News della categoria Vaccini

Vaccini ritirati dal commercio

| | Commenti (0)

In questo documento una lista di alcuni vaccini ritirati dal commercio.

  • Ritiro lotti Medicinale Meningitec Nuron Biotec BV sita in Olanda Sospensione Iniettabile In Siringa Preriempita
In riferimento alla segnalazione della ditta Nuron Biotec BV sita in Olanda e al Rapld Alert della Germania del 24/09/2014, concernente presenza di corpo estraneo color arancio rossastro identificato come ossido di ferro e acciaio Inossidabile, In alcuni lotti del medicinale MENINGITEC SOSPENSIONE INIETTABILE IN SIRINGA PRERIEMPITA AIC 035438062; si comunica ai sensi dell'art. 70 del D. Lvo 219/2006 e per la motivazione sopra evidenziata, il ritiro volontario della ditta Nuron Biotec BV, dei lotti sotto riportati. Resta inteso che, nelle more del ritiro, i lotti non potranno essere utilizzati. La ditta Nuron Blotec BV dovrà assicurare l'attivazione delle procedure di ritiro entro 48 ore dalla ricezione della presente comunicazione. Il Comando Carabinieri per la Tutela della Salute è invitato a verificare presso la Società Regulatory Pharma Net s.r.l. sita in Pisa Corso Italia 108, la sopracitata attivazione delle procedure di ritiro e inoltre, vorrà anche verificare che tali comunicazioni siano state spedite a tutti i destinatari del medicinale sulla base dei dati di commercializzazione. In caso di mancato adempimento, da parte della ditta interessata, procederà al sequestro dei lotti.
LOTTI INTERESSATI AL RITIRO
G76673 scad.09/2014; H20500 scad. 11/2014; H45452 scad.02/2015; H45457 scad. 02/2015; 155457 scad. 09/2016; J70483 scad. 09/2016; H994S9 scad. 06/2015; HS2269 scad. 06/2015; J01106; J01114
Circolare italiana del 26.09.2014
http://www.ordfarmpd.it/attachments/1799_8997.pdf
http://www.farvima.it/Ritiro-lotti-Medicinale-Meningitec_FARVIMANEWS0510.htmlAIFA comunicava il 28 settembre 2014 la notizia
http://jedasupport.altervista.org/blog/wp-content/aifa-ritiro_lotti_meningitec.pdf
http://www.retenews24.it/rtn24/sanita/allarme-aifa-per-medicinale-per-bambini-contiene-ossido-ferro-quale/
Comunicato del 13.10.2014 http://www.agenziafarmaco.gov.it/it/content/ritiro-vaccino-meningitec-13102014
Comunicato del 16.10.14
http://www.agenziafarmaco.gov.it/it/content/ritiro-cautelativo-di-lotti-dei-vaccini-meningitecComunicato del 23.10.14 http://www.agenziafarmaco.gov.it/it/content/esito-riunione-della-cts-del-21-23-ottobre-2014-sul-ritiro-cautelativo-di-lotti-del-vaccino-
http://www.agenziafarmaco.gov.it/sites/default/files/Esito_Riunione_CTS_del_21-23_ottobre_Meningitec.pdf

  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Pubblichiamo la lettera aperta del dottor Dario Miedico che tratteggia con la consueta lucidità e chiarezza quanto avviene nel nostro Paese

Milano, 20 gennaio 2017

Egregio dr. Roberto Carlo Rossi, Presidente dell’Ordine dei Medici di Milano e, per suo tramite, egregi Colleghi aderenti

ho riscontrato con stupore la lettera di convocazione presso la sede dell’Ordine per il giorno 27 gennaio p.v. e devo dire che, occupandomi specificatamente in qualità di medico legale di vaccinazioni da quasi quarant’anni, di centinaia di casi di reazioni avverse a vaccinazione, anche gravi e persino mortali, di innumerevoli domande di risarcimento in base alla Legge 210 del 1992 anche in decine e decine di procedimenti legali, dopo aver tenuto centinaia di conferenze in giro per l’Italia e non solo (ho tenuto un discorso su questo tema anche al Parlamento Europeo nel 2003) aver rilasciato interviste scritte, radiofoniche e televisive, aver sostenuto dibattiti televisivi e partecipato ad approfondimenti davanti alle Istituzioni sia a livello regionale che in Commissione al Senato della Repubblica, in fase iniziale avevo maturato la convinzione che prima o poi sarebbe arrivata, ma dopo un certo punto avevo mutato opinione arrivando a pensare che, in un paese che ha nella sua legislazione il principio del Consenso Informato, della Libertà Terapeutica e del rispetto della Libertà Individuale, le mie tesi a favore della Libertà di Vaccinazione, di Informazione e di democratico confronto tra posizioni scientifiche diverse avessero avuto ragione del mio precedente scetticismo.


miedico.jpg


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (8 votes cast)
Share |

BACK IN THE GROUP: A VOLTE RITORNIAMO…
Avv. Roberto Mastalia (AURET)

Come molti di voi hanno notato, negli ultimi mesi sono stato talmente preso dal lavoro – sia professionalmente che umanamente – da aver colpevolmente trascurato un po’ il gruppo; peraltro solo pubblicamente perché in questo periodo ho continuato – pur con qualche ritardo – a dare consigli ed a fornire pareri alle decine, anzi centinaia di persone che mi hanno scritto o mi hanno telefonato.

masta.jpg


  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 4/5 (4 votes cast)
Share |

CODACONS? NOT IN OUR NAME!

Negli ultimi mesi, nonostante fossi immerso nel lavoro, più volte ho dovuto frenare il mio istinto per evitare di rivolgere commenti caustici nei confronti di parole e scritti provenienti dai soggetti più disparati; molti di questi, peraltro, già ripetutamente criticati in maniera altrettanto caustica nei mesi ed anni scorsi.

Presidente della Repubblica, Ministra della Salute e politicanti di varia provenienza ed estrazione hanno fatto a gara nello spacciare per verità luoghi comuni assolutamente falsi; in ciò, seguiti da dirigenti di agenzie nazionali, professori universitari e medici “diversamente”colti, “diversamente” preparati, “diversamente” intelligenti e “diversamente” onesti – quanto meno dal punto di vista meramente intellettuale.

Naturalmente, l’innalzamento del livello dello scontro in ordine a vaccini e vaccinazioni, l’aumento del numero degli interessati oltre che degli interessi in gioco, ha comportato un aumento di interesse per l’argomento anche da parte di coloro i quali - per decenni – ne sono rimasti completamente estranei in quanto “in altre faccende affaccendati”.

masta.jpg


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

Vaccino, lo fa solo il 15% dei sanitari

MICHELE BOCCI

DOVREBBERO essere i più sensibili verso la vaccinazione anti influenzale, perché lavorano a contatto con i malati. E invece gli operatori sanitari sono tra le categorie che si vaccinano di meno, tra quelle per le quali la prevenzione della malattia stagionale è gratuita. Il dato di copertura, in controtendenza rispetto a quello della popolazione generale, è pure in calo. Non proprio un bello spot per le campagne che vengono promosse dall'assessorato alla salute e nemmeno un supporto agli sforzi che gli epidemiologi fanno ogni anno per convincere chi è a rischio a vaccinarsi.

Nella stagione scorsa, 2015-2016, solo il 15% del personale che lavora nelle aziende sanitarie e ospedaliere toscane si è vaccinato. L'anno prima il dato era al 17,5%. Nessuna ex Asl va bene, dunque, ma a Livorno sono andati malissimo, con un 6,6% di adesione (l'anno prima il dato era intorno all'8%). Va ricordato come spesso si tratti di operatori a contatto con malati anche gravi ai quali è meglio non attaccare una malattia che può portare a complicanze, come appunto l'influenza. Ad andare meglio di tutti è la ex Asl fiorentina, che arriva al 25,4% di copertura. Il dato però è "sporcato" dal calo che c'è stato rispetto al 2014-2015, quando si era vaccinato il 41,1% dei medici, degli infermieri e degli operatori socio sanitari.Vaccini.jpg


  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 4.5/5 (2 votes cast)
Share |

È allarme negli Stati Uniti: sarebbero state rilevate tracce di glifosato, una sostanza chimica presente negli erbicidi, nei vaccini destinati ai bambini.

A scoprirlo è’ stata l’associazione “Moms across America”, dopo aver inviato alcuni campioni in laboratorio d’analisi, per uno screening di controllo. I vaccini finiti sotto il mirino sono quelli usati più frequentemente: contro il morbillo, la parotite e la rosolia. Presentano infatti livelli di glifosato superiori di 25 volte rispetto agli altri.hazmat.jpg


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (2 votes cast)
Share |

Dopo il caso della pediatra affetta da TBC, l'Associazione interviene depositando un esposto in Procura e offrendo ai genitori dei bambini la nomina di persona offesa, l'atto necessario per poter chiedere un risarcimento dei danni subiti



I FATTI.Una storia incredibile, cui si fa fatica a credere. È quella che arriva da Trieste, dove una pediatra ha continuato a somministrare vaccini ai suoi piccoli pazienti fino al 15 settembre 2016. A quel punto è arrivata la scoperta: il medico avrebbe operato a lungo nonostante avesse contratto la TBC. Anzi, a quanto sembra la protagonista della vicenda avrebbe cominciato a viverei sintomi della tubercolosi attiva (che dimostra la possibilità di contagio) almeno da un anno.Eppure, per tutto questo tempo nessuno se n'è accorto: la dottoressa avrebbe continuato a prestare servizio, lavorando a contatto con bambini, per tutto il periodo contestato. Solo di recente – dopo un controllo approfondito - avrebbe scoperto di essere affetta daquesta pericolosa patologia.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

I vaccini sono farmaci sperimentati?

| | Commenti (0)

Nel mezzo del battage sui VACCINI a cui dovremmo dire assolutamente si seguendo i dogmi scientifici, emergono tante voci discordanti - sia sui giornali sia on line - di chi non ne accetta l'obbligatorietà.

Non sono solo i genitori ad avere qualcosa da dire ma anche medici ed esperti che non sempre sono d'accordo con le scelte operate dallo Stato o dalle Regioni. In proposito potete leggere questo articolo del SOLE24ORE, che ci sembra particolarmente interessante e pone l'accento sulla "trasparenza" come pilastro fondamentale su cui fondare l'informazione e la ricerca scientifica.

vaccini-sperimentazione-farmaci.jpg


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

Traffico dei virus, Capua prosciolta. Ma le intercettazioni svelano il grande business

'Non luogo a procedere' per la virologa padovana. Ma l'inchiesta dei Nas mette in risalto gli affari e i conflitti di interessi celati dietro emergenze sanitarie. E racconta con dati di fatto quanto l’aviaria abbia arricchito Big Pharma


Il giudice per l’udienza preliminare di Verona, Laura Donati, ha ordinato il «non luogo a procedere» per la virologa e deputata di Scelta Civica, Ilaria Capua, e altre dodici imputati accusati a vario titolo di traffico illecito di virus dell’influenza aviaria. L'inchiesta, avviata dai carabinieri del Nas e coordinata dalla procura di Roma, è stata poi trasferita a Venezia.

virustraffic.jpg

  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

La sottile linea rossa tra la fusione Bayer / Monsanto e la IG-Farben
La banalità del male della Globalizzazione


"La lezione di storia che credo dovremmo imparare è che la seconda guerra mondiale, non è stata la sconfitta del nazismo inteso come il male assoluto che si presenta perché un giorno c’è un pazzo a cui la mamma non ha voluto bene e che decide di dare fuoco agli ebrei.
Non è così, è un poco più complicato.
La seconda guerra mondiale è stata la sconfitta, la prima sconfitta pesante, di un disegno liberista di gestione dell’economia, che ha ripreso il sopravvento dagli inizi degli anni ottanta."

Alberto Bagnai - tratto dal video "Deficit - Il punto sull’Europa tra sogno e realtà"


E’ notizia recente l’acquisizione della Monsanto da parte della Bayer, una fusione costata alla multinazionale tedesca circa 66 miliardi di dollari.

Sono stati scritti molti articoli su questa vicenda e finalmente sembra esserci qualcuno che comincia a chiedersi se chi fa profitto con farmaci e pesticidi possa veramente avere a cuore la salute delle persone. Domanda, come vedremo, più che pertinente.

Fusioni come questa sono abbastanza ricorrenti sia nella storia recente che in quella meno recente: DuPont-Dow Chemical (2015, 115 miliardi), Syngenta-ChemChina (feb 2016, 43 miliardi). Da queste grandi fusioni l’unica multinazionale rimasta fuori sembra essere la “povera” BASF.

Ma la fusione di cui vorrei qui raccontare qualche piccolo dettaglio in più è quella che avvenne a cavallo delle due guerre mondiali, la fusione che creò il mostro chiamato IG-Farben, un gigantesco blocco industriale dedicato alla chimica e alla farmaceutica. La IG-Farben, fu in quel tempo la più grande azienda Europea e la più grande industria chimico-farmaceutica del mondo.

La IG-Farben (Interessen-Gemeinschaft Farbenindustrie AG) nacque nel 1925 da un accordo tra l’Agfa, la BASF, la Bayer, la Hoechst e una manciata di altre società che gravitavano nel mondo della chimica.

  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (6 votes cast)
Share |

Il 29 ottobre si terrà a Roma una convention contro l'obbligatorietà vaccinale promossa da Colors Radio (David Gramiccioli) e dal neocomitato “29 OTTOBRE” (info all'interno).






  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |
Riporto il commento dell'avvocato Roberto Mastalia alla notizia della ASL di Sant’Angelo:

"Come spiegato dai responsabili, il frigorifero non era dotato di un generatore di emergenza ma vi era un sistema d'allarme che avrebbe dovuto inviare dei messaggi al personale di servizio in caso di guasto; il problema è che anche questo è stato distrutto dal fulmine per cui ai tecnici del laboratorio non è rimasto altro da fare che gettare via i preziosi vaccini.

La notizia non può non far emergere una serie di interrogativi già posti nei mesi ed anni scorsi:

- chi controlla veramente che i frigo delle USL e degli ospedali rispettino i requisiti richiesti per esempio per quelli delle farmacie?
- chi controlla veramente che per i vaccini venga mantenuta la cd “catena del freddo”? Ricordate il servizio di Striscia la Notizia di qualche anno fa?
- perché nel 2016 si raddoppia la spesa per il Piano Vaccinale e nessuno pensa invece di investire in sicurezza?
- sono note la precisione ed il rispetto delle regole delle popolazioni del nord-est ma cosa sarebbe successo se il fatto avesse coinvolto una USL nel resto d’Italia? Possiamo scommettere che si sarebbero comportati allo stesso modo?"

Situazioni di questo genere sono tutt’altro che rare. Alla fine dell’articolo una raccolta di altri articoli a riguardo. Grazie ad AURET.

Il frigo dell’Asl di Sant’Agnello va ko, distrutti i vaccini per i bambini
vaccini_afp_.jpg

SANT’AGNELLO. Il frigo in cui sono conservati i vaccini per i bambini si guasta all’improvviso e ben 60mila euro di medicinali sono da buttare. Una vicenda che ha dell’incredibile e che spinge i vertici sanitari a sospendere le vaccinazioni. Il problema si è verificato alcuni giorni fa nella sede del distretto sanitario di Sant’Agnello ed ora rischia di provocare disagi alle coppie di genitori della penisola sorrentina con figli piccoli.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

La vicenda giudiziaria di San Lucido ammalati di poliomielite. Disposti un indennizzo di 1,2 milioni e un vitalizio di 6mila euro al mese.

vaxxcalabria.tiff


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

ALLA CITTADINANZA DI VERONA, DELL'ITALIA E DEL MONDO INTERO, QUESTA NOSTRA RIMOSTRANZA UFFICIALE.

Verona li, 30 maggio 2016
Ho telefonato, sia al Segretario comunale, con cui ho parlato per organizzare a Verona, una qualche cerimonia in occasione della "Giornata mondiale delle Vittime dei Vaccini", ho poi lasciato, sulla segreteria telefonica del sindaco di Verona Flavio Tosi, lo stesso avviso per organizzare un qualche cosa per tale giornata che si svolgerà a livello mondiale il giorno 3 giugno c.a..13268597_10208681566508945_263339186803596226_o.jpg

  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

Vaccini, obbligo e verità

| | Commenti (0)

Vaccini, obbligo e verità
dal blog Gioia Locati

Perché un personaggio famoso non può esprimersi pubblicamente sui vaccini? E perchè si temono le opinioni diverse?

Perché si vuole introdurre l’obbligo delle vaccinazioni per ammettere i bambini al nido? (Se ne discute in Emilia Romagna e in Lombardia).

Quali sono le malattie da debellare, per le quali è necessaria la copertura del 95%? I bambini sotto i sei anni “dovrebbero” fare 48 iniezioni contro 14 malattie, ma non si trovano nè lo spazio (hanno solo due cosce) nè il tempo per farle tutte.

Perché, quando si parla di vaccini, si ricorda che “l’antipoliomielite ha salvato il mondo” e ci si dimentica che dal 1991 a oggi – come conseguenza di una tangente fra l’ex ministro De Lorenzo e la ditta produttrice – si continua a inoculare ai neonati l‘antiepatite B che si contrae solo con il sangue infetto e i rapporti sessuali promiscui? Siamo l’unico Paese al mondo, assieme a quelli dell’Est e alla Grecia, a vaccinare i neonati per l’antiepatite B.

Perché in alcune regioni (Toscana, Liguria, Veneto e Sicilia) è già stato adottato il vaccino contro una forma di meningite (antimeningococco B) su neonati e adolescenti quando l’Istituto superiore di Sanità ne ha sconsigliato l’impiego?


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Gentile Direttore,

Domenica 18 Ottobre u.s. sulla rete mediaset “ Italia 1” è andato in onda un nuovo programma “OpenSpace”, dove, con serietà e professionalità giornalistica si sarebbero dovuti mettere in luce varie problematiche sul problema dei vaccini, portando a confronto i vari specialisti del settore.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (2 votes cast)
Share |

Si sente parlare sempre più dell’eventuale opportunità di vaccinarsi. Esistono molte controversie su questo argomento in quanto alcuni medici orientano il paziente alla vaccinazione mentre altri appoggiando la teoria dell’ olos (metodica olistica). I secondi considerano l’essere umano, nella sua completezza ovvero” corpo, mente, emozioni e spirito.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Una spesa annua di 300 milioni di euro a carico del Sistema sanitario nazionale, destinato a raddoppiare con l'approvazione del nuovo Piano di prevenzione vaccinale. Ma in Italia alcune situazioni di monopolio od oligopolio fanno sì che i prezzi dei vaccini aumentino negli anni, mentre nei casi in cui c'è concorrenza fra prodotti i prezzi calano efficacemente. Lo evidenzia l'indagine conoscitiva ‎'Vaccini per uso umano' dell'Antitrust, presentata oggi a Roma.vaccini_afp_.jpg


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

10 – 02 - 2016

Relazione sulla gestione degli indennizzi a emotrasfusi e a danneggiati da vaccinazioni obbligatorie


La legge 25 febbraio 1992, n. 210 - rubricata “Indennizzo a favore dei soggetti danneggiati da complicanze di tipo irreversibile a causa di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazione di emoderivati ” - riconosce ai soggetti che a seguito di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazione di emoderivati hanno riportato danni irreversibili, il diritto a percepire un indennizzo, vitalizio, da parte dello Stato.


  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 4/5 (1 votes cast)
Share |

PRIMUM NON NOCERE E' SEMPRE STATO UN PRINCIPIO FONDAMENTALE DELLA MEDICINA.
Primum non nŏcēre è una locuzione latina che significa "per prima cosa, non nuocere".

Solitamente è uno dei principi che si insegna per primo nelle facoltà di medicina, anche se è chiaramente applicabile quotidianamente in ogni circostanza della vita.

Ciò significa che, nella scelta di qualsiasi terapia, bisogna innanzitutto non arrecare danno al paziente e per questo, tra i trattamenti possibili, va sempre privilegiato quello che ha meno controindicazioni.

Ieri mattina Mirco Ercolani ha rilasciato la sua intervista a David Gramiccioli Ouverture durante la trasmissione Overture su Colors Radio. Potete ascoltare il podcast dell'intervista al seguente link

http://www.vetrinaservizi.it/pagina2446_ouverture.html


13244890_10206832771166481_3444344434915744689_n.jpg


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

Vaccini: in questo mondo d'idioti...

| | Commenti (0)

Un amico mi ha mandato la registrazione di un programma di Radio24, la radio della Confindustria, in cui si esibiscono un conduttore a me sconosciuto e quel personaggio così tipicamente italiano da commedia dell’arte che risponde al nome di Oscar Giannino, un tale di cui,

per non sparare sulla proverbiale Croce Rossa, non ripercorrerò le gesta e di cui non commenterò l’onirico cursus studiorum. Nè mi esprimerò sulla sua partecipazione allo Zecchino d'Oro (!) perché ci ha già pensato Mago Zurlì.

Da bravi soldatini dell’industria, i due tali si sono prestati a fare da manutengoli alla ormai abituale farsa tragica dei vaccini. Inutile dire che l’”esperto” era il prezzemolino Roberto Burioni che ha recitato la sua ormai canonica sfilata di panzane sorrette da una logica che non trova riscontro altro che nella letteratura satirica.

Chi ha tempo da perdere, si munisca di Alka Seltzer e ascolti l’ultima decina di minuti di http://audio.radio24.ilsole24ore.com/radio24_audio/2016/160523-attenti-noi.mp3


  • Currently 2.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 2.3/5 (3 votes cast)
Share |

Senza voler mancare di rispetto a nessuno, tantomeno al capo dello Stato Sergio Mattarella e al Presidente del Consiglio Matteo Renzi:

Vorrei porre una semplice domanda, anche a nome di mia moglie Franca, la quale purtroppo, è volata lassù preceduta dai nostri figli Marco e Andrea, per preparare un posto anche per me e Alberto:13266109_10208641567789002_4724918512225426191_n.jpg


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

Bimbo narcolettico dopo il vaccino antinfluenzale: riceve maxi risarcimento

Bimbo narcolettico dopo il vaccino antinfluenzale: 150mila euro di risarcimento

La madre di Josh spiega al Mirror che i soldi serviranno per le cure e il futuro di suo figlio, che ha grossi problemi. La pandemia della febbre cosiddetta suina, sei anni fa, portò molte case farmaceutiche a produrre in breve tempo un vaccino



Bimbo narcolettico dopo il vaccino antinfluenzale: riceve maxi risarcimento
In Inghilterra un bambino che ha sviluppato una grave forma di narcolessia dopo aver ricevuto il vaccino contro l'influenza suina ha ottenuto un risarcimento di 120mila sterline, scrive la BBC.

Potrebbe interessarti: http://www.today.it/rassegna/narcolessia-vaccino-influenzale.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Roberta Doricchi intervista il dott. Stefano Montanari

Roberta Doricchi – Oggi vorrei iniziare la nostra conversazione entrando subito in un argomento molto delicato: la diffusione delle malattie attraverso i vaccini. Su Internet si trova un lungo articolo, apparentemente molto ben documentato, che tratta l’argomento (http://www.lolandesevolante.net/blog/2012/08/la-merck-ammette-linoculazione-del-cancro-attraverso-i-vaccini-di-lino-bottaro/ [N.d.R.]). Lei che ne dice?

Stefano Montanari – Le stesse cose le leggo da tempo anch’io su diverse fonti americane. Se io fossi uno scrittore alla Stephen King o come altri autori che scrivono di catastrofi, non mi lascerei scappare lo spunto. È opinione sostenuta da tanti che l’industria farmaceutica non abbia particolari interessi economici legati ai vaccini, visto che questi, in termini nudi e crudi, valgono una percentuale relativamente piccola del loro business, un business che compete per dimensioni con quello della droga o delle armi. In verità non è esattamente così, e, come sottolineato da Il Sole 24 Ore, gli investimenti proprio sui vaccini fatti ora in Italia smentiscono l’assunto (http://www.sanita24.ilsole24ore.com/art/imprese-e-mercato/2016-04-13/vaccini-e-farmaci-glaxo-scommette-1-mld-italia-094838.php?uuid=ACzsSh6C [N.d.R.]). Ma ammettiamo che i vaccini non siano economicamente interessanti in prima battuta. Perché, se le cose stanno in questo modo, continuare a produrli? Lo scrittore, allora, risponderebbe che i vaccini sono farmaci di diffusione universale somministrati addirittura ai neonati, e, se attraverso quelli si può diffondere una malattia, meglio se cronica o, comunque, di lunga durata, che sia trattabile con i farmaci, quale miglior maniera per assicurarsi miliardi di clienti ognuno dei quali durerà potenzialmente diversi anni o anche decenni? Pensi a quanto sarebbe facile e per nulla costoso, persino con la benedizione dei benpensanti, diffondere forme di cancro, una malattia in ascesa vertiginosa che assicura introiti immani ai produttori di medicinali, o introdurre malattie con agenti patogeni costruiti in laboratorio. Qui ci si può sbizzarrire. Il limite sarebbe solo la fantasia.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

TOSCANA: FINANZIAMENTO DI 23 MILIONI DI EURO PER NOVARTIS PER UN PROGETTO CON LA FONDAZIONE GATES

Considerato che i politicanti non sanno, fanno finta di non sapere o dimenticano con una certa facilità le notizie scomode, vale la pena ricordare alcuni (solo alcuni) eventi fondamentali a livello internazionale che hanno visto coinvolti da una parte Novartis e dall'altra la Fondazione Gates:

Novartis:

1. Italia: scandalo contratto per la fornitura di un vaccino pandemico

2. Italia: Scandalo Influenza A, indagato dirigente novartis

3. Italia: scandalo Avastin-Lucentis

4. Italia:
scandalo prescrizioni pilotate

5. USA: scandalo prescrizioni pilotate

6. Giappone: scandalo Diovan

7. Italia: ritiro Fluad

8. USA scandalo corruzione

Potremmo proseguire a lungo....

Fondazione Gates:

1. India: presunte sperimentazioni illegali di vaccini sui bambini

2. USA: scandalo investimento in giacimenti fossili e petrolio

3. USA: scandalo trust e reinvestimento denaro

4. USA: scandalo affari con chi inquina

5. Africa: sperimentazione di vaccini sui bambini

6. OMS: Fondazione alla conquista dell’OMS

7. Fondazione e Monsanto

E, anche qui, potremmo continuare.

Possibile che politici, stampa e soprattutto procure non indaghino su questo strani intrecci?
Avvocato Roberto Mastalia, Auret


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

H1N1 -Petizione

Vaccino e Influenza Suina: firma per il diritto ad essere informato!

Macrolibrarsi.it presenta: L'INFLUENZA SUINA A/H1N1 - Un indagine accurata e scientifica per una scelta consapevole
Powered by Movable Type 5.13-en

Dizionario dei Codici E


SCARICA il pratico tascabile per riconoscere i Codici E
Dizionario dei codici E, Additivi negli alimenti, come riconoscerli FORMATO .PDF

EAdditivi - App per Iphone

Schermata1.png SCARICA GRATIS l'elenco dei maggiori additivi alimentari con descrizione e rispettivo grado di tossicità.
Un'applicazione utilissima per essere consapevoli degli additivi alimentari presenti in ciò che mangiamo.


Giornalino n. 16

Scarica il giornalino n.16 de La Leva di Archimede
Luglio 2012

G16.jpg
Scarica il PDF

Giornalino n. 15

Scarica il giornalino n.15 de La Leva di Archimede
Luglio 2010

G15.jpg
Scarica il PDF

Giornalini n. 14

Scarica il giornalino n.14 de La Leva di Archimede
Speciale Vaccinazioni - Novembre 2009

G14.jpg
Scarica il PDF

Ricevi Aggionamenti

Scrivi il tuo indirizzo email nel campo qui di seguito e clicca "Iscrivimi!" per ricevere notifiche di nuovi articoli pubblicati su questo sito

Inserisci la tua email


Powered by FeedBlitz

La nostra rete

Altri siti

About this Archive

This page is a archive of recent entries in the Vaccini category.

Sostanze tossiche is the previous category.

Vivisezione is the next category.

Find recent content on the main index or look in the archives to find all content.