News della categoria Cancro

Fosfoetanolamina in Brasile sotto i riflettori

Il governo Rousseff ha approvato una legge che consente l'utilizzo della molecola perr la terapia dei tumori, senza uno straccio di prova che funzioni, salvo alcuni vecchi e discutibili esperimenti sulle cellule e nei topi di Mauro Giacca   

TRIESTE La molecola chimica di chiama fosfoetanolamina, e sarebbe rimasta nei libri degli studenti di biologia e medicina nel capitolo che descrive la composizione della membrana delle cellule se non fosse stata portata alla ribalta in queste settimane da una polemica vibrante che sta dilagando in Brasile. Il 14 aprile scorso, il governo presieduto da Dilma Rousseff, al centro di una serie di scandali fiscali e con il rischio di subire l'impeachment, ha approvato una legge consente l'utilizzo della fosfoetanolamina per la terapia dei tumori. E questo senza uno straccio di prova che funzioni, salvo alcuni vecchi e discutibili esperimenti sulle cellule e nei topi, e in barba alla necessità che i farmaci siano approvati dall'agenzia brasiliana del farmaco, l'equivalente della Fda americana o della nostra Aifa. E contro il parere di tutto l'establishment scientifico e clinico del Paese.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

FONTE: http://www.orticaweb.it/metodo-di-bella-ecco-perche-funziona/#sthash.tMNs0Bvd.dpbs

Pubblichiamo per gentile concessione del dottor Raffaele Morelli direttore della rivista Riza Psicosomatica

Il metodo Di Bella impedisce al tumore di crescere. L’obiettivo è quello di accerchiare le cellule tumorali a 360°. Punta a curare il terreno biologico in cui la cellula da normale si trasforma in cancerosa; a cambiare quegli elementi (genetici, immunitari,) che favoriscono l’insorgenza del cancro. In questo modo lo “accerchia a 360° sino a farlo morire di vecchiaia”. Il metodo Di Bella non distrugge “tout court” le cellule neoplastiche ma le “addomestica”, inibendo la loro capacità di crescita selvaggia. “Quando un tessuto non può crescere – afferma il professar Di Bella – muore”. La cellula tumorale utilizza il GH (ormone della crescita) fino a 500 volte più del normale.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

Questa la conclusione di un nuovo studio dell’Istituto Ramazzini di Bologna, pubblicato sull'International Journal of Occupational and Environmental Health. L'azienda produttrice però rigetta le accuse, sottolineando come diverse agenzie che si occupano di cibo e salute, come l’Fda, l’Oms e l'Ema, abbiano confermato la sicurezza del prodotto


  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 4/5 (3 votes cast)
Share |

Inchiesta della procura di Torino, ma l'Agenzia per il farmaco avverte che i medici sono informati

La procura di Torino ha aperto un'inchiesta su un farmaco usato per la cura del diabete mellito di tipo 2 che conterrebbe un principio attivo associato al rischio di contrarre il cancro alla vescica. L'ipotesi di reato è di commercio o somministrazione di medicinali guasti. Il caso, su cui indagano i carabinieri del Nas del capoluogo piemontese, è nato da un esposto dell'associazione Promesa (Protezione professioni mediche e sanitarie) rappresentata dall'avvocato Riccardo Salomone. "Ora - sostiene l'avvocato- spero che da Roma escano i dati sui casi di pazienti che si sono ammalati".


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Secondo le 32 associazioni nazionali ambientaliste e dell’agricoltura biologica che aderiscono al tavolo contro i pesticidi e alla Campagna Stop Glifosato: «Quello del glifosato è un autentico scandalo: senza pareri univoci sul piano scientifico in merito alla sua pericolosità per la salute umana, la Commissione Europea sta per procedere ad una nuova autorizzazione del prodotto chimico per altri 15 anni».

Le associazioni sono molto preoccupate per come si stanno muovendo l’Europa ed il Governo italiano,  con le Regioni, sulla imminente decisione a livello europeo in merito al rinnovo dell’autorizzazione alla commercializzazione ed utilizzo del diserbante Glifosato nei Paesi membri della Ue.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Meno tumori senza test del PSA

| | Commenti (0)

Meno tumori senza test del PSA

Dopo la raccomandazione di abbandonare lo screening basato sul test PSA, sia la diffusione dello screening sia l’incidenza del tumore della prostata sono diminuiti tra gli uomini statunitensi.

Negli ultimi anni l’US Preventive Services Task Force (USPSTF, la principale agenzia di prevenzione degli Stati Uniti) si è espressa due volte contro lo screening per il tumore della prostata basato sul test dell’antigene prostatico (PSA): nel 2008 la raccomandazione riguardava gli uomini sopra i 75 anni, nel 2012 è stata estesa a tutti i gruppi di età.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Il glifosato è dappertutto: anche nell'85% dei tamponi intimi e nelle garze sterili in commercio. È il risultato imprevisto di uno studio argentino. Si tratta dell'erbicida più utilizzato al mondo, classificato come probabile cancerogeno e associato ai rischi di infertilità…

Tamponi assorbenti e garze sterili sono imbevute di glifosato, il celebre erbicida irrorato nei campi, e nelle aiuole di mezzo mondo. La notizia è stata data dal dott. Damian Marino dell’Università argentina di La Plata, il cui team di ricerca ha ritrovato tracce del potente erbicida in 85% dei campioni di tamponi acquistati nei supermercati e nella totalità di cotone e garze medicali. Un fatto grave e preoccupante, visto che il glifosato, oltre a essere stato classificato dall’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (Iarc) come probabile cancerogeno, è stato associato al rischi di infertilità, aborti spontanei e difetti alla nascita.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Per ascoltare nuovamente l’intervista avvenuta il 27/10/2015 su Colorsradio.it alla Dr.ssa Angela Maria Callari (Oncologo) e il Dr. Cristoni (Chimico e Ricercatore) sulla terapia CRAP di Giovanni Puccio seguire i seguenti passi:



2 - cliccare su “Quelli che la Salute PT 5 - Alessandra Aureli”


Buon Ascolto.

  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Domani in diretta dalle ore 10 alle 11 a Quelli che la Salute su www.colorsradio.it si parlerà della terapia CRAP di Giovanni Puccio.

In collegamento la Dr.ssa Angela Maria Callari Oncologo e il Dr. Cristoni Chimico e Ricercatore. Parleremo della cura, delle scoperte e dell'importanza della prevenzione. Vi aspetto!


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Beneficenza, fondi Airc: alla ricerca solo la metà

Più di 90 milioni di entrate nel 2008, ai laboratori destinati 45 milioni e mezzo L’anno scorso quasi 23 milioni dirottati verso fondi di investimento e obbligazioni.

Viaggio nel lato oscuro della beneficenza


La sigla è una delle più conosciute dalle famiglie italiane: Airc, Associazione italiana per la ricerca sul cancro. È il male del secolo, ed è una malattia ancora oscura. I fondi da investire negli studi non sono mai abbastanza.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

SCANDALO GLIFOSATO, L’ERBICIDA ORA E’ CANCEROGENO PER GLI ESSERI UMANI

La sintesi della relazione dell’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC) dell’OMS afferma che esistono prove che l’esposizione al Glifosato è associata allo sviluppo di tumori come il linfoma non-Hodgkin e il cancro al polmone

di Cinzia Marchegiani

Il contestatissimo pesticida Glifosato, il diserbante sistemico fitotossico per tutte le piante, in grado di devitalizzare anche gli organi di conservazione ipogea delle erbe infestanti, come rizomi, fittoni carnosi (che in nessun altro modo potrebbero essere devitalizzati) è sotto inchiesta anche da parte dell’EFSA, dopo le nuove prove scientifiche che lo etichettano come pericoloso per l’uomo. L'assorbimento del pesticida avviene in 5-6 ore, e il disseccamento della vegetazione è visibile in genere dopo 10-12 giorni. Il glifosato di fatto è un forte chelante, il che significa che immobilizza i micronutrienti critici, rendendoli indisponibili per la pianta. Ne deriva che l'efficienza nutrizionale genetica delle piante ne viene profondamente compromessa. Questo pesticida è uno degli erbicidi di impiego più ampio e diffuso nell’agricoltura italiana, e la sua pericolosità per l’uomo venne messa in evidenza nel 2012 la rivista Food and Chemical Toxicology che ne pubblicò uno studio di Gilles-Éric Séralini e collaboratori i quali evidenziavano già allora la grave patogenicità e cancerogenicità nei ratti. Ma la ricerca, in seguito, fu ritirata per le critiche ricevute dalla comunità scientifica sulle metodologie di trattamento dei ratti e sull'affidabilità dei dati e dei risultati dello studio.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (2 votes cast)
Share |

Cronaca della morte di una metastasi da recidiva
di Giovanni Puccio

Avendo scoperto i meccanismi che portano alla degenerazione cellulare ho realizzato la terapia crap per ristabilire l’equilibrio biochimico della cellula (ristabilire il rapporto redox omeostatico cellulare) ed attivare il sistema immunitario.


  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 1/5 (1 votes cast)
Share |

USA, CONDANNA A 45 ANNI PER IL DR FATA: L’ONCOLOGO PRESCRIVEVA CHEMIOTERAPIA A PAZIENTI SANI

In questo modo truffava le assicurazioni

I procuratori federali e gli avvocati hanno convenuto che 553 pazienti sarebbero vittime di maltrattamenti medico. Il procuratore McQuade, in una conferenza stampa dopo la condanna ha affermato: "Il dottor Fata si avventava su tutte le opportunità di usare il corpo dei pazienti come un centro di profitto. Il dottor Fata non ha curato i pazienti. Li ha sfruttati come merce, con over-trattamenti, e addirittura mentito ai pazienti sul fatto che avevano un cancro in modo che potesse massimizzare i propri profitti.

di Cinzia Marchegiani

Detroit (USA) – L’America assiste alla sentenza di un caso che ha fatto scandalo e orrore a Detroit. A due anni dal suo arresto, al dr Farid Fata arriva la condanna di 45 anni da trascorrere nella prigione federale per aver violato la fiducia dei suoi 550 pazienti, usati come fonte di guadagno che le hanno permesso di rastrellare più di 17 milioni di dollari con fatturazione fraudolente. Ma se il raggiro fosse stato solo economico, il danno sarebbe stato il male minore. Il dr Fata è un oncologo del Michigan che ha prescritto 35 milioni di dollari dosi eccessivamente aggressive di chemioterapia o chemioterapia inutile per molti dei quali non avevano mai avuto il cancro. La corte federale questa settimana ascoltato i racconti di circa 22 vittime, che hanno condiviso esperienze impensabili, persone sane sottoposte a chemioterapia con effetti collaterali devastanti, storie inaccettabili di sopruso e abuso della professione medica, solo per un vantaggio economico. Alcune dichiarazioni sono state lette da familiari dei pazienti che sono morti.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Pianta mediterranea uccide le cellule del tumore al cervello


Una pianta mediterranea uccide le cellule maligne di un tumore cerebrale. Uno studio dei ricercatori della Seconda Università degli Studi di Napoli ha dimostrato che l'estratto acquoso della pianta Ruta graveolens è capace di uccidere cellule di glioblastoma risparmiando le cellule sane. "Il glioblastoma multiforme - spiega Luca Colucci-D'Amato, docente di Patologia generale del Dipartimento di Scienze e Tecnologie ambientali biologiche e farmaceutiche della Seconda Università di Napoli (SUN) - è un tumore cerebrale altamente aggressivo la cui prognosi è tuttora infausta. Nonostante la terapia chirurgica, la chemio e la radioterapia, solo circa il 5% dei pazienti colpiti da glioblastoma sopravvive, per gli altri la morte sopraggiunge in media entro circa 15 mesi dalla diagnosi. Vi è un grande sforzo della ricerca biomedica nel cercare nuovi farmaci o cure contro questo tumore".

  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

De Lorenzo ai vertici di fondazione Insieme contro il cancro. Dimissioni dopo polemica

L'ex ministro della Sanità travolto da tangentopoli lascia la vicepresidenza dell'ente. Nei giorni scorsi la petizione contro la sua nomina: “In mano a chi stanno i nostri diritti e la nostra stessa salute? A fantasmi riemersi da pagine oscure della storia d'Italia?"


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

"Tutti dovrebbero sapere che la ricerca sul cancro è in gran parte una frode, e che le principali organizzazioni di ricerca sul cancro sono abbandonate nei loro doveri alle persone che le sostengono." (Fonte)

La citazione di cui sopra viene da Linus Carl Pauling, Dottore di Ricerca (Ph.D. - Phylosophy Doctor) e 2 volte vincitore del Premio Nobel per la Chimica (1901-1994). E' considerato uno degli scienziati più importanti della storia! Egli fu uno dei fondatori della chimica quantistica e della biologia molecolare, e fu un'attivista per la pace. Quest'uomo ovviamente conobbe la stragrande maggioranza delle informazioni che appartengono a questo argomento, ma non è l'unico esperto nel mondo a conoscere ed esprimere credenze simili.

Qui di seguito, per esempio, puoi leggere un'altra citazione che colpisce in modo duro in merito alla manipolazione e frode scientifica. Viene dalla Dott.ssa Marcia Angell, medico e Direttore, per lungo tempo, della rivista medica New England (NEMJ), considerata una delle più prestigiose riviste mediche di tutto il mondo.


  • Currently 2.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 2.5/5 (2 votes cast)
Share |

La prevenzione è meglio dei farmaci - Prevention is better than drugs by Patrick Holford

Traduzione a cura di Ivan Ingrillì
Associazione La Leva di Archimede

Articolo originale

Nel lontano 1970, i miei insegnanti il Dr Linus Pauling e Abram Hoffer credevano fortemente che l'80% della medicina farmaceutica sarebbe diventata inutile se la scienza medica della nutrizione diventasse il nuovo paradigma.

"La nutrizione ottimale è la medicina del futuro", ha detto il doppio premio nobel Linus Pauling con 48 dottorati di ricerca all'attivo. Tuttavia, siamo nel 2014 e sia i professionisti della medicina che il grande pubblico rimangono in gran parte ipnotizati dal pensiero che la via da seguire per la prevenzione e il trattamento delle malattie mortali del 21° secolo sia quello del farmaco.

Ma come siamo arrivati a tutto questo e perchè abbiamo bisogno di un salto di qualità in direzione della medicina nutrizionale? Tutto ha inizio con gli antibiotici.

  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

Il metodo Di Bella usato in Africa

| | Commenti (0)

"Io uso il metodo di Bella in Africa"

Domenico Biscardi, 44 anni di Caserta, per sei mesi l'anno fa il medico volontario sull'sola di Sal, a Capoverde. Per curare i malati di cancro ha scelto il metodo Di Bella. Ci racconta i suoi successi anche quelli su un bimbo di 8 anni copito da sclerosi multipla...

Sei mesi l’anno fa il medico volontario a Capo Verde, a Murdeira. Gli altri sei lavora a Caserta. Domenico Biscardi, 44 anni, medico e farmacista, ha “esportato” il metodo Di Bella sull’arcipelago portoghese, cinquecento chilometri dall’Africa.

E ha stilato una sua casistica di pazienti guariti, “discutibile se guardiamo ai mezzi diagnostici perché qui possiamo fare solo ecografie e ago aspirato, non diamo i nomi ai tumori – ammette – ma quel tipo di analisi qui non ha senso: quel che conta è bloccare il male”. E in parecchi casi ci riesce.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (4 votes cast)
Share |

IL CONFLITTO CHE NESSUNO VUOLE VEDERE

| | Commenti (0)

IL CONFLITTO CHE NESSUNO VUOLE VEDERE (ma tutti conoscono)
Come Big Pharma tiene in ostaggio la scienza, la salute pubblica e il progresso del mondo intero tramite il debito.

di Ivan Ingrillì
Associazione La Leva di Archimede

"La maggior parte della letteratura scientifica, forse la metà, potrebbe essere semplicemente falsa. Influenzata da studi con campionature esigue di poca efficacia, analisi esplorative invalide e conflitti di interesse evidenti, che insieme all'ossessione di perseguire mode di dubbia importanza hanno portato la scienza a prendere una direzione oscura." (1) Questa è la recente (Apr 2015) dichiarazione del Dr. Richard Horton (2), direttore del Lancet, una delle riviste scientifiche in campo medico più prestigiose del mondo, fondata nel 1823.

Se realmente vivessimo in una società libera e democratica una simile affermazione avrebbe dovuto quantomeno scandalizzare tutto l'establishment medico e scientifico, fino ad arrivare agli organi di controllo e di ricerca per poi interessare media, politica e magistratura. Eppure siamo sicuri che questa devastante dichiarazione non verrà presa in seria considerazione da chi di dovere; non ci saranno inchieste giornalistiche dei vari Travagli, non ci saranno libri scandalo di Saviani, non ci sarà nessun Signor Mentina che darà questa notizia che riguarda la salute di tutti, al telegiornale in prima serata, non ci saranno inchieste e trasmissioni dei vari Santori o Firmigli. Solo Report, qualche anno fa si interessava a queste tematiche, poi liberamente lasciate al dimenticatoio. Queste notizie al giornalismo, alla politica e alla magistratura sembrano non interessare.


  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 4.8/5 (20 votes cast)
Share |

Dott. Di Bella: "La mammografia come prevenzione è un errore"

Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani

L’uso della definizione di “prevenzione” (secondaria) per mammografie e screening vari è improprio, inesatto, in quanto il vero autentico, unico significato e finalità della prevenzione consiste nell’attuare tutte quelle misure dietetiche , comportamentali e soprattutto farmacologiche che riducono il rischio di insorgenza di neoplasie Il termine “Prevenzione” è appropriato solo in quella che viene definita arbitrariamente prevenzione primaria , che prevede la diminuzione del rischio che un tumore insorga, si stabilizzi, si sviluppi, si diffonda. Lo studio della prevenzione prevede un aspetto statistico, con tutti i limiti connessi, e studi, ricerche di vario ordine, di estrema delicatezza e complessità, condotti con criteri rigorosamente scientifici per individuare le cause e la catena etiopatogenetica del tumore. Il metodo statistico studia in quali popolazioni e in quali condizioni di vita, sociali, ambientali, climatiche, alimentari ecc. il tumore presenta un significativo incremento o calo di frequenza.

  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (6 votes cast)
Share |

Angelina Jolie è la resa incondizionata dell’oncologia

Con l'amputazione di seni e ovaie ci sembra di cogliere una tacita ammissione di fallimento nella prevenzione e terapia del cancro

di Giuseppe Di Bella

Angelina Jolie è la resa incondizionata dell’oncologia

La mastectomia bilaterale e l’asportazione delle tube e ovaie in caso di familiarità per cancro del seno con mutazione del gene BRCA1 /BRCA2 è ormai codificata tra i paradigmi ufficiali internazionali della prevenzione oncologica. Questi concetti sono ormai ampiamente condivisi in oncologia, come emerso dalla recente intervista a un quotidiano nazionale della Prof.ssa Nicoletta Colombo dell’Università di Milano, direttrice del Programma di Ginecologia dell’Istituto Europeo di Oncologia. La ricercatrice approva e trova conforme alle linee guida oncologiche sulla prevenzione, la scelta della nota attrice Angelina Jolie (dopo aver perso per neoplasia della mammella la madre, la nonna e una zia) di sottoporsi, dopo la mastectomia bilaterale, anche ad asportazione delle ovaie e delle tube. “È una scelta coerente con la sua storia clinica e familiare e rappresenta una scelta difficile ma coraggiosa per prevenire una neoplasia…” ha affermato la Prof.ssa Colombo. Essendo così autorevole e qualificata la fonte, per l’attività che svolge in rinomati centri di eccellenza della ricerca oncologica come lo IEO e l’Università di Milano, le sue dichiarazioni possono considerarsi l’espressione ufficiale del pensiero oncologico in tema di prevenzione.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (8 votes cast)
Share |
IL TERRENO ONCOLOGICO di DI BELLA.
Contributo al Nuovo Rinascimento della Medicina.

“As announced by LA Times for the first time (http://www.latimes. com/features/health/la-he-practical-matters-20100412,0,2670974.story),
treating Oncological Terrain positive mothers before pregnancy begin, the children will born without predisposition to cancer."

Manuel's Story: a NEW WAY in Cancer Primary Prevention!” (Sergio Stagnaro: LATimes, http://discussions.latimes.com/20/lanews/la-he-closer-20100524/10) Sergio Stagnaro*

Fonte: http://www.metododibella.org

  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 3/5 (2 votes cast)
Share |

Il Torquemada dei nostri giorni: da “Le Iene” al licenziamento della d.ssa De Petris

di Marcello Pamio – 24 marzo 2014

Sono passati non molti secoli, da quando i men in black, gli uomini in nero della santa chiesa cattolica e apostolica di Roma, mandavano sul rogo tutte le persone, soprattutto donne, in particolar modo levatrici, cioè le antesignane delle ostetriche che sapevano far nascere, e le erboriste, coloro che sapevano usare le piante medicinali.
Chiunque in odore di maligno faceva una triste fine.
Nei nostri giorni le cataste di legna sono andate un po’ fuori moda, vuoi anche per il costo della stessa, eppure il sistema non è cambiato, ad eccezione se vogliamo, della tunica che è passata dal nero ecclesiastico al bianco dei camici ospedalieri.

Oggi l’inquisizione, per così dire scientifica, lavora alacremente forse anche più del passato, con la differenza che nel corso del tempo il sistema si è fatto più intelligente e meno spudorato.
I processi inquisitori, in cui il giudice e l’accusatore sono incarnati dalla stessa persona o istituzione, avvengono utilizzando vari strumenti, tra cui la diffamazione e la calunnia, il discredito per giungere alle minacce e ritorsioni professionali. In tutto questo gioca un ruolo importantissimo lo strumento prìncipe di controllo sociale: i mezzi di comunicazione di massa!


  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 4.4/5 (8 votes cast)
Share |

Da una mail di Giovanni Puccio, con preghiera di diffusione.

Il cancro , secondo quanto riportato sul libro dei tumori dell'Aiom nel 2013, ha ucciso 175.000 Italiani ,circa 500 persone al giorno e ne ha fatto ammalare circa 1000 al giorno.

In sintesi racconto la mia cronistoria scientifica-

Nel 1992, dopo la morte atroce per cancro di mia madre e dal verdetto di un professore che la patologia sarebbe entrata nuovamente a casa mia, forte dei miei studi condotti dal 1977 al 1992 sulle patologie degenerative che colpivano le piante superiori, lancio l'  idea secondo il metodo scientifico che viene accolta da 46 scienziati di 16 discipline scientifiche diverse . La base dell’oncologia sperimentale è che perché si formi una neoplasia gli oncogeni devono essere spinti da una causa chimica, fisica o virale ma io aggiunsi che perché si potesse verificare questo doveva saltare il sistema di protezione chiamato scudo molecolare antiossidante.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (4 votes cast)
Share |

Nexus edizioni

Fonte: luogocomune.net

201405211017.jpg

È iniziata una campagna mediatica del regime di diffamazione, delegittimazione, disinformazione sul metodo Di Bella che anticipa il totale blocco e divieto.

In questa aggressione mediatica non abbiamo trovato un solo organo di informazione "ufficiale" né politico che abbia preso le difese del MDB, malgrado le evidenze scientifiche e le sentenze di merito basate su perizie giurate che certificano la remissione di tumori con MDB dopo il fallimento delle "cure di provata efficacia".

La diffamazione del MDB sta assumendo proporzioni tali da costituire un'indiretta e indebita interferenza e pressione di magistrati chiamati a valutare i ricorsi dei pazienti in cura con MDB e sui consiglieri regionali della Sicilia che stanno discutendo l'erogazione del MDB. Le USL hanno cominciato regolarmente a fare opposizione a sentenze di casi in cui è documentata in forma inequivocabile e completa la remissione con MDB, dopo il fallimento della chemio, questo in base alle conclusioni della PSEUDO sperimentazione del 1998....... Nessuna terapia è stata osteggiata, odiata, diffamata, e censurata come il MDB, che ebbe l'onore di decreti legge per vietare l' uso di componenti essenziali.


  • Currently 4.1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 4.1/5 (10 votes cast)
Share |

H1N1 -Petizione

Vaccino e Influenza Suina: firma per il diritto ad essere informato!

Macrolibrarsi.it presenta: L'INFLUENZA SUINA A/H1N1 - Un indagine accurata e scientifica per una scelta consapevole
Powered by Movable Type 5.13-en

Dizionario dei Codici E


SCARICA il pratico tascabile per riconoscere i Codici E
Dizionario dei codici E, Additivi negli alimenti, come riconoscerli FORMATO .PDF

EAdditivi - App per Iphone

Schermata1.png SCARICA GRATIS l'elenco dei maggiori additivi alimentari con descrizione e rispettivo grado di tossicità.
Un'applicazione utilissima per essere consapevoli degli additivi alimentari presenti in ciò che mangiamo.


Giornalino n. 16

Scarica il giornalino n.16 de La Leva di Archimede
Luglio 2012

G16.jpg
Scarica il PDF

Giornalino n. 15

Scarica il giornalino n.15 de La Leva di Archimede
Luglio 2010

G15.jpg
Scarica il PDF

Giornalini n. 14

Scarica il giornalino n.14 de La Leva di Archimede
Speciale Vaccinazioni - Novembre 2009

G14.jpg
Scarica il PDF

Ricevi Aggionamenti

Scrivi il tuo indirizzo email nel campo qui di seguito e clicca "Iscrivimi!" per ricevere notifiche di nuovi articoli pubblicati su questo sito

Inserisci la tua email


Powered by FeedBlitz

La nostra rete

About this Archive

This page is a archive of recent entries in the Cancro category.

Find recent content on the main index or look in the archives to find all content.