Cannabis, una cura contro il cancro

| | Commenti (4)

Il risultato delle ricerche effettuate da un'équipe del California Pacific Medical Center Il professor Veronesi: "Sarebbe un peccato non percorrere anche questa strada" Studio Usa: il cannabidiolo blocca le metastasi "Cannabis, una cura contro il cancro"

ROMA - Il cannabidiolo, uno degli elementi che compongono la cannabis, potrebbe essere in grado di bloccare il gene che provoca la diffusione delle metastasi del cancro al seno, ma anche di altre forme tumorali. È il risultato delle ricerche di laboratorio effettuate da un'équipe del California Pacific Medical Center Research Institute. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Molecular Cancer Therapeutics.

I ricercatori si augurano che il cannabidiolo (Cbd), contenuto nella marijuana, possa diventare una valida alternativa alla chemioterapia, senza gli effetti collaterali di quest'ultima. "Ho sempre creduto nelle proprietà contenute nei derivati della cannabis - afferma il professor Umberto Veronesi - questa è una strada mai esplorata a causa di condizionamenti psicologici. La fonte universitaria è molto seria. Voglio chiarire che l'oggetto della ricerca è un composto della cannabis e non una droga. Sarebbe un peccato non esplorare questa via per combattere il tumore al seno".

E gli autori dello studio confermano che, a differenza della cannabis, il Cbd non ha alcun effetto psicoattivo e quindi il suo utilizzo non viola alcuna legge sugli stupefacenti. Inoltre, insistono nello spiegare che non stanno invitando i loro pazienti a fumare marijuana, visto che le concentrazioni di Cbd usate nelle loro ricerche sono di molto superiori a quelle che si possono ottenere solo fumando. "Il Cbd funzionerebbe bloccando l'attività del gene Id-1 - spiega Sean McAllister, autore della ricerca - ritenuto responsabile della "metastatizzazione", la diffusione del tumore dalla sua sede iniziale".


  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 4.4/5 (8 votes cast)
Share |

In Italia si vaccina con leggerezza… e molti ne restano danneggiati.

La libertà comincia in Veneto il 1 gennaio 2008.

Quanti sono a rischio?
In Italia un’equipe di ricercatori guidata dal Premio Nobel, Renato Dulbecco, ha dimostrato che un bambino su 30.000 soffre di una immunodeficienza combinata grave, mentre nel quadro più ampio delle immunodeficienze si arriva ad un neonato su 600 (quindi, rispettivamente, 19 e più di 800 l’anno in Italia) [Fonte: “Il Giornale” 13.09.1995]. Resi pubblici i primi risultati, il Ministero ha tagliato i fondi…. Comunque, lo stesso manuale più usato dai medici in occidente, il “Manuale Merck” (edizione 1984, la prima in italiano), afferma: “Il vaccino Sabin (zuccherino) a virus vivo è controindicato per i soggetti immunodeficienti, che dovranno quindi ricevere quello a virus uccisi (Salk)”, mentre in Italia fino al 2003, lo hanno “propinato” senza riguardi. Nel Centro-Sud Europa, Italia compresa, tra il 1964 ed il 1999 - 2003 si è usato il Sabin, senza minimamente tentare di capire se il bambino fosse immnodepresso in quel momento, “tanto ne morivano pochi”, e nel caso, “si negava” la relazione per non creare timori, assicurandosi così delle statistiche “confortanti”.


  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 4.5/5 (2 votes cast)
Share |

Paziente killer, psichiatra colpevole

| | Commenti (2)

La categoria protesta. Ma i familiari della vittima: «Ci fu negligenza »
Paziente killer, psichiatra colpevole
Condannato il medico: sbagliò cure. Lui: un attacco alla legge Basaglia
Fonte:
Il Corriere

MILANO — Condannate me? No, signori della corte: senza volerlo, voi condannate la legge 180, la riforma Basaglia, un’intera stagione della psichiatria italiana. «Di più: si sta condannando la libertà del medico di curare un paziente come meglio ritiene». Quattro mesi di carcere che cancellano quarant’anni di certezze. Una pena per omicidio colposo che gli sembra un ergastolo a quel che ha studiato, creduto, vissuto. Euro Pozzi è uno psichiatra noto, ambulatorio a Bologna. Giovedì, la Cassazione l’ha definitivamente giudicato un killer. Anche se lui, con le sue mani, non ha mai ammazzato nessuno. Il 24 maggio 2000, a Imola, fu un suo paziente schizofrenico grave (Giovanni Musiani, morto qualche anno fa) a uccidere con due coltellate Ateo Cardelli, un assistente della comunità Albatros per ex degenti psichiatrici. Tre lunghi processi, tre sentenze uguali. Per stabilire — caso unico in Italia — che quando l’assassino è un pazzo non imputabile, in galera al suo posto ci va lo psichiatra che l’ha curato male. Cioé Pozzi: «Il mio giornalaio stamattina m’ha chiesto: è possibile che lei debba rispondere d’un reato doloso commesso da terzi? Già. Dopo questa sentenza, per tutti gli psichiatri sarà meglio non esporsi più a inutili rischi. Meglio tornare alla "psichiatria difensiva", a quando il malato di mente era solo un individuo pericoloso. A quando non c’era la legge 180. Meglio riempirlo di farmaci e lavarsi la coscienza». Processo chiuso, dibattito aperto. Secondo i giudici, la colpa di Pozzi fu d’avere pasticciato col trattamento farmacologico, prima diminuendo il Moditen, poi sopprimendolo, quindi risomministrandolo. Un’altalena di dosaggi «non improntata a criteri di prudenza, diligenza e perizia».


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

FARMACI: LANCET, SOSPETTI DEPRESSIONE PER DIMAGRANTE
Fonte: ANSA

ROMA - E' rischio ansia e depressione con il un farmaco dimagrante a base di rimonabant già sotto la lente delle autorità di controllo per altri problemi psichici . A lanciare l'allarme è uno studio sulla rivista Lancet condotto da Arne Astrup dell'Università di Copenhagen. L'indagine, che ha riguardato oltre 4100 individui, porta a risultati da non sottovalutare, spiegano gli esperti, in quanto i pazienti arruolati erano stati scelti proprio perché privi di tendenza ad umore depressivo e quindi di per sé non inclini al disagio psichico. E invece dall'indagine è emersa che, nonostante questa precauzione, i pazienti che hanno assunto rimonabant durante lo studio sono andati incontro con una probabilità tripla a disturbi depressivi e d'ansia ed hanno dovuto per questo interrompere la terapia. Il rimonabant blocca il legame dei cannabinoidi con i loro recettori spegnendo lo stimolo della fame e per questo facilita il dimagrimento. Ma la Food and Drug Administration, organo statunitense di controllo sui farmaci, ha di recente avanzato l'ipotesi un aumento del rischio suicidio tra i pazienti cui è somministrato. Il nuovo studio e il parere dell'FDA, concludono gli autori, deve allertare sia i medici che prescrivono il rimonabant, sia le case farmaceutiche che hanno in fase di sviluppo e sperimentazione farmaci simili.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Un Articolo di Carlo Galasso, pubblicato in data 5 novembre 2007 Dal quotidiano il Resto del Carlino.

UNA BATTAGLIA giudiziaria durata oltre sette anni, poi il giudice del tribunale del lavoro di Genova ha dato ragione ad una famiglia originaria della Val di Magra, da poco tempo trasferitasi a Savona: il loro figlio è diventato autistico a causa della vaccinazione antipolio che all’epoca, siamo nel 1987, era obbligatoria.

Un dramma vissuto con dignità che ha però letteralmente sconvolto la vita di papà e mamma. I due genitori non si sono mai rassegnati ed hanno assistito con amore il proprio figlio, cercando soprattutto di rendere meno difficile la sua vita futura. Per questa ragione hanno intrapreso la strada giudiziaria, attraverso la richiesta di «nesso causale » fra vaccinazione e la grave patologia medica che ha colpito il figlio, citando in giudizio il Ministro della sanità.
Ora finalmente la gratificazione economica e anche una rivincita morale è arrivata. Al ragazzo, attualmente 22enne è stato riconosciuto infatti un vitalizio mensile di 2.500 euro, ed è probabile che il legale che assiste la famiglie, l’avvocato Giuseppe Romeo che ha lo studio legale alla Spezia, avvii una causa civile per il risarcimento danni.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

VACCINO ANTINFLUENZALE, NE VALE LA PENA?
Fonte:
Naturmedica
Newsletter Della Settimana
Numero 103


Come ogni anno in questa stagione comincia il “bombardamento” mediatico sulla necessità di vaccinare le persone a rischio: anziani oltre i 65 anni di età, persone con patologie croniche e, da diversi anni .......anche i bambini !!!
Ne vale la pena?

Qui di seguito quanto riportato sul Corriere della Sera Online :

"Vaccinazione antinfluenzale: esperti divisi

Le autorità sanitarie consigliano la profilassi, altre voci esprimono dubbi sugli studi su cui si basano le politiche vaccinali

Vaccinazione antinfluenzale: farla oppure no? La maggioranza delle autorità sanitarie, compresa l'Organizzazione Mondiale della sanità, consiglia la vaccinazione, soprattutto per i cosiddetti «gruppi a rischio» (anziani sopra i 65 anni, diabetici, persone affette da malattie cardiache o respiratorie croniche eccetera).
Uno studio appena pubblicato dalla rivista scientifica British Medical Journal argomenta però alcuni dubbi sulla reale solidità scientifica delle ricerche su cui si basano le politiche vaccinali. Tom Jefferson, della Cochrane Cooperation, autore dell'analisi in questione, conclude che i dati in letteratura scientifica, se si considerano solo le ricerche condotte in modo ineccepibile dal punto di vista metodologico, non forniscono una base sufficiente.


  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 3/5 (5 votes cast)
Share |

Bufera sul mais italiano: è rischioso?
Un gruppo di scienziati accusa l'Inran di aver occultato dati sulla sua «tossicità»

Fonte: Corriere della Sera > Salute

ROMA- Bufera sul mais italiano e sui suoi possibili danni alla salute. Secondo gli scienziati del Sagri (Salute, AGRicoltura, Ricerca) )metà del mais italiano dovrebbe essere considerato fuorilegge.
Il dato emergerebbe da uno studio condotto per conto dell'INRAN (Istituto Nazionale Ricerca Alimenti e Nutrizione), secondo il quale nel mais convenzionale sarebbe presente un contenuto allarmante di fumonisine, superiore alle soglie consentite dalla normativa europea. Questo valore si sarebbe dimostrato 100 volte superiore a quello del mais Ogm resistente alla piralide (mais Bt) coltivato nello stesso campo sperimentale. Le fumonisine sono sostanze cancerogene e teratogene, prodotte dal fungo Fusarium, che prolifera in presenza della piralide. Questo parassita e le tossine che si accumulano in sua presenza rappresentano un problema cronico per la maiscoltura italiana.
Gli esponenti del Sagri, un coordinamento che riunisce diversi scienziati e Associazioni favorevoli all'agricoltura biotech, fra cui l'Associazione Luca Coscioni per la libertá di ricerca scientifica, lo hanno denunciato a Roma il 13 novembre durante un congresso.


  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 3/5 (2 votes cast)
Share |

Evento Master 2008 di Kinesiologia

| | Commenti (1)

Il fine settimana del prossimo 23 - 24 febbraio avrà inizio a Roma l'atteso Evento Master 2008 di Kinesiologia, tenuto direttamente dai Docenti Responsabili della Accademia di Kinesiologia.

Esso si articola in Cinque Incontri di un fine settimana ciascuno svolti da febbraio a giugno 2008 presso la Sala Conferenze del Palladium Palace Hotel, noto albergo romano convenientemente situato a pochi passi dalla Stazione Termini, in Via Gioberti 36. Ulteriori informazioni al riguardo sono disponibili alla seguente pagina web: www.accademiadikinesiologia.it/sede_esterna.htm. All’interno dell’Evento Master 2008 di Kinesiologia (che non esige di per sé alcun prerequisito) vengono approfonditi tutti e quattro i Moduli della rinomata Serie ‘Applicare la Kinesiologia’, suggellati dal Corso che ha aperto le più straordinarie opportunità nella Kinesiologia Contemporanea: 'Cyberkinetics - Module 1'. La Serie 'Applicare la Kinesiologia' è raccomandata a tutte le persone interessate alla Kinesiologia, sia a titolo personale che professionale, in quanto consente di apprenderne con facilità e sicurezza le applicazioni nei vari ambiti, basandosi sulle evidenze scientifiche confermate in oltre quarant'anni di esperienza ed integrandole con i risultati delle ricerche più aggiornate. È inoltre un Corso regolarmente approvato dal Ministero della Salute nell'ambito della Educazione Continua in Medicina (E.C.M.) per le professioni di Medico Chirurgo, Fisioterapista e Tecnico Ortopedico (Rif. 12327 - 285148).

  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Vaccini e Bugiardini

| | Commenti (1)

I bugiardini sono i foglietti illustrativi che dovrebbero essere consegnati ai genitori ogni volta che si presentano all’appuntamento per le vaccinazioni. Purtroppo, molto spesso, questo non accade, nonostante questi foglietti contengano informazioni importantissime per quanto riguarda i contenuti, le indicazioni e soprattutto le controindicazioni del farmaco. Con questo articolo inizia un viaggio in due puntate che ci aiuterà a comprendere meglio il mondo delle vaccinazioni obbligatorie in Italia

Vaccini e Bugiardini di Romina Alessandri - tratto da CONSAPEVOLE nr. 11

L’idea di un articolo sui vaccini mi è venuta qualche tempo fa, quando mi sono trovata a cercare più informazioni possibili sull’argomento vista la mia dolce attesa: mi sono resa conto di quanto può essere difficile avere informazioni chiare e disinteressate, soprattutto dalle aziende sanitarie.

Negli ultimi mesi mi è capitato spesso di discutere l’argomento con familiari, amici, ostetriche e medici delle ASL locali. Questo confronto mi ha portato ad una grande confusione mentale: mi sono ritrovata a dover fare i conti con opinioni diverse, spesso frutto di preconcetti o addirittura di totale ignoranza sull’argomento. Dato che la vaccinazione è di routine, sono poche le famiglie che si preoccupano di informarsi sulle reali necessità o controindicazioni del vaccino stesso, e quindi sono ancora di meno quelle che decidono di non vaccinare, operando una scelta consapevole. Sento quindi la necessità di chiarire, con questo articolo, alcuni aspetti importanti relativi a questa scelta, in modo da mettere luce i pro e i contro della pratica vaccinale. Siccome nel mio percorso ho notato che la maggior parte dell’informazione a cui si ha accesso frequentando le strutture sanitarie è pro-vaccino, porterò la testimonianza di associazioni e gruppi di ricerca “contro”.
Credo spetti poi ad ogni genitore la scelta di approfondire l’una o l’altra strada.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

I Consumatori: Big Pharma corrompe i medici
Fonte:
L'Unità

Medicine, dottori e cene. Non è il titolo di un film, ma quello del Rapporto (pdf in inglese) pubblicato da Consumers International, la federazione internazionale che raccoglie 220 associazioni di consumatori di tutto il mondo. E che racconta come i malati dei paesi in via di sviluppo siano una miniera d´oro per le aziende farmaceutiche. Per accaparrarsi nuova clientela, i colossi del farmaco corromperebbero i medici dei paesi in via di sviluppo, dove purtroppo molto malattie debellate in Occidente sono ancora vive e vegete e dove per guarire chi è malato è disposto a mandar giù di tutto.

Ma per convincere i medici, non basta una cena . Condizionatori d'aria, computer, automobili, tessere di club esclusivi, notti in hotel a cinque stelle durante i congressi medici: sono solo alcuni dei regali contemplati dalle strategie di marketing delle multinazionali farmaceutiche. Ma certo, non si tratta solo di corruzione. La collusione tra medici e case farmaceutiche, spiega il rapporto può portare a «prescrizioni ingiustificate o errate che mettono a serio rischio la salute dei pazienti, a volte anche con effetti fatali».


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

H1N1 -Petizione

Vaccino e Influenza Suina: firma per il diritto ad essere informato!

Macrolibrarsi.it presenta: L'INFLUENZA SUINA A/H1N1 - Un indagine accurata e scientifica per una scelta consapevole
Powered by Movable Type 5.13-en

Dizionario dei Codici E


SCARICA il pratico tascabile per riconoscere i Codici E
Dizionario dei codici E, Additivi negli alimenti, come riconoscerli FORMATO .PDF

EAdditivi - App per Iphone

Schermata1.png SCARICA GRATIS l'elenco dei maggiori additivi alimentari con descrizione e rispettivo grado di tossicità.
Un'applicazione utilissima per essere consapevoli degli additivi alimentari presenti in ciò che mangiamo.


Giornalino n. 16

Scarica il giornalino n.16 de La Leva di Archimede
Luglio 2012

G16.jpg
Scarica il PDF

Giornalino n. 15

Scarica il giornalino n.15 de La Leva di Archimede
Luglio 2010

G15.jpg
Scarica il PDF

Giornalini n. 14

Scarica il giornalino n.14 de La Leva di Archimede
Speciale Vaccinazioni - Novembre 2009

G14.jpg
Scarica il PDF

Ricevi Aggionamenti

Scrivi il tuo indirizzo email nel campo qui di seguito e clicca "Iscrivimi!" per ricevere notifiche di nuovi articoli pubblicati su questo sito

Inserisci la tua email


Powered by FeedBlitz

La nostra rete

Find recent content on the main index or look in the archives to find all content.