News della categoria Epidemie

Vaccino, lo fa solo il 15% dei sanitari

MICHELE BOCCI

DOVREBBERO essere i più sensibili verso la vaccinazione anti influenzale, perché lavorano a contatto con i malati. E invece gli operatori sanitari sono tra le categorie che si vaccinano di meno, tra quelle per le quali la prevenzione della malattia stagionale è gratuita. Il dato di copertura, in controtendenza rispetto a quello della popolazione generale, è pure in calo. Non proprio un bello spot per le campagne che vengono promosse dall'assessorato alla salute e nemmeno un supporto agli sforzi che gli epidemiologi fanno ogni anno per convincere chi è a rischio a vaccinarsi.

Nella stagione scorsa, 2015-2016, solo il 15% del personale che lavora nelle aziende sanitarie e ospedaliere toscane si è vaccinato. L'anno prima il dato era al 17,5%. Nessuna ex Asl va bene, dunque, ma a Livorno sono andati malissimo, con un 6,6% di adesione (l'anno prima il dato era intorno all'8%). Va ricordato come spesso si tratti di operatori a contatto con malati anche gravi ai quali è meglio non attaccare una malattia che può portare a complicanze, come appunto l'influenza. Ad andare meglio di tutti è la ex Asl fiorentina, che arriva al 25,4% di copertura. Il dato però è "sporcato" dal calo che c'è stato rispetto al 2014-2015, quando si era vaccinato il 41,1% dei medici, degli infermieri e degli operatori socio sanitari.Vaccini.jpg


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Traffico dei virus, Capua prosciolta. Ma le intercettazioni svelano il grande business

'Non luogo a procedere' per la virologa padovana. Ma l'inchiesta dei Nas mette in risalto gli affari e i conflitti di interessi celati dietro emergenze sanitarie. E racconta con dati di fatto quanto l’aviaria abbia arricchito Big Pharma


Il giudice per l’udienza preliminare di Verona, Laura Donati, ha ordinato il «non luogo a procedere» per la virologa e deputata di Scelta Civica, Ilaria Capua, e altre dodici imputati accusati a vario titolo di traffico illecito di virus dell’influenza aviaria. L'inchiesta, avviata dai carabinieri del Nas e coordinata dalla procura di Roma, è stata poi trasferita a Venezia.

virustraffic.jpg

  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Vaccini, obbligo e verità

| | Commenti (0)

Vaccini, obbligo e verità
dal blog Gioia Locati

Perché un personaggio famoso non può esprimersi pubblicamente sui vaccini? E perchè si temono le opinioni diverse?

Perché si vuole introdurre l’obbligo delle vaccinazioni per ammettere i bambini al nido? (Se ne discute in Emilia Romagna e in Lombardia).

Quali sono le malattie da debellare, per le quali è necessaria la copertura del 95%? I bambini sotto i sei anni “dovrebbero” fare 48 iniezioni contro 14 malattie, ma non si trovano nè lo spazio (hanno solo due cosce) nè il tempo per farle tutte.

Perché, quando si parla di vaccini, si ricorda che “l’antipoliomielite ha salvato il mondo” e ci si dimentica che dal 1991 a oggi – come conseguenza di una tangente fra l’ex ministro De Lorenzo e la ditta produttrice – si continua a inoculare ai neonati l‘antiepatite B che si contrae solo con il sangue infetto e i rapporti sessuali promiscui? Siamo l’unico Paese al mondo, assieme a quelli dell’Est e alla Grecia, a vaccinare i neonati per l’antiepatite B.

Perché in alcune regioni (Toscana, Liguria, Veneto e Sicilia) è già stato adottato il vaccino contro una forma di meningite (antimeningococco B) su neonati e adolescenti quando l’Istituto superiore di Sanità ne ha sconsigliato l’impiego?


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

EPIDEMIA DI PAROTITE (ORECCHIONI) AD HARVARD – IL VACCINO SEMBRA UNA FRODE

Fonte: http://bolenreport.com/mumps-outbreak-havard-vaccine-fraud/

Per oltre tre decenni Merck ha ottenuto dalla FDA la licenza esclusiva per la produzione del vaccino contro la parotite negli USA. La licenza fu approvata la prima volta nel 1967 e lo stesso ceppo virale usato allora viene usato ancora oggi. All’inizio era un vaccino monovalente, ma dopo il 1971 è stato incorporato nel vaccino MPR (MPR Morbillo Parotite Rosolia o MMR Measles Mumps Rubella) e da allora ogni anno negli USA vengono vendute 7 milioni di dosi.

Per ottenere la prima licenza Merck ha dovuto dimostrare alla FDA che il vaccino era efficace almeno al 95%. Questo significa che più del 95% di quelli che ricevevano il vaccino mostravano una risposta anticorpale adeguata. Si presume che questa risposta anticorpale corrisponde all’essere immunizzati, ma non è sempre così: il solo fatto di avere una risposta anticorpale ad un vaccino non significa che uno sia poi immune alla malattia, ma questo è un fatto spesso ignorato e lasciato in secondo piano. Sia come sia, non è questo l’argomento del mio post.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

5 SCANDALI STORICI CHE SONO STATI SOPPRESSI DALL’ESTABLISHMENT

La ripubblicazione è permessa con la piena attribuzione e link all’originale. (Originale qui, traduzione a cura di II)

“L’89% dei dottori si basano sulle informazioni provenienti dagli informatori farmaceutici” - The Australian Doctor 1989

5-historical-vax-scandals-1024x538.png


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (4 votes cast)
Share |

Di Kelly Patricia O'Meara, reporter investigativo.

Il Deputato della Florida David Jolly, determinato a capire le ragioni che stanno dietro al numero impressionante di veterani che si tolgono la vita, ha presentato una legge per ottenere un riesame dei decessi di veterani che si sono suicidati negli ultimi cinque anni, studiando i farmaci psicotropi prescritti ai veterani al momento della loro morte.

Il Citizen Commission for Human Rights - un'associazione USA imparentata col nostro Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU) - applaude la proposta di Legge di Prevenzione al suicidio dei Veterani (HR 4640). Mentre molti studi e recensioni sono stati condotti da vari enti governativi per determinare le cause dietro l'aumento del numero di suicidi tra veterani e militari, questa proposta di legge mette finalmente in discussione in modo specifico i trattamenti psichiatrici a base di psicofarmaci - ormai divenuti il cardine delle cure psichiatriche.suicidi-militari-psicofarmaci.jpg


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

vaccini-killer.jpg

di Andrea Cinquegrani – 30/04/2016

Dramma vaccini. Uno dei “buchi neri” della sanità di casa nostra, una delle pagine più vergognose giocata sulla pelle dei cittadini, genitori spesso e volentieri in balia di balle scientifiche spacciate per verità, i mega interessi delle case farmaceutiche e uno Stato incapace di garantire un minino di trasparenza e legalità. Uno Stato che spesso ti massacra due volte: prima mediante alcuni vaccini obbligatori somministrati spesso senza curarsi minimamente dello stato di salute del bimbo; e poi piombando i genitori in una inestricabile selva giudiziaria nella quale ormai ben pochi riescono ad ottenere “giustizia”, sempre più una chimera. Nel mezzo, un parlamento che non sa – o meglio non vuole – decidere e i pochi, coraggiosi tentativi dei 5 Stelle di porre un argine. Il tutto nella più totale disinformazione, con i media asserviti al potere di Big Pharma.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (3 votes cast)
Share |
Questo ragazzo africano abbracciato da Angelina Jolie ha l’autismo . E’ legato al palo per impedirgli di vagare e di essere mangiato dai leoni o cadere nel pozzo durante una crisi. Vagando è ciò che ai bambini con autismo può capitare. E quando il danno cerebrale è abbastanza grave, il bambino ha crisi epilettiche intense. La condizione è chiamata “Malattia Africana Nodding“, quando il bambino guarda assente per qualche minuto e la testa cade in avanti brevemente come se stesse annuendo addormentandosi. Questo nome viene dato per nascondere la vera condizione, che è di fatto un ‘assenza‘ , chiamato così perché la vittima sembra vuota e sembra essere assenti durante la crisi. Le convulsioni sono un sintomo di danno cerebrale.



  • Currently 2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 2/5 (1 votes cast)
Share |

Zika virus: allarmismo irresponsabile

| | Commenti (0)

Zika virus: allarmismo irresponsabile

Sullo Zika virus e la citata correlazione con la microcefalia in Brasile «si sta facendo una campagna mediatica a livello mondiale». Campagna che viene valutata e analizzata in maniera critica da Roberto Ronchetti, presidente della sezione Medici per l’Ambiente (Isde) di Roma e professore emerito di pediatria all'Università La Sapienza di Roma e da Pietro Massimiliano Bianco, tecnologo e ricercatore ISPRA. Riportiamo il loro intervento.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

VOGLIONO "UCCIDERCI" A COLPI DI VACCINO!!!

Non si tratta di complottismo o di fare sciocca dietrologia ma di prendere atto di come una falsa e prezzolata "scienza ufficiale", molto più attenta agli interessi economici che alla nostra salute, vada progressivamente ampliando l'offerta vaccinale senza alcuna verifica né presa d'atto di quelli che possono essere e sono gli effetti.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (3 votes cast)
Share |

E così fanno 29 vaccini

| | Commenti (0)

Grazie agli ascoltatori di Radio Studio 54 di Firenze abbiamo analizzato un altro vaccino. Questa volta si trattava del Menveo, un anti-meningite A, C, W135 e Y.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

È tutto un susseguirsi di ansiosi, pressanti e preoccupati appelli a vaccinare tutti i bimbi e vaccinarci tutti per l’influenza, a vaccinare tutte le donne di ogni età per il papilloma virus. È commovente la preoccupazione dei nostri politici di governo, istituzioni sanitarie, dell’informazione radiotelevisiva e cartacea, ovviamente tutta libera e indipendente, attivamente, interamente mobilitata (con rarissime eccezioni) e partecipe con instancabile ed eroico impegno a questa crociata dei disinteressati benefattori del popolo, così attenti e sensibili al benessere e salute dei loro amati sudditi. Il mondo ci invidia un governo, una classe politica e istituzioni sanitarie così oneste, competenti, efficienti, colte, preparate, disinteressate. È un quadro edificante, merita il popolo italiano una così grande fortuna? Si rende conto di quanti inestimabili benefici in tutti i campi, non solo nella sanità, sia debitore a questa classe politica? Un esempio, la continua cura e il pressante interesse per la nostra salute. Qualche ingrato e incompetente, tra cui 120 pediatri, ha osato contestare l’affettuoso invito a scaricare di colpo sei vaccinazioni (vaccini esavalenti) a 3 mesi di età, seguite da una continua serie fino a 15 mesi, il resto dopo: http://www.quotidiano.net/vaccini-medici-contrari-1.1429559


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

Virus, virus, virus… Sempre colpa dei virus!

Intanto vorrei dichiarare subito che la mia influenza non me l’ha generata nessun virus stagionale. Quando mi sono sentita tormentata dalla cosiddetta sindrome influenzale e il mio sistema muscolo-scheletrico sembrava reduce da un incontro frontale con un camioncino, ho realizzato subito che era tutto “home–made”, cioè colpa mia!

I germi adorano le persone deboli, le cellule distrutte, la mancanza di ossigeno nei tessuti (anaerobiosi) e altri dis-metabolismi… Summa summarum: i germi sguazzano nei malcostumi della vita.

Quindi, la mia(!) influenza me la sono costruita su misura: carenza di adeguato sonno, troppi pensieri stressanti, troppi caffè, il lavorare troppo e a lungo sotto la luna, mancanza di moto all’aria aperta…, combinato con un gran desiderio (l’istinto docet) di non fare nulla per almeno un mese e scappare sull’isoletta con le tre palme!


  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 4.8/5 (4 votes cast)
Share |

Immunologa della Harvard University smaschera il grande inganno della vaccinazione

Ciò che vi racconteremo è parte di un intervento dalla Dott.ssa Tetyana Obukhanych, dell’Università di Harvard, con dottorato in Immunologia. Le sue considerazioni demoliscono completamente l’attuale iniziativa legislativa destinata a rimuovere tutte le esenzioni vaccinali in California, scritta e presentata subito dopo la pseudo epidemia di morbillo avvenuta a Disneyland.

La Dott.ssa Obukhanych confuta abilmente tutte le falsità confezionate da Big Pharma e dal governo federale degli Stati Uniti nel tentativo di implementare il programma super-vaccinale all’ordine del giorno.

La Dott.ssa Tetyana Obukhanych, è altresì autrice del libro Vaccine Illusion. Ha studiato Immunologia in alcune delle più prestigiose istituzioni mediche di tutto il mondo. Ha conseguito il dottorato di ricerca in Immunologia presso la Rockefeller University di New York e ha proseguito la formazione post-dottorato presso la Harvard Medical School, [Boston, Massachusetts] e la Stanford University in California.

La Dott.ssa Tetyana Obukhanych ha scritto una lettera aperta al Legislatore della California, nella speranza che ravveda alcuni preconcetti diffusi in merito ai vaccini, al fine di aiutare a formulare una comprensione corretta ed equilibrata delle conoscenze scientifiche.


  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 4.7/5 (3 votes cast)
Share |

Influenza A, l’eccessivo allarmismo
di chi aveva interessi (economici) in gioco

Le dichiarazioni degli esperti sono state più pesanti rispetto alle fonti ufficiali: soprattutto se chi parlava aveva «conflitti»

La responsabilità di aver “gonfiato” mediaticamente la pandemia da virus influenzale H1N1 del 2009, la cosiddetta “suina”, non va tanto (o soltanto) alle autorità. Se il tono di molti articoli è risultato in quei mesi eccessivamente allarmistico, rispetto alla gravità con cui la malattia effettivamente si stava manifestando sul campo, la colpa è stata soprattutto di molti esperti. I loro conflitti di interessi li hanno infatti spinti a enfatizzare nelle interviste ai giornali la necessità di ricorrere al vaccino o di accumulare scorte di antivirali quando ormai era già evidente che l’andamento dell’infezione non era - fortunatamente - quel che era sembrato nelle primissime settimane, sulla base delle informazioni provenienti dal Messico.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

Il business zika e le zanzare Ogm

| | Commenti (0)
L’allarme dell’Oms sulla diffusione di microcefalia come possibile conseguenza della diffusione del virus zika è stato lanciato sulla base di soli 17 casi accertati fino a febbraio 2016 in una regione del Brasile, la stessa in cui le epidemie causate dal dengue e dalla chikungunya sono molto più pericolose e più estese. Non è affatto dimostrato, però, che la microcefalia dipenda effettivamente dalla compresenza dello zika. Può essere causata da un’ampia gamma di fattori, dalla denutrizione della mamma all’esposizione a sostanze tossiche a infezioni come la toxoplasmosi. Nel frattempo, tuttavia, il grande circo mediatico ha lanciato l’allarme planetario. Un fiume di notizie distorte e confuse dilaga ovunque. Serve soltanto ai soliti grandi pescatori: le transnazionali farmaceutiche, le imprese di biotecnologia che vendono vaccini e propongono la diffusione di zanzare transgeniche, i fabbricanti di veleni e i governi che utilizzano le “epidemie” per sviare l’attenzione da altri problemi

  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

Lettera aperta al Professor Giulio Tarro

Ho conosciuto il prof Tarro a Verona il 4 agosto 2011, in occasione della cerimonia di inaugurazione dei Giardini pubblici dedicati a Marco e Andrea Tremante, “deceduti in seguito a vaccinazione obbligatoria” come recita la targa commemorativa. L’ho incontrato qualche anno dopo, sempre a Verona, in occasione della costituzione della Fondazione Tremante.

  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |
Uno speciale per cercare di far luce su uno degli argomenti più dibattuti degli ultimi anni, ma su cui pesa fortemente il sospetto di un'informazione ammaestrata dagli interessi delle corporation.

  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Firenze, vaccinazioni meningite: "Noi medici diciamo no, troppi rischi in ambulatorio”

Le motivazioni dei dottori che non aderiscono alla campagna: servono attrezzature in caso di reazione allergica, e poi tutti quei moduli da fare...

di MICHELE BOCCI

Vaccinare fa perdere troppo tempo ed è pure un po' rischioso. Sono queste le motivazioni principali che spingono molti medici di famiglia a non partecipare alla campagna voluta dalla Regione. Eppure sarebbero fondamentali per riuscire a dare il farmaco ad almeno un milione di toscani, come previsto dalla Regione. «E poi non ci sono abbastanza vaccini», spiega un professionista. In effetti in questo momento le dosi scarseggiano ma la Asl ha promesso la prossima settimana di rifornire tutti i dottori che ne faranno richiesta.

  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Meningite: "Più casi diagnosticati col nuovo test molecolare"

Probabilmente non c’è stato un aumento del numero di meningiti, a partire dal 2015. Ma il test molecolare, che proprio da quall’anno ha soppiantato l’analisi colturale del batterio, permette di individuarne un numero maggiore, addirittura di due terzi

  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Bimbo narcolettico dopo anti H1N1, maxi risarcimento in Gb

Maxi risarcimento da 120 mila sterline nel Regno Unito per un bambino di 10 anni che ha sviluppato una rara malattia del sonno dopo che, nel 2010, gli è stato somministrato il vaccino anti H1N1 pandemico. La famiglia aveva presentato ricorso contro il governo che inizialmente si era rifiutato di pagare valutando che la disabilità del bambino non rientrasse nel livello di gravità per il quale è previsto il risarcimento. Secondo quanto scrive la stampa inglese, il bimbo che vive a Frome, nel Somerset, ha sviluppato la narcolessia (un disturbo che causa improvvisi addormentamenti) 6 anni fa, dopo aver ricevuto il vaccino sviluppato contro il virus responsabile della pandemia del 2009.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

La denuncia dal laboratorio molecolare di Milford (Usa): «Vaccino hpv, manipolati i dati sulla sicurezza»

Il dottor Sin Hang Lee è il Direttore del Laboratorio Molecolare di Milford USA che da tempo studia le reazioni avverse insorte dopo la somministrazione del vaccino anti-papillomavirus. Il 14 gennaio 2016 ha inviato una lettera aperta al Direttore generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, Dr.ssa Margaret Chan, ai membri del Comitato consultivo globale sulla sicurezza dei vaccini (GACVS), ai membri dei Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie USA (CdC), al Ministero della Sanità giapponese e ad altri autorevoli esponenti delle istituzioni sanitarie mondiali per denunciare la manipolazione dei dati e la soppressione della verità riguardo la sicurezza del vaccino HPV.
Secondo la lettera del Dr. Lee, una serie di email recentemente rese pubbliche in Nuova Zelanda, hanno rivelato che il Dr. Robert Pless presidente del GACVS, il Dr. Nabae Koji del Ministero della salute del Giappone, la Dr.ssa Melinda Wharton del CDC, la Dr.ssa Helen Petousis-Harris dell’Università di Auckland, Nuova Zelanda, ed altri (compresi funzionari ddell’OMS) potrebbero essersi adoperati per evitare che, nell’inchiesta sulla sicurezza del vaccino antiHPV condotta in Giappone, si condividessero informazioni sui meccanismi che causano le reazioni avverse. In questo Paese la vaccinazione è stata sospesa a causa dell’elevato numero di danni segnalati dalle ragazze vaccinate.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

Spettabile redazione di “Presa Diretta”,

ho sempre seguito con grande interesse le Vostre trasmissioni così come quelle di “Report” – con la quale il Dott. Iacona collaborava negli anni scorsi – considerandole come le poche voci “fuori dal coro” del panorama radiotelevisivo nazionale e, conseguentemente, le poche svincolate da conflitti d’interessi.


  • Currently 4.1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 4.1/5 (15 votes cast)
Share |

«Conflitto d'interessi sull'influenza A»
Manuela Perrone

ROMA
Per chi non se ne fosse accorto, la pandemia da virus A/H1N1 è ancora al livello massimo di allarme: il sesto, lo stesso dichiarato l'11 giugno 2009. Due giorni fa gli esperti del segretissimo Emergency Committee, che coadiuva il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità, Margaret Chan, hanno rinviato a luglio ogni modifica. Ma proprio sugli esperti Oms, ieri, è caduta una tegola non da poco: un'inchiesta del prestigioso British Medical Journal e del Bureau of investigative journalism ha rivelato l'esistenza di consolidati rapporti, non sempre dichiarati, tra alcuni dei consulenti più "antichi" e i produttori di antivirali e vaccini. Relazioni che gettano un'ombra sulla gestione dell'emergenza, viziata all'origine dal cambiamento in corsa della definizione di pandemia (a maggio sparì il riferimento a «un alto numero di vittime», come subito denunciò l'epidemiologo Tom Jefferson della Cochrane Collaboration).
L'inchiesta, condotta da Deborah Cohen e Philip Carter, fa il paio con la relazione finale licenziata sempre ieri dalla commissione salute del Consiglio d'Europa, che a gennaio aveva avviato un'indagine ad hoc. Il testo, che sarà discusso il 24 giugno in assemblea, conclude che c'è «schiacciante evidenza che la gravità della pandemia è stata enormemente gonfiata dall'Oms». Il Bmj parte da più lontano: dal 1999, quando fu redatto il primo piano globale anti-pandemia, in collaborazione con l'Eswi, il gruppo di lavoro europeo sull'influenza cui appartenevano alcuni dei più noti consulenti Oms, come l'olandese Albert Osterhaus e l'inglese Karl Nicholson. «Ma il il testo non rivelava – si legge sul Bmj – che l'Eswi è interamente finanziato da Roche e altre aziende».


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

La verità sugli studi sul vaccino antiinfluenzale

di Roberto Gava


La sindrome influenzale che si manifesta dall'autunno alla fine dell'inverno è causata da molti virus e solo l'8-9% di queste infezioni è causata dal vero virus influenzale. Quindi il vaccino antiinfluenzale, se anche fosse efficace al 100%, potrebbe proteggere solo l'8-9% dei vaccinati. In realtà, la sua efficacia è molto inferiore (40-60%) e quindi si pensa che protegga solo il 3-6% dei vaccinati (quando va bene e quando il virus che causa l'epidemia è tra quelli che sono stati scelti per dare origine al vaccino, cosa che non è assolutamente avvenuta nell'inverno 2014-2015 quando l'efficacia del vaccino antiinfluenzale è stata del 23%) (1).


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

H1N1 -Petizione

Vaccino e Influenza Suina: firma per il diritto ad essere informato!

Macrolibrarsi.it presenta: L'INFLUENZA SUINA A/H1N1 - Un indagine accurata e scientifica per una scelta consapevole
Powered by Movable Type 5.13-en

Dizionario dei Codici E


SCARICA il pratico tascabile per riconoscere i Codici E
Dizionario dei codici E, Additivi negli alimenti, come riconoscerli FORMATO .PDF

EAdditivi - App per Iphone

Schermata1.png SCARICA GRATIS l'elenco dei maggiori additivi alimentari con descrizione e rispettivo grado di tossicità.
Un'applicazione utilissima per essere consapevoli degli additivi alimentari presenti in ciò che mangiamo.


Giornalino n. 16

Scarica il giornalino n.16 de La Leva di Archimede
Luglio 2012

G16.jpg
Scarica il PDF

Giornalino n. 15

Scarica il giornalino n.15 de La Leva di Archimede
Luglio 2010

G15.jpg
Scarica il PDF

Giornalini n. 14

Scarica il giornalino n.14 de La Leva di Archimede
Speciale Vaccinazioni - Novembre 2009

G14.jpg
Scarica il PDF

Ricevi Aggionamenti

Scrivi il tuo indirizzo email nel campo qui di seguito e clicca "Iscrivimi!" per ricevere notifiche di nuovi articoli pubblicati su questo sito

Inserisci la tua email


Powered by FeedBlitz

La nostra rete

Altri siti


About this Archive

This page is a archive of recent entries in the Epidemie category.

AIDS is the previous category.

Influenza Suina H1N1 is the next category.

Find recent content on the main index or look in the archives to find all content.