pensare che a quell'età un bambino possa rendersi conto delle conseguenze a cui va incontro, con sostanze che in molti casi portano alla dipendenza. Il Prozac ad esempio, la cui soglia di somministrazione è stata portata da 18 a 8 anni solo di recente, può causare quasi mille differenti effetti collaterali; inoltre sono noti casi di suicidio; stesso discorso per il Ritalin, un'anfetamina, reintrodotta in Italia da poco.

  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 4/5 (4 votes cast)
Share |

H1N1 -Petizione

Vaccino e Influenza Suina: firma per il diritto ad essere informato!

Macrolibrarsi.it presenta: L'INFLUENZA SUINA A/H1N1 - Un indagine accurata e scientifica per una scelta consapevole
Powered by Movable Type 5.13-en

Dizionario dei Codici E


SCARICA il pratico tascabile per riconoscere i Codici E
Dizionario dei codici E, Additivi negli alimenti, come riconoscerli FORMATO .PDF

EAdditivi - App per Iphone

Schermata1.png SCARICA GRATIS l'elenco dei maggiori additivi alimentari con descrizione e rispettivo grado di tossicità.
Un'applicazione utilissima per essere consapevoli degli additivi alimentari presenti in ciò che mangiamo.


Giornalino n. 16

Scarica il giornalino n.16 de La Leva di Archimede
Luglio 2012

G16.jpg
Scarica il PDF

Giornalino n. 15

Scarica il giornalino n.15 de La Leva di Archimede
Luglio 2010

G15.jpg
Scarica il PDF

Giornalini n. 14

Scarica il giornalino n.14 de La Leva di Archimede
Speciale Vaccinazioni - Novembre 2009

G14.jpg
Scarica il PDF

Ricevi Aggionamenti

Scrivi il tuo indirizzo email nel campo qui di seguito e clicca "Iscrivimi!" per ricevere notifiche di nuovi articoli pubblicati su questo sito

Inserisci la tua email


Powered by FeedBlitz

La nostra rete

Find recent content on the main index or look in the archives to find all content.