MARATONA TELETHON CON RAI E BNL: RETROSCENA INQUIETANTI DENUNCIATI DAL PARTITO ANIMALISTA EROPEO.

A rischio la credibilità delle istituzioni, si faccia chiarezza

Stefano Fuccelli, il presidente del PAE denuncia:"Telethon destina solo il 35,5% alla voce "delibere per ricerca" tutto il resto ed esattamente il 64,5% è destinato ad altre voci : personale, servizi, spese materiale e di struttura, acquisti, ammortamenti, oneri commerciali oneri finanziari, altri oneri. La voce ‘Personale’ comprende compensi, stipendi, emolumenti dei dirigenti e dello staff di segreteria e non dei medici, ricercatori o scienziati. Circa 8 milioni di euro in un anno da spartire tra poche persone; mentre la voce ‘Servizi’ e ‘Spese materiali e di struttura’ comprende i costi di locazione, utenze, noleggio auto, viaggi aerei in business class, lussuosi hotel e ristoranti, ecc. sempre riferito ai dirigenti ed allo staff di segreteria. Circa 9 milioni di euro, il tutto vergognosamente esagerato.”

di Cinzia Marchegiani


Continua far parlare di se la maratona per la raccolta dei fondi che sulla rete ammiraglia italiana sta raccogliendo soldi per la fondazione Telethon iniziata l’8 dicembre. Caustico tuona il presidente del PAE, Partito Animalista Italiano:” che è iniziata la campagna mediatica per la raccolta fondi di Telethon sulle reti Rai all'insegna della menzogna, la conduttrice del programma La Vita in Diretta, Cristina Parodi insieme al direttore generale Telethon Francesca Pasinelli, nella presentazione dell'iniziativa ha dichiarato che l'intero importo delle donazioni viene destinato totalmente alla ricerca scientifica per sconfiggere le malattie genetiche e rare. Niente di più falso.”
Nel dettaglio Fuccelli spiega il motivo:”Telethon destina solo il 35,5% alla voce "delibere per ricerca" tutto il resto ed esattamente il 64,5% è destinato ad altre voci : personale, servizi, spese materiale e di struttura, acquisti, ammortamenti, oneri commerciali oneri finanziari, altri oneri. La voce ‘Personale’ comprende compensi, stipendi, emolumenti dei dirigenti e dello staff di segreteria e non dei medici, ricercatori o scienziati. Circa 8 milioni di euro in un anno da spartire tra poche persone; mentre la voce ‘Servizi’ e ‘Spese materiali e di struttura’ comprende i costi di locazione, utenze, noleggio auto, viaggi aerei in business class, lussuosi hotel e ristoranti, ecc. sempre riferito ai dirigenti ed allo staff di segreteria. Circa 9 milioni di euro, il tutto vergognosamente esagerato.”


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

Carenza di vitamina D per 6 bambini su 10. "Troppo tempo chiusi casa, bisogna prendere sole”

L'allarme della Società italiana di pediatria. Si va dalle forme meno gravi al deficit severo. E la tendenza al ribasso riguarda tutti i paesi: un problema globale

di TINA SIMONIELLO

Il 60-70 per cento dei bambini e degli adolescenti italiani è in uno stato di ipovitaminosi D, che va dalla meno grave insufficienza al deficit severo. E la tendenza al ribasso riguarda tutti i paesi: un problema globale. Il picco di massa ossea, un tesoretto da accumulare in fretta. La carenza di vitamina D nella sua forma di deficit più estremo è la condizione responsabile del rachitismo carenziale, una patologia pediatrica storica, oggi rara, che deforma le ossa fino a provocare disabilità.

  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (2 votes cast)
Share |

FRANCIA RITIRATI VACCINI PER SOGGETTI ALLERGICI STALLERGENES, E IN ITALIA COSA FA' L'AIFA?

Problemi di etichettatura hanno portato al ritiro, in Francia, di una serie di vaccini destinati a persone che soffrono di allergia. I vaccini sono quelli del laboratorio Stallergenes di Antony (Francia), la cui attività è stata sospesa dall’Ansm, l’Aifa francese, dopo che si sono verificate alcune reazioni allergiche: si è scoperto infatti, dopo alcune indagini, che dal 13 agosto 2015 a causa di un errore informatico l’abbinamento tra prodotto e codice corrispondente non era corretto. Il vaccino è distribuito anche in Italia. Ma cosa fa l’Aifa?


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Soldi dalle aziende e fondi Le ombre sull’ex capo dell’aida

Troppi dubbi sulla sua imparzialità. L’uomo del farmaco in Italia, che governa un mercato da 30 miliardi, è sotto accusa per avere ricevuto contributi (tramite un giro di società) dalla Sanofi e dalla Jansenn che producono vaccini e medicinali. E, nonostante il suo ruolo istituzionale di capo dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), Sergio Pecorelli, 71 anni, è stato testimonial di un fondo di investimento legato anche alla farmaceutica. È quanto emerge da documenti riservati dell’Ufficio Anticorruzione Aifa che, arrivati sul tavolo del ministro della Salute Beatrice Lorenzin, ieri hanno fatto scattare le dimissioni del potente presidente, alla guida dell’Agenzia del farmaco da sei anni. Pecorelli, ginecologo di fama e rettore dell’ateneo di Brescia, si difende: «Faccio un passo indietro in quanto ritengo non sussistano le condizioni minime di serenità per continuare a lavorare all’Aifa. Ma sono certo dell’inconsistenza delle accuse».  


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Oltre 500 società scientifiche, per studi alto rischio conflitti interesse


Società scientifiche ad "alto rischio conflitti di interesse". E' quanto emerge da due studi di prossima pubblicazione - di cui l'Adnkronos Salute anticipa alcune parti - che analizzano le informazioni fornite dalle diverse società sui siti web. Oltre alle 150 iscritte alla Federazione nazionale società scientifiche (Fism), che prevede una serie di criteri di 'affidabilità' per l'adesione, si stimano almeno oltre 500 società scientifiche. Secondo le ricerche, sono rari i bilanci pubblicati online, ancor meno i resoconti pubblici sulle sponsorizzazioni, ed è pressoché inesistente la presenza sui siti di codici di comportamento rispetto ai rapporti con le aziende farmaceutiche e le fonti di finanziamento di congressi e corsi di formazione.

  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

AIFA: BUFERA SUL PRESIDENTE PECORELLI CHE SI DIMETTE. È POLEMICA SULLA NUOVA NOMINA

Si dimette Sergio Pecorelli per i presunti conflitti d’interesse, mentre il Minsitero della salute nomina Mario Melazzini, colui che sperimentò su di se una discussa terapia a base di cellule staminali autologhe

di Cinzia Marchegiani

A casa AIFA è tempo di pulizie e rinnovamento. La bufera che ha investito l’Agenzia Italiana dei Farmaci ha scardinato e appesantito i tantissimi sospetti sull’autorità garante che dovrebbe tutelare i pazienti, con il controllo serrato sui medicinali autorizzati sul suolo italiano. L’AIFA, una casa di cristallo che dovrebbe essere trasparente nel suo operato e senza conflitti di interessi legati alle lobby del farmaco invece è al centro di un’indagine grave proprio sul “The number one”, il presidente dell’AIFA stessa, Sergio Pecorelli.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Aifa. M5S in pressing su Lorenzin: “Non può prolungare silenzio dopo caos che ha travolto vertici”


In una nota i deputati pentastellati evidenziano come “considerata la situazione di caos che ha investito l’Agenzia del Farmaco, e in particolare i suoi vertici, da parte del ministero della Salute sarebbe doverosa l'assunzione di  una decisione”


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Da La Repubblica del 10.12.2015

L'ultima battaglia sui vaccini "Ora sono troppi, famiglie confuse"
I medici "Adottati tutti quelli sul mercato, così si confondono le famiglie"
La strategia del nuovo piano vaccinale 2016-2018 sta facendo aprire divere crepe.

Vaccini, l’ultimo allarme “Troppi, nessuno li farà più”. Dalla varicella alla polmonite, è scontro sulle novità del piano nazionale. I medici: “Adottati tutti quelli sul mercato, così si confondono le famiglie”
Troppi vaccini nuovi. Bisognerebbe piuttosto raggiungere una copertura decente per quelli esistenti. La strategia del nuovo piano vaccinale 2016-2018, con tutti i suoi “nuovi ingressi”, sta facendo aprire diverse crepe. E non fra le mamme nemiche della siringa sempre e comunque. Ma fra i medici e gli esperti di sanità pubblica, che temono un’ulteriore riduzione dei bambini immunizzati per le malattie più gravi.

«È stata presa la lista di tutti i vaccini disponibili in commercio e la si è riversata nel nuovo piano. Ma dov’è la strategia?», si chiede Maurizio Bonati, responsabile del Dipartimento di salute pubblica del Mario Negri.


  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 1/5 (1 votes cast)
Share |

Intellettuali contrari alle attività della Monsanto aprono un tribunale internazionale ufficioso per giudicare se la multinazionale abbia commesso crimini contro l’umanità.


Il filosofo gallese Bertrand Russell, negli anni ’70, istruì insieme ad altri pacifisti, tra cui il filosofo francese Jean-Paul Sartre, un tribunale ufficioso per giudicare i crimini di guerra degli USA commessi durante le loro operazioni militari in giro per il mondo, in particolare quelle portate avanti in Vietnam e in Sud America. Tale iniziativa prese il nome di «Tribunale Russell».


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

«Conflitto d'interessi sull'influenza A»
Manuela Perrone

ROMA
Per chi non se ne fosse accorto, la pandemia da virus A/H1N1 è ancora al livello massimo di allarme: il sesto, lo stesso dichiarato l'11 giugno 2009. Due giorni fa gli esperti del segretissimo Emergency Committee, che coadiuva il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità, Margaret Chan, hanno rinviato a luglio ogni modifica. Ma proprio sugli esperti Oms, ieri, è caduta una tegola non da poco: un'inchiesta del prestigioso British Medical Journal e del Bureau of investigative journalism ha rivelato l'esistenza di consolidati rapporti, non sempre dichiarati, tra alcuni dei consulenti più "antichi" e i produttori di antivirali e vaccini. Relazioni che gettano un'ombra sulla gestione dell'emergenza, viziata all'origine dal cambiamento in corsa della definizione di pandemia (a maggio sparì il riferimento a «un alto numero di vittime», come subito denunciò l'epidemiologo Tom Jefferson della Cochrane Collaboration).
L'inchiesta, condotta da Deborah Cohen e Philip Carter, fa il paio con la relazione finale licenziata sempre ieri dalla commissione salute del Consiglio d'Europa, che a gennaio aveva avviato un'indagine ad hoc. Il testo, che sarà discusso il 24 giugno in assemblea, conclude che c'è «schiacciante evidenza che la gravità della pandemia è stata enormemente gonfiata dall'Oms». Il Bmj parte da più lontano: dal 1999, quando fu redatto il primo piano globale anti-pandemia, in collaborazione con l'Eswi, il gruppo di lavoro europeo sull'influenza cui appartenevano alcuni dei più noti consulenti Oms, come l'olandese Albert Osterhaus e l'inglese Karl Nicholson. «Ma il il testo non rivelava – si legge sul Bmj – che l'Eswi è interamente finanziato da Roche e altre aziende».


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

H1N1 -Petizione

Vaccino e Influenza Suina: firma per il diritto ad essere informato!

Macrolibrarsi.it presenta: L'INFLUENZA SUINA A/H1N1 - Un indagine accurata e scientifica per una scelta consapevole
Powered by Movable Type 5.13-en

Dizionario dei Codici E


SCARICA il pratico tascabile per riconoscere i Codici E
Dizionario dei codici E, Additivi negli alimenti, come riconoscerli FORMATO .PDF

EAdditivi - App per Iphone

Schermata1.png SCARICA GRATIS l'elenco dei maggiori additivi alimentari con descrizione e rispettivo grado di tossicità.
Un'applicazione utilissima per essere consapevoli degli additivi alimentari presenti in ciò che mangiamo.


Giornalino n. 16

Scarica il giornalino n.16 de La Leva di Archimede
Luglio 2012

G16.jpg
Scarica il PDF

Giornalino n. 15

Scarica il giornalino n.15 de La Leva di Archimede
Luglio 2010

G15.jpg
Scarica il PDF

Giornalini n. 14

Scarica il giornalino n.14 de La Leva di Archimede
Speciale Vaccinazioni - Novembre 2009

G14.jpg
Scarica il PDF

Ricevi Aggionamenti

Scrivi il tuo indirizzo email nel campo qui di seguito e clicca "Iscrivimi!" per ricevere notifiche di nuovi articoli pubblicati su questo sito

Inserisci la tua email


Powered by FeedBlitz

La nostra rete

Find recent content on the main index or look in the archives to find all content.