Data pubblicazione: 04/03/2004
Fonte: Avvisatore.it
Vade retro Ritalin
dell'On. Mauro Bulgarelli

A questa interrogazione è stato chiamato a rispondere il Ministro della salute.

- Per sapere - premesso che:
il Ritalin è un farmaco a base di metilfenidato da molti anni utilizzato in pediatria per la cura di bambini con disturbi dell'attenzione con o senza iperattività (Attention Deficit Hyperactivity Disorder, ADHD); secondo numerose casistiche ufficiali i bambini e gli adolescenti trattati con Ritalin hanno in genere capacità intellettive superiori alla media, sono dotati di spiccata creatività e abilità motoria, sono capaci di fare più cose contemporaneamente;
tuttavia tali qualità, unite alla vivacità manifestata dal bambino, sono spesso ritenute pregiudizievoli per il rendimento scolastico, semplicisticamente interpretate come sintomi di ipercineticità e irrequietezza e, di conseguenza, oggetto di terapia farmacologia;


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Il Giorno - del 12 Maggio 2001

Psicofarmaci ai pupi
di Elena Comelli

MILANO — Tom Sawyer preferiva nuotare nel Mississippi piuttosto che andare a scuola. Allora zia Polly lo mandava a letto senza cena, ma oggi per undici milioni di bambini americani (di cui almeno tre sotto i sei anni) la soluzione di questo problema si chiama Ritalin, la «pillola dell’obbedienza». Bandito 12 anni fa per la sua contiguità con le sostanze stupefacenti, il Ritalin torna in Italia con la benedizione del ministero della Sanità proprio quando negli Stati Uniti infuria la polemica sul suo uso e i suoi effetti.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Corriere della sera
dell’11 Maggio 2001

In vendita anche da noi il Ritalin, usato per piccoli supervivaci o disattenti. Effetti simili alla droga

Arrivano gli psicofarmaci per bimbi contestati negli Usa
di De Bac — mdebac@rcs.it

ROMA - Arriva in Italia il Ritalin, lo psicofarmaco indicato nella sindrome del «bambino iperattivo», malattia mentale che colpisce uno scolaro ogni tre classi, fra 6 e 12 anni. Il prodotto è stato appena approvato dal ministero della Sanità (manca solo da definire il prezzo). Ma negli Stati Uniti, dove si è creato un fenomeno d’abuso, su questo farmaco si sono scatenate feroci polemiche. Anche in Italia ci sono due partiti. Quelli che considerano il Ritalin il rimedio più efficace e quelli che mettono in guardia sul rischio di «impasticcare» i bambini troppo vivaci. Il farmacologo Garattini: «Ben venga la nuova cura, ma occorre essere molto prudenti nella diagnosi e nella prescrizione». L’arrivo del medicinale è stato richiesto da associazioni di pediatri.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (2 votes cast)
Share |

Corriere della sera - del 21 febbraio 2001
l rapporto annuale presentato a Vienna. Cresce in Europa la disponibilità di sostanze proibite: parte da qui lo smercio mondiale di ecstasy
Psicofarmaci su Internet, allarme droga dell’ONU
di Alessandra Aracchi

L’accusa di Ghodse, il capo del consiglio internazionale antinarcotici:
fenomeno in aumento, anche aziende e governi colpevoli


ROMA — L’ecstasy è ancora in prima linea in tutto il mondo. Ma sono gli psicofarmaci il nuovo grido di allarme lanciato dal consiglio internazionale che all’Onu si occupa del controllo mondiale dei narcotici (Incb). Medicine che creano confusione e dipendenza. E che adesso viaggiano on line, grazie a vere e proprie farmacie che hanno invaso i siti Internet e vendono benzodiazepine e anfetamine e se ne fregano delle prescrizioni mediche. Anzi: sta proprio qui la loro forza commerciale. Perché nelle farmacie reali non è possibile chiedere una confezione di Roipnol senza avere una ricetta medica. In un drugstore virtuale, invece, è sufficiente lasciare un indirizzo e attendere a casa l’arrivo del pacco con le medicine. Hamid Ghodse, che presiede l’Incb, non ha dubbi: negli ultimi anni è davvero esplosa una «farmacologizzazione» dei problemi sociali. E le previsioni parlano di un trend in aumento. Ghodse, dal suo osservatorio privilegiato all’Onu, non esita a puntare il dito contro i professionisti del sistema sanitario, le compagnie farmaceutiche, i governi. Dice, infatti: «Nei loro confronti sono individuate responsabilità, anche se sono certamente numerosi i fattori che rendono così grave questa situazione».


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

LA CUF SOLLECITA L’AZIENDA FARMACEUTICA A INTRODURRE IN ITALIA IL FARMACO PER TRATTARE I BAMBINI IPERATTIVI
Un calmante discusso per una sindrome vaga
Fonte: Tempo medico

Il metilfenidato (noto ormai a tutti con il nome commerciale Ritalin) si accinge a sbarcare in Italia. E, se la stampa non se ne accorge troppo tardi, questa può essere un'ottima occasione di discussione sull'uso adeguato di un buon farmaco di nicchia che rischia di essere prescritto oltre l'indispensabile e di dar vita a un eccesso di diagnosi per l'impalpabile "sindrome da disturbi dell'attenzione" (in sigla ADHD, attention deficit hyperactivity disorder).

Questa storia nasce negli Stati Uniti. Qui esiste da anni una spasmodica attenzione ai bambini distratti, con l'argento vivo addosso, quelli che a scuola non riescono a concentrarsi per più di pochi minuti, parlano in continuazione, si alzano dal banco e una volta a casa combinano disastri, litigano con i fratelli, rischiano di farsi male. Certo, non sono comportamenti facili da affrontare, soprattutto se la giornata degli adulti è scandita da orari impossibili, corse in mezzo al traffico e salti mortali per conciliare il lavoro con la cura di casa. Così, la via farmacologica al controllo dell'agitazione ha trovato un terreno fertile. E' stata, negli Stati Uniti, la risposta classica a questi problemi. Ed eccolo, il farmaco costruito a base di metilfenidato, una sostanza classificata tra le amfetamine, il toccasana per curare i bambini agitati. Un medicinale che è al centro di tante polemiche: il metilfenidato.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

L’abuso ha consentito lo sviluppo di batteri sempre più resistenti. Pronte campagne informative e nuove linee guida
«Meno antibiotici ai bambini malati»
Le autorità sanitarie americane: troppe medicine, a volte è la pazienza la migliore terapia
ROMA - La febbre del piccolo sale e la mamma ansiosa non ci pensa due volte. Fruga nell’armadietto dei medicinali, scova dello sciroppo antibiotico, ne versa qualche goccia nel cucchiaino e lo propina al lamentoso figlioletto. Esempio da non seguire, eppure molto comune in Italia dove il fenomeno dell’uso improprio di farmaci contro i germi non cala . Negli Stati Uniti sono corsi ai ripari. I Centers of Disease Control di Atlanta, Cdc, hanno lanciato una campagna di informazione ai genitori.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

BAYER LICENZIA I TOP MANAGER OGM IN TUTTA EUROPA

Bayer CropScience dà il benservito ai capi dei suoi programmi OGM in tutta Europa. Pessimismo sulle prospettive delle colture transgeniche nel nostro continente?

Tra i licenziati c'è il dott. Paul Rylott, capo della divisione di bioscienza inglese della Bayer, in pratica la faccia della multinazionale davanti al pubblico britannico.

La notizia arriva a ridosso della decisione del governo inglese, attesa in questi giorni, di approvare la coltivazione di mais GM prodotto dalla stessa Bayer CropScience.

Dunque Rylott se ne va malgrado l'apparente vittoria ottenuta in UK.

Ma i licenziamenti hanno riguardato tutti i dirigenti delle divisioni di bioscienza dei paesi europei, e molti interpretano questa mossa come la conseguenza di una forte insoddisfazione per i risultati ottenuti in Europa.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Filippine, le provincie maledette

|

Ci sono due provincie nella Repubblica delle Filippine su cui negli ultimi anni sembra sia caduta una maledizione. Incremento dei casi di leucemia, in particolare fra i giovani sotto i diciotto anni, e di tumori ai polmoni. Bambini nati con danni al sistema nervoso, deformazioni e gravi malattie della pelle. Aborti spontanei e bimbi nati morti. Le provincie sono quelle di Pampanga e di Zambales, rispettivamente a nord e nord-ovest di Manila. La maledizione di cui stiamo parlando è una maledizione del tutto terrena, concreta. Ha a che vedere con almeno cinquant’anni di scarichi nocivi incontrollati, derivati da attività militari; ha a che vedere con la debolezza negoziale e diplomatica di un paese povero rispetto ad una grande potenza.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

I creditori protestano perché non sono pagati.

Sui cittadini ricadono i costi di una gestione scellerata, attraverso l’aumento della benzina e della tassa di circolazione.

La Corte dei Conti denuncia la disastrosa gestione economica della Sanità pubblica Regionale.

Gestire, saccheggiando le risorse pubbliche per interessi di parte è stata pratica ordinaria di politici, sindacati e dirigenti preposti alla “buona” gestione del pubblico per mantenere i consensi ed il potere proprio e delle loro organizzazioni, ed è il motivo principale del deficit nella Sanità pubblica in Campania.


  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 4/5 (4 votes cast)
Share |

Scandalo OGM in Croazia
Source: Unimondo

Un laboratorio pubblico scopre in commercio alimenti geneticamente modificati. Il Ministero della Sanità minimizza, ma il Centro Comune di Ricerca di Ispra, in Italia, conferma. Insorgono le associazioni dei consumatori. Cosa si mangia in Croazia?

(23/02/2004) Da Osijek, scrive Drago Hedl

“Negozi pieni di alimenti modificati geneticamente”, “I Croati comprano olio di soia geneticamente modificata”, “Carne anche in paté vegetariani”, “Organismi geneticamente modificati (OGM) in un prodotto alimentare su due”, “La gente ha il diritto di sapere che cosa mangia”: sono solo alcuni dei titoli che dominano in questi giorni le prime pagine dei giornali croati. La Croazia è sotto choc per un nuovo scandalo scoppiato quando il Laboratorio per la Diagnosi Molecolare di Osijek, che fa parte del Dipartimento della Sanità Pubblica, ha pubblicato i risultati delle analisi di 33 prodotti alimentari, scelti a caso nei negozi della città. E’ emerso infatti che 14 dei prodotti presi in considerazione contenevano ingredienti geneticamente modificati in quantità superiori all’1%. Nessuno di quei prodotti indicava nella etichetta che conteneva componenti modificate geneticamente.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

H1N1 -Petizione

Vaccino e Influenza Suina: firma per il diritto ad essere informato!

Macrolibrarsi.it presenta: L'INFLUENZA SUINA A/H1N1 - Un indagine accurata e scientifica per una scelta consapevole
Powered by Movable Type 5.13-en

Dizionario dei Codici E


SCARICA il pratico tascabile per riconoscere i Codici E
Dizionario dei codici E, Additivi negli alimenti, come riconoscerli FORMATO .PDF

EAdditivi - App per Iphone

Schermata1.png SCARICA GRATIS l'elenco dei maggiori additivi alimentari con descrizione e rispettivo grado di tossicità.
Un'applicazione utilissima per essere consapevoli degli additivi alimentari presenti in ciò che mangiamo.


Giornalino n. 16

Scarica il giornalino n.16 de La Leva di Archimede
Luglio 2012

G16.jpg
Scarica il PDF

Giornalino n. 15

Scarica il giornalino n.15 de La Leva di Archimede
Luglio 2010

G15.jpg
Scarica il PDF

Giornalini n. 14

Scarica il giornalino n.14 de La Leva di Archimede
Speciale Vaccinazioni - Novembre 2009

G14.jpg
Scarica il PDF

Ricevi Aggionamenti

Scrivi il tuo indirizzo email nel campo qui di seguito e clicca "Iscrivimi!" per ricevere notifiche di nuovi articoli pubblicati su questo sito

Inserisci la tua email


Powered by FeedBlitz

La nostra rete

Find recent content on the main index or look in the archives to find all content.