Ritiro Analgesico Per Rischi Suicidio in GB

|

Farmaci: Times, Gb Vicina a Ritiro Analgesico Per Rischi Suicidio

Roma, 31 gen (Adnkronos Salute) - L'agenzia britannica del farmaco dovrebbe ordinare a breve il ritiro dal commercio di un farmaco analgesico, molto prescritto dai medici da circa 40 anni. Il medicinale e' ritenuto potenzialmente pericoloso in quanto responsabile di un aumento 'anomalo' di suicidi. E' quanto si legge oggi sulle pagine del quotidiano inglese The Times. L'Agenzia regolatoria - secondo il Times - dovrebbe ordinare il ritiro nei prossimi giorni dell'antidolorifico, venduto in Gran Bretagna sia con il nome generico di co-proxamolo, sia con il nome commerciale di Distalgesic*, Dolgesic* o Cosalgesic*. Si tratta di una combinazione di paracetamolo (ibuprofene), analgesico fra i piu' diffusi, e di dextropropossifene (Dxp), un oppioide della stessa famiglia del metadone. Il prodotto, sempre a quanto riferisce il Times, avrebbe degli effetti indesiderati molto gravi a dosi leggermente superiori a quelle massime raccomandate. Il quotidiano cita poi uno studio recente, secondo cui il medicinale, i cui effetti sono amplificati dall'assunzione di alcol, sarebbe responsabile del 18% dei decessi legati ai farmaci e del 5% del totale dei suicidi. L'effetto antidolorifico del co-proxamolo e' simile a quello del paracetamolo, ma il rischio di suicidio e' di 28 volte maggiore in caso di sovradosaggio, aggiunge l'articolo. L'agenzia del farmaco aveva avviato, lo scorso giugno, un'indagine sulla sicurezza del prodotto. E sarebbero stati proprio i risultati di questa inchiesta a portare l'agenzia al ritiro dal mercato del farmaco, che ogni anno registra in Gran Bretagna ben 8 milioni di prescrizioni.

Fonte: Ife/Adnkronos Salute
Lunedì 31 Gennaio 2005, 16:48


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Milano,  25 gen 2005 - 14:30

Sono sempre piu' numerosi i casi di intossicazione acuta causati da farmaci e come per altre sostanze, i bambini sono coinvolti in larga misura. E' quanto emerge dai dati analizzati dal Centro Antiveleni dell'Ospedale Niguarda Ca' Granda, frutto di migliaia di segnalazioni. Delle 54.869 consulenze erogate nel periodo analizzato, 17.418 (pari al 34%) hanno come oggetto il farmaco e tra queste quasi 6mila riguardano i bimbi da 0 a 4 anni. "Le cause piu' frequenti - dice Franca Davanzo, responsabile del Centro Antiveleni, sono soprattutto dovute all'assunzione da parte dei bambini di farmaci lasciati alla loro portata, piuttosto che ad errori di somministrazione del farmaco prescritto in terapia". Il Centro Antiveleni ha la piu' ampia casistica a livello nazionale e costituisce un osservatorio privilegiato per l'analisi dei comportamenti a rischio dei cittadini, non soltanto per quanto riguarda i farmaci, ma per diverse categorie di prodotti che possono dare origine ad intossicazioni acute (casalinghi, alimenti, cosmetici, droga, presidi medico chirurgici, antiparassitari e altri). (AGI)

Fonte: http://www.kataweb.it/news/


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

1° Forum Nazionale sulla Riforma Monetaria

|

"L'attuale creazione di denaro dal nulla operata dal sistema bancario è identica alla creazione di moneta da parte di falsari. La sola differenza è che sono diversi coloro che ne traggono profitto" (Maurice Allais, Nobel per l'Economia)  

1° Forum Nazionale sulla Riforma Monetaria
Roma, Domenica 30 Gennaio 2005

Con la fine della convertibilità aurea si è manifestata la natura sociale della moneta: poichè siamo noi cittadini - con l'accettazione - a dare valore ad essa, dobbiamo essere noi, dal basso, a controllarne l'emissione e la gestione. Vogliamo raccogliere tutte le proposte operative che vadano nella direzione di una riforma monetaria: monete alternative, azioni legali, proposte politiche.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Nelle donne, l'acido folico, abbondante nella frutta e nelle verdure verdi, potrebbe impedire, se assunto in abbondanza come integratore nutrizionale, lo svilupparsi dell'ipertensione arteriosa grazie all'azione che è in grado di esercitare sui vasi sanguigni. A stabilirlo è stato un ampio studio pubblicato negli Stati Uniti.
L'acido folico non ha però alcun effetto sulla pressione arteriosa quando è assorbito attraverso il consumo normale di frutta e verdura. Solo l'assorbimento in alte dosi sotto forma di integratori alimentari sembra avere un effetto sui vasi sanguigni. A sottolinearlo è lo studio condotto da John Forman, del Brigham and Women’s Hospital di Boston le cui conclusioni sono state pubblicate sul "Journal of the American Medical Association" (JAMA).
Forman precisa che si tratta del primo studio ampio che mostra un legame tra l'assorbimento di acido folico e la prevenzione dell'ipertensione e le conclusioni cui è giunto sono incoraggianti, ma la ricerca non è giunta ad un punto tale da poter indurre lo studioso a consigliare alle donne di assumere elevate quantità di acido folico a tal fine. Ulteriori studi sono ora necessari prima di raccomandarlo come strumento di prevenzione.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

I vaccini? Una fonte di pericolo, almeno a stare ad alcuni fatti emersi negli ultimi anni, se è vero che c'è chi sospetta che l'aumento dei casi di cancro nei bambini, che si aggiunge al boom dei casi di meningite in Svizzera e persino la ''Sindrome dei Balcani'', l'origine della quale è stata attribuita all'uranio impoverito, potrebbe essere stato colpa proprio dei vaccini, il cui utilizzo è da sempre ritenuto uno degli indicatori del livello di sviluppo di un paese quanto a tutela della salute, e non solo.
Ora c'è il rischio che proprio gli abitanti dei paesi più sviluppati, e quindi più vaccinati, possano essere sottoposti, prevenuta la malattia cui il vaccino rivolge il proprio effetto, a nuovi rischi più subdoli ma non meno insidiosi.
Uno studio pubblicato su The Lancet mostra come negli ultimi tre decenni sia aumentato il rischio di cancro per i bambini fino ai 20 anni d'età l'incidenza resti molto bassa, i ricercatori hanno registrato un allarmante incremento del 1 per cento e dell'1,5 per cento rispettivamente in bambini e adolescenti, con la tendenza a un ulteriore aumento nei prossimi anni.


  • Currently 1.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 1.5/5 (2 votes cast)
Share |

Una meta-analisi ha valutato il rischio di ictus, susseguente alla terapia di sostituzione ormonale.

Sono stati individuati 28 studi clinici che hanno coinvolto 39.769 soggetti.

La terapia ormonale sostitutiva è risultata associata ad un significativo aumento del rischio di ictus totale ( odds ratio, OR: 1,29 ), ictus non fatale ( OR = 1,23 ), ictus fatale o ictus associato a disabilità ( OR = 1,56 ), ictus ischemico ( OR = 1,29 ).

Non è stata invece osservata una correlazione tra terapia ormonale sostitutiva ed ictus emorragico o TIA ( attacco ischemico transitorio ).

Gli Autori della meta-analisi hanno concluso che la terapia di sostituzione ormonale è associata ad un aumentato rischio di ictus, particolarmente di tipo ischemico.

Nelle donne già colpite da ictus, l’assunzione della terapia sostitutiva sembra peggiorare l’outcome ( prognosi ).

La terapia di sostituzione ormonale non può essere raccomandata nella prevenzione primaria o secondaria dell’ictus.

Fonte: British Medical Journal, 2005
XagenaHeadlines2005


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Giovanni Puccio, lo scienziato palermitano spina nel fianco della Medicina Ufficiale Internazionale

E’ facile, fin troppo, in un mondo dominato da false verità e giochi di interessi più grandi di noi, distruggere con due parole un uomo piccolo, una goccia nel mare. Anche i giornali si sono sbizzarriti, più nei titoli, in verità, che nel contenuto degli articoli: Geometra palermitano ha scoperto la cura del cancro… Vaccino per il cancro inventato da un ex agente di legname… Scienziato fai da te ha scoperto la causa per il cancro… e via così.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

Processo ai farmaci

|

di Rob Waters da Adbusters

I produttori di antidepressivi cooperano con i procuratori distrettuali affinchè venga smentito il coinvolgimento di questi farmaci in atti criminali compiuti da coloro che ne fanno uso. In gioco ci sono la reputazione dell’antidepressivo più venduto negli Stati Uniti, i suoi 3 milioni di dollari di vendita – e il futuro di molte persone.

Durante i suoi 12 anni, le uniche figure constanti e affidabili nella turbolenta vita di Christopher Pittman erano state i nonni paterni. “Amava i suoi nonni con tutto il cuore”, ha dichiarato Joe Pittman, il padre del ragazzo. “Erano la sua vita”. Tuttavia, la notte del 28 dicembre del 2001 Christopher si alzò dal letto e prese il fucile da caccia calibro 410 con meccanismo a pompa, che era stato tramandato da suo nonno a suo padre e da suo padre a lui. Quindi sparò ai corpi addormentati di Joe Frank Pittman (66 anni) e di sua moglie Joy (62), poi incendiò la casa e scappò via.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Crimini ambientali
Compagnia Newont smaltisce rifiuti tossici in Indonesia
La compagnia mineraria Newmont ha smaltito i suoi prodotti tossici in Indonesia, Perù e Uzbekistan: lo si legge in un rapporto interno della stessa multinazionale statunitense ottenuto dal quotidiano americano ‘The New York Times’.

La compagnia, uno dei giganti internazionali dell’estrazione di metalli preziosi, ha sempre sostenuto di applicare all’estero gli stessi standard di sicurezza ambientale seguiti negli Usa, ma nel memorandum, cui la testata newyorchese dedica un articolo di prima pagina nell’edizione odierna, si afferma che l’azienda ha smaltito in quattro anni nella sola Indonesia 33 tonnellate di mercurio, di cui 17 nell’aria e 16 nella baia di Buyat, nel Sulawesi settentrionale.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Michael Moore WASHINGTON
Come se non bastasse la raffica di rivelazioni sul danno alla salute di alcuni tra i piu' venduti farmaci degli Stati Uniti, ecco che arriva una nuova fatica di Michael Moore.
Il documentarista di grande successo, che finora ha preso di mira la General Motors ('Roger & Me'), la lobby delle armi ('Bowling for Columbine') e il presidente George W. Bush ('Fahrenheit 9/11'), ha scelto come prossimo bersaglio l'industria della sanita'. Lo scrive il 'Los Angeles Times'.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

H1N1 -Petizione

Vaccino e Influenza Suina: firma per il diritto ad essere informato!

Macrolibrarsi.it presenta: L'INFLUENZA SUINA A/H1N1 - Un indagine accurata e scientifica per una scelta consapevole
Powered by Movable Type 5.13-en

Dizionario dei Codici E


SCARICA il pratico tascabile per riconoscere i Codici E
Dizionario dei codici E, Additivi negli alimenti, come riconoscerli FORMATO .PDF

EAdditivi - App per Iphone

Schermata1.png SCARICA GRATIS l'elenco dei maggiori additivi alimentari con descrizione e rispettivo grado di tossicità.
Un'applicazione utilissima per essere consapevoli degli additivi alimentari presenti in ciò che mangiamo.


Giornalino n. 16

Scarica il giornalino n.16 de La Leva di Archimede
Luglio 2012

G16.jpg
Scarica il PDF

Giornalino n. 15

Scarica il giornalino n.15 de La Leva di Archimede
Luglio 2010

G15.jpg
Scarica il PDF

Giornalini n. 14

Scarica il giornalino n.14 de La Leva di Archimede
Speciale Vaccinazioni - Novembre 2009

G14.jpg
Scarica il PDF

Ricevi Aggionamenti

Scrivi il tuo indirizzo email nel campo qui di seguito e clicca "Iscrivimi!" per ricevere notifiche di nuovi articoli pubblicati su questo sito

Inserisci la tua email


Powered by FeedBlitz

La nostra rete

Find recent content on the main index or look in the archives to find all content.