Il business segreto della vendita dei virus che coinvolge aziende e trafficanti

Ceppi di aviaria spediti in Italia per posta. Accordi tra scienziati e aziende. L'inchiesta segreta dei Nas e della procura di Roma ipotizza un vero e proprio traffico illegale. E nel registro degli indagati c'è un nome eccellente: quello di Ilaria Capua, virologa di fama e deputato. Che respinge le accuse

di Lirio Abbate

Dentro, in una confezione termica, alcuni cubetti di ghiaccio molto speciali: contengono uno dei virus dell’aviaria, l’epidemia che dieci anni fa ha scatenato il panico in tutto il pianeta. Quando il postino lo consegna, il destinatario è assente: è il manager italiano di una grande azienda veterinaria. La moglie lo chiama al telefono: «Cosa devo farci?». «Mettilo subito nel congelatore». Sembra il copione di un film apocalittico, con la malattia trasmessa da continente a continente scavalcando tutti i controlli. Invece è uno degli episodi choc descritti in un’inchiesta top secret della procura di Roma sul traffico internazionale di virus, scambiati da ricercatori senza scrupoli e dirigenti di industrie farmaceutiche: tutti pronti ad accumulare soldi e fama grazie alla paura delle epidemie. Questa indagine svela il retroscena dell’emergenza sanitaria provocata dall’aviaria in Italia. E si scopre che i ceppi delle malattie più contagiose per gli animali e, in alcuni casi, persino per gli uomini viaggiano da un Paese all’altro, senza precauzioni e senza autorizzazioni. Esistono trafficanti disposti a pagare decine e decine di migliaia di euro pur di impadronirsi degli agenti patogeni: averli prima permette di sviluppare i vaccini battendo la concorrenza.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (2 votes cast)
Share |

Expo, la Regione Lombardia alle scuole: "Portate gli alunni da McDonald's, il gelato è gratis"

Lettera ai direttori di istituto dell'assessore Aprea, che raccomanda agli insegnanti l'offerta del colosso sponsor della manifestazione. Protesta il M5S: "È inammissibile"

di MATTEO PUCCIARELLI

  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

Cupola dei vaccini, si sospende Marabelli
dirigente del ministero della Salute indagato

Dopo la chiusura dell'indagine Romano Marabelli lascia l'incarico di vertice del dicastero. Dove era stato messo dal ministro Beatrice Lorenzin, nonostante "l'Espresso" avesse rivelato il suo ruolo nel traffico dei virus

di Gianluca Di Feo

Ma non potevano pensarci prima? Non si poteva evitare un'altra figuraccia alla credibilità delle istituzioni? Romano Marabelli si è infine autosospeso dalla carica di segretario generale del ministero della Salute. Lo ha fatto due giorni dopo la chiusura dell'istruttoria nei suoi confronti per quella che i magistrati hanno definito “la cupola dei vaccini”, capace di trasformare le epidemie in un'occasione per alimentare affari e carriere, in una commistione tra uffici pubblici e aziende private senza precedenti. Che, secondo le contestazioni della procura di Roma, avrebbe anche contribuito a diffondere negli allevamenti italiani il devastante virus della lingua blu.

  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

Nota: Così funziona. Non ammetteranno mai l'errore altrimenti sarebbero costretti a chiudere per i risarcimenti dovuti. L'unica cosa che possono fare è ritirare dal mercato ciò che è divenuto sconveniente, in maniera controllata. Sta succedendo con l'aspartame, gli antibiotici usati negli allevamenti, i coloranti chimici ed è già successo in passato in altre situazioni.

Pepsi, Kraft e Nestlé, stop ad aspartame e coloranti
Sono sostanze innocue (ah ah ah, ndr) ma danno a queste multinazionali una cattiva immagine


Da Pepsi a McDonald. Ma anche Kraft e Nestlé. Fra le aziende alimentari più grandi del mondo è scattata la corsa ad essere il più “naturali” possibile, secondo le aspettative del pubblico, eliminando sostanze come l’aspartame o i coloranti che pur essendo innocue hanno una cattiva immagine. L’ultima in ordine di tempo è stata l’azienda di bevande, che ha rinunciato appunto al dolcificante nonostante gli studi scientifici lo considerino sicuro.


  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 3.7/5 (3 votes cast)
Share |

Neil Young: il nuovo disco è contro Monsanto Company

di Stefano Leto

Neil Young, il grandissimo cantautore canadese, ha annunciato l’uscita di un nuovo disco dal titolo "The Monsanto Years" che, ne siamo certi, farà un certo scalpore.

neil young.jpg

Il prossimo 16 giugno è la data ufficiale dell'uscita del lavoro discografico che, già dal titolo, sembra volere chiarire il punto di vista del cantautore nativo di Toronto.




  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (3 votes cast)
Share |

Alluminio: scoperti i meccanismi di tossicità del metallo

di Maria Tomaseo Negli ultimi 40 anni un terzo dei terreni coltivabili di tutto il mondo è stato perso perchè non produceva più. Uno degli elementi maggiormente responsabili di questo processo è l’alluminio, che costituisce un problema in particolare per i suoli acidi: circa il 40% dei terreni agricoli del mondo.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (2 votes cast)
Share |

Encefalite post-vaccino, ministero riconosce l'indennizzo per un bimba


di MICHELE BOCCI

La decisione della Sanità sul ricorso di una famiglia calabrese la cui figlia aveva cominciato a manifestare i sintomi dopo la vaccinazione per Mmr. Le motivazioni: "In assenza di altre cause certe, non è possibile escludere il nesso tra l'iniezione e l'infermità". L'esperto: casi simili sono molto più rari delle encefaliti provocate dalla malattia contro cui ci si immunizza


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (2 votes cast)
Share |

Verona 28 aprile 2015

Ho tentato di sottoporre il problema dei molteplici danni da vaccino, inviando il mio libro tradotto in francese dal titolo "Maijeur et Vacciné ou... le droit de vivre?", direttamente al Presidente Mattarella. Come ho fatto già altre volte precedenti inviandolo il mio libro ad altre alte cariche del nostro Stato, dalle quali ho ricevuto varie risposte di ringraziamento, tutte molto evasive, ma mai così stringate come quella che ho ricevuto proprio oggi dal Segretariato Generale della Presidenza della Repubblica, a firma del Capo del Servizio. In allegato alla mia lettera avevo inviato anche un commento fatto da me su Fb, riguardante la causa, contro il famigerato signor Duilio Poggiolini (ex direttore del Servizio Farmaceutico del Ministero della Sanità, legato a filo diretto all'ex Ministro Francesco De Lorenzo, quando lessi su Fb, che gli era stato solo revocato il titolo di Cavaliere, proprio dal Presidente Mattarella, facendo nel contesto le mie critiche per questo gesto. Proprio questa mattina mi è arrivata una lettera dalla Segreteria Generale della Presidenza della Repubblica, nella quale vi riporto testualmente ciò che è scritto:


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

Riconosciuto il nesso tra la sindrome cerebellare secondaria e alcuni tipi di vaccinazioni

L’avvocato Vincenza Matacera ottiene una vittoria che non ha precedenti in Italia e ottiene il riconoscimento dell’indennizzo dal Ministero della Salute per conto di una bimba e della sua famiglia

Per la prima volta in Italia è stato accolto un ricorso per il riconoscimento del nesso eziologico tra la “sindrome cerebellare secondaria” e la vaccinazione per morbillo, orecchioni e rosolia. E questo riconoscimento è arrivato direttamente dal ministero della Salute che ha accolto il ricorso dell’avvocato catanzarese Vincenza Matacera, presentato per tutelare i diritti di una famiglia e della loro piccolina che avrà diritto all’indennizzo previsto.

  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

I pesticidi possono avere l'effetto di rendere i batteri resistenti agli antibiotici. È il caso di erbicidi comunemente utilizzati come Roundup, Kamba e 2,4-D. A sostenerlo è una ricerca guidata da un team dell’Università neozelandese di Canterbury pubblicato dalla rivista dell’American Society of MicrobiologymBio. Come rileva lo studio, in fase di approvazione, gli erbicidi possono essere testati anche per la loro capacità di uccidere i batteri ma non sono mai testati per verificarne altri possibili effetti.

Per avere conferma dei risultati del loro studio, i ricercatori hanno fatto condurre lo stesso esperimento a un collega di un’altra Università neozelandese, quella di Massey, che ha seguito la medesima procedura, senza sapere quale sostanza specifica aggiungeva ai batteri, ottenendo gli stessi risultati.

Le concentrazioni di erbicidi utilizzate nello studio, che hanno mostrato la possibilità di indurre una resistenza di taluni batteri agli antibiotici, erano superiori a quelle massime ammesse come residuo nei cibi ma all’interno delle quantità consentite nella loro applicazione sui terreni.

Fonte: http://www.informasalus.it/it/articoli/pesticidi-resistenza-antibiotici.php


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

H1N1 -Petizione

Vaccino e Influenza Suina: firma per il diritto ad essere informato!

Macrolibrarsi.it presenta: L'INFLUENZA SUINA A/H1N1 - Un indagine accurata e scientifica per una scelta consapevole
Powered by Movable Type 5.13-en

Dizionario dei Codici E


SCARICA il pratico tascabile per riconoscere i Codici E
Dizionario dei codici E, Additivi negli alimenti, come riconoscerli FORMATO .PDF

EAdditivi - App per Iphone

Schermata1.png SCARICA GRATIS l'elenco dei maggiori additivi alimentari con descrizione e rispettivo grado di tossicità.
Un'applicazione utilissima per essere consapevoli degli additivi alimentari presenti in ciò che mangiamo.


Giornalino n. 16

Scarica il giornalino n.16 de La Leva di Archimede
Luglio 2012

G16.jpg
Scarica il PDF

Giornalino n. 15

Scarica il giornalino n.15 de La Leva di Archimede
Luglio 2010

G15.jpg
Scarica il PDF

Giornalini n. 14

Scarica il giornalino n.14 de La Leva di Archimede
Speciale Vaccinazioni - Novembre 2009

G14.jpg
Scarica il PDF

Ricevi Aggionamenti

Scrivi il tuo indirizzo email nel campo qui di seguito e clicca "Iscrivimi!" per ricevere notifiche di nuovi articoli pubblicati su questo sito

Inserisci la tua email


Powered by FeedBlitz

La nostra rete

Find recent content on the main index or look in the archives to find all content.