Le radici Naziste dell'Europa

| | Commenti (0)

Le radici Naziste dell'Europa
di Paul Anthony Taylor, Aleksandra Niedzwiecki, Matthias Rath e August Kowalczyk

Prefazione di August Kowalczyk (sopravvissuto di Auschwitz)


book-it-cover.jpg
Leggi il libro online

Possiamo trovare l'amicizia in modi differenti.

Fortunato è colui che trova l'amicizia con la VERITA'.

Fortunato perchè, sopra la lealtà, la speranza e l'amore ci son i valori della RETTITUDINE e della VERITA'. Appare spesso nel mezzo delle macerie della nostra ingenutià e ignoranza - ma diventa una forza motrice del nostro "nuovo modo di pensare e una necessità di agire".

E poi, nell'universo dell'umanità, appare chi dice di sapere.

In effetti, alcuni sanno oppure fingono di sapere. Se le nostre vite e il nostro universo sono pieni di storia, impressa nelle nostre vite, nella nostra esistenza, allora c'e' una possibilità che riusciamo a riconoscere chi parla solamente.

Per la prima volta, possiamo riconoscere le voci udite un pò di tempo fa, le voci di chi già ha ingannato, mentito e reinterpretato i fatti. A volte queste sono le voci di quelli che hanno ucciso, a volte quelli che hanno dato gli ordini... di uccidere! E dopo avere nascosto e mascherato con successo le atrocità, stanno alzando le loro dita verso il cielo e gridano di "non uccidere".


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

Le radici oscure dell'UE di Bruxelles

Traduzione a cura di Ivan Ingrillì
Documento originale.
Pdf di approfondimento.
Documenti, processo di Norimberga
Documenti riguardanti le radici oscure dell'Unione Europea.


Questo articolo identifica il luogo di nascita dell'attuale Unione Europea sul tavolo della coalizione tra la IG-Farben e i nazisti che volevano un'Europa post-bellica sotto il loro controllo.
E' uno stralcio del discorso tenuto dal Dr. Rath in occasione del ricevimento del premio "Relay of Life", che gli è stato assegnato dai "sopravvissuti del campo di concentramento di Auschwitz"

  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (2 votes cast)
Share |

Pediatria: psicofarmaci a oltre 20 mila bambini l'anno, Manuale anti-abuso

Milano, 9 giu. (AdnKronos Salute) - In Italia sono circa 400 mila i bambini e gli adolescenti che ogni anno vengono assistiti nelle strutture del Servizio sanitario nazionale per disturbi mentali di diversa entità, e a 20 mila vengono prescritti psicofarmaci rimborsati dal Ssn. Ma "la dimensione del problema è sicuramente superiore, se si considera il ricorso al servizio privato e alla prescrizione pagata dal paziente", sottolineano gli esperti dell'Irccs Mario Negri di Milano, autori di un Manuale per l'impiego corretto di questi medicinali nei bimbi.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

La risposta a questa domanda è un fragoroso quanto deciso no. Non è minimamente concepibile che le industrie farmaceutiche ed in generale il mondo della sanità privata lavori per la nostra salute.

Perché lo dico? Forse perché non sono così ingenuo da credere in Babbo Natale e perché ho una sufficiente conoscenza dell’uomo per sapere che coloro che si dedicano completamente al bene del prossimo sono più unici che rari. Infatti io non ho mai incontrato nessuno con queste caratteristiche, e voi?

La sanità privata, come ogni altra impresa, è dedita al profitto, si punta a guadagnare. Laddove si parla di diritto alla salute è subito chiaro che il guadagno pone chi produce farmaci o somministra cure in evidente e palese conflitto d’interesse ab origine.

Provate a pensarci. Facciamo un esempio di pura fantasia. Se io fossi proprietario di una casa farmaceutica che guadagna milioni con la chemioterapia e domani venissi a conoscenza di una cura definitiva contro il cancro, che tuttavia non mi consentirebbe il mantenimento dei profitti perché basata su principi attivi comuni e poco costosi, che farei? Inizierei a produrre il nuovo farmaco andando verso il fallimento oppure contatterei chi lo ha ideato ed in qualche modo impedirei che la cosa possa diventare di dominio pubblico?


  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 4.7/5 (3 votes cast)
Share |

VACCINO ANTI-PERTOSSE: ECCO COME ALIMENTA NUOVI CEPPI DI BORDETELLA PERTUSSIS

Intervista al dottor Girolamo Giannotta, che rivolge un appello ai sanitari ed al mondo accademico, poiché trattasi di requiem per un defunto vaccino, che è inefficace nel medio-lungo periodo

di Cinzia Marchegiani


Stanno facendo un baccano assordante le notizie che riguardano l’inefficacia del vaccino anti-pertosse. L’Osservatore d’Italia come sempre cerca di fornire strumenti d’informazioni validi per profondere concetti ed informazioni che siano più chiari e semplici possibili per i nostri affezionati lettori. Della pertosse si sa che è una malattia infettiva di origine batterica molto contagiosa, causata dal batterio Bordetella pertussis. Un altro batterio della stessa famiglia, la Bordetella parapertussis, è all’origine di una malattia simile, la parapertosse, che si manifesta però con sintomi più lievi. La pertosse viene annoverata fra le malattie infantili, come la rosolia, il morbillo, la varicella e la parotite, e colpisce prevalentemente bambini sotto i 5 anni. L’uomo è l’unico serbatoio noto del batterio, di conseguenza la trasmissione della malattia avviene solo fra esseri umani. Un adeguato e precoce trattamento antibiotico permette la guarigione in una quindicina di giorni. A differenza delle altre malattie infantili, l’immunità conferita da una prima infezione non è definitiva, ma declina col tempo. Esiste un vaccino che dovrebbe immunizzare e proteggere soprattutto i bambini da questa malattia, ma dal portale dell’Epidemiologia della sanità pubblica si apprende però che nelle popolazioni vaccinate si è osservato un ritorno della pertosse a causa della perdita progressiva di immunità e, in effetti, quando è stato introdotto il vaccino 30 anni fa non venivano utilizzate le dosi di richiamo. In Italia la pertosse viene obbligatoriamente notificata alle autorità sanitarie.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Morbillo, malnutrizione e vitamina A

| | Commenti (0)

Morbillo, malnutrizione e vitamina A

a cura di Davide Collavini

Fonte: http://www.assis.it/

La decisione di fornire una copertura immunitaria nei confronti del morbillo tramite la vaccinazione nasce dall’elevata morbilità della malattia e dalla constatazione che la mortalità a esso dovuta è particolarmente alta in alcune aree del mondo e per alcune categorie di persone a rischio specifico o generico, rappresentando una vera e propria minaccia per la salute pubblica.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato che nel 2013 si sono verificati 145 700 decessi per morbillo in tutto il pianeta, concentrati soprattutto in alcuni Stati dell’Africa e dell’Asia. La stragrande maggioranza (oltre il 95%) dei decessi per morbillo si è verificata nei paesi a basso reddito pro capite e con infrastrutture sanitarie inadeguate. (1)


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

La prevenzione è meglio dei farmaci - Prevention is better than drugs by Patrick Holford

Traduzione a cura di Ivan Ingrillì
Associazione La Leva di Archimede

Articolo originale

Nel lontano 1970, i miei insegnanti il Dr Linus Pauling e Abram Hoffer credevano fortemente che l'80% della medicina farmaceutica sarebbe diventata inutile se la scienza medica della nutrizione diventasse il nuovo paradigma.

"La nutrizione ottimale è la medicina del futuro", ha detto il doppio premio nobel Linus Pauling con 48 dottorati di ricerca all'attivo. Tuttavia, siamo nel 2014 e sia i professionisti della medicina che il grande pubblico rimangono in gran parte ipnotizati dal pensiero che la via da seguire per la prevenzione e il trattamento delle malattie mortali del 21° secolo sia quello del farmaco.

Ma come siamo arrivati a tutto questo e perchè abbiamo bisogno di un salto di qualità in direzione della medicina nutrizionale? Tutto ha inizio con gli antibiotici.

  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

STAMINA: APERTO IL VASO DI PANDORA

| | Commenti (0)
STAMINA: APERTO IL VASO DI PANDORA

Come mai queste informazioni non sono state correlate al caso stamina, come mai non esiste un registro delle sperimentazioni e dei dati scientifici ottenuti a livello nazionale?

Scoperte altre ricerche con cellule staminali mesenchimali che tra il 2014 e 2015 termineranno la sperimentazione. Il Prof. Pezzoli e Prof. Uccelli confermano importanti dati scientifici derisi invece nel metodo stamina. E’ un problema di originalità del metodo, come informa Luca Pani alla Lorenzin?

di Cinzia Marchegiani

Il caso stamina non finisce mai di stupire, e il cuore di questa battaglia sembra non arretrare, anzi come un ciclone avanza deciso nel scardinare i vuoti legislativi e chiedere giustizia. Sono molte ormai le denunce avviate nelle procure d’Italia da parte di movimenti, associazioni e singole persone. E’ un dovere comprendere le responsabilità delle competenze istituzionali e non solo, poiché la scienza (o meglio una sua parte ben definita) e la politica in questo caso sembrano aver anteposto al diritto del cittadino il potere assoluto, compromettendo la credibilità e l’affidabilità dello stato.

Il caso Stamina non rappresenta solo una storia volutamente incompiuta...ma in essa prendono forma il controllo delle libertà e i diritti di ogni singolo cittadino nonostante lo stato italiano abbia una mirabile carta costituzionale, dove il rispetto per l’uomo e la sua dignità trova in ogni articolo protezione e guida, un riferimento dell’etica civile.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

VACCINO ANTINFLUENZALE INEFFICACE: ECCO CHE ARRIVA LA NUOVA FORMULA

Del vaccino somministrato in questa stagione, i virus H3N2 che sono stati ulteriormente analizzati, il 71% era dissimile al ceppo del vaccino commercializzato a causa di una deriva antigenica, e ha fatto registrare un eccesso di mortalità per tutte le cause tra le persone di età superiore ai 65 anni. Consumatori infuriati



LEGGI ANCHE: VACCINO ANTINFLUENZALE, LA RESA DEI CONTI: GLAXOSMITHKLINE FA RITIRARE CON URGENZA 1,7 MLN DI DOSI



di Cinzia Marchegiani

Sul vaccino antinfluenzale entrato con forza nelle cronache non solo europee ma anche di oltre oceano atlantico verrebbe da dire.. “Tanto tuonò che piovve”. La stagione influenzale 2014-2015 è giunta al termine in Europa, in tutti i paesi si stanno registrando dei bassi livelli di attività ed ecco che si deve far fronte alla preparazione del nuovo vaccino per la prossima epidemia, e così si tirano le somme che dimostrano come tutte le inchieste de l’Osservatore d’Italia si sono avvalse di documenti inattaccabili. L’AIFA proprio due giorni fa, il 5 giugno 2015, lascia testimonianza ufficiale indelebile dell’efficacia, o meglio inefficacia del vaccino antinfluenzale che era raccomandato per la stagione 2014-2015 a tutti i cittadini, compresi i bambini: “Durante la stagione si sono diffusi i virus dell'influenza A(H1N1) pdm09, A (H3N2) e di tipo B virus, con il ceppo dominante A (H3N2) che ha rappresentato oltre il 50% di tutti i rilevamenti di virus. Dei virus H3N2 che sono stati ulteriormente analizzati, a causa di una deriva antigenica, il 71% era dissimile al ceppo del vaccino. Ciò ha causato l'efficacia limitata della componente H3N2 dei vaccini contro l'influenza della scorsa stagione. Le componenti A (H1N1) pdm09 e B del vaccino hanno offerto protezione contro i virus circolanti.”

  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (2 votes cast)
Share |

Dal 4 al 6 giugno si è tenuto a Roma, il "71° congresso nazionale congiunto" sulla pediatria.

Qui trovare il pdf del programma.

Il congresso ha il patrocinio del Ministero della Salute, di Roma Capitale, Regione Lazio, ecc., come la "migliore tradizione" vuole.

Nell'ultima pagina del pdf trovate la lista degli sponsor che vi riportiamo nell'immagine sottostante.

sponsor.jpg


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (2 votes cast)
Share |

H1N1 -Petizione

Vaccino e Influenza Suina: firma per il diritto ad essere informato!

Macrolibrarsi.it presenta: L'INFLUENZA SUINA A/H1N1 - Un indagine accurata e scientifica per una scelta consapevole
Powered by Movable Type 5.13-en

Dizionario dei Codici E


SCARICA il pratico tascabile per riconoscere i Codici E
Dizionario dei codici E, Additivi negli alimenti, come riconoscerli FORMATO .PDF

EAdditivi - App per Iphone

Schermata1.png SCARICA GRATIS l'elenco dei maggiori additivi alimentari con descrizione e rispettivo grado di tossicità.
Un'applicazione utilissima per essere consapevoli degli additivi alimentari presenti in ciò che mangiamo.


Giornalino n. 16

Scarica il giornalino n.16 de La Leva di Archimede
Luglio 2012

G16.jpg
Scarica il PDF

Giornalino n. 15

Scarica il giornalino n.15 de La Leva di Archimede
Luglio 2010

G15.jpg
Scarica il PDF

Giornalini n. 14

Scarica il giornalino n.14 de La Leva di Archimede
Speciale Vaccinazioni - Novembre 2009

G14.jpg
Scarica il PDF

Ricevi Aggionamenti

Scrivi il tuo indirizzo email nel campo qui di seguito e clicca "Iscrivimi!" per ricevere notifiche di nuovi articoli pubblicati su questo sito

Inserisci la tua email


Powered by FeedBlitz

La nostra rete

Find recent content on the main index or look in the archives to find all content.