PSICOFARMACI: COSA SUCCEDE IN ITALIA?

| | Commenti (0)

PSICOFARMACI: COSA SUCCEDE IN ITALIA?

Si schiera dalla parte dei cittadini Daniela Guerra dei Verdi, che nella risoluzione espressa presso la Giunta Regionale dell'Emilia Romagna, chiede al Ministero della Salute di intervenire in materia psicofarmaci, perché il metilfenidato (Ritalin) e l'atomoxetina (Strattera) tornino nella tabella degli stupefacenti. Ricordiamo che il Ritalin è un’anfetamina somministrata ai bambini, scomparsa in Italia nell'89 e rimasta nella tabella stupefacenti sino al 2003; riportata il 26 aprile 2006 tra le sostanze stupefacenti, il 10 marzo 2007, l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) aveva deciso di riammetterla tra i farmaci normalmente prescrivibili.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

L'omeopatia per tutti: un progetto unico e speciale, che parte da Roma e arriva in India.

Quando si dice una buona notizia. Una di quella che dovrebbe girare di più. Dallo scorso settembre a Roma, precisamente presso la Parrocchia S. Maria Immacolata di Lourdes in via Santa Bernadette 23, è stato istituito un servizio ambulatoriale di Medicina Omeopatica ed Omotossicologia, che ha una doppia e intelligente finalità: fornire un servizio di consulenza medica ad un prezzo finalmente accessibile (una visita costa infatti solo 20 euro) e devolvere tutti i ricavi di queste visite a favore di un progetto di assistenza molto speciale destinato a una scuola e a un orfanotrofio in una zona povera dell'India meridionale. L’impegno è attualmente orientato nel fornire i mezzi di trasporto necessari ai bambini poveri di Anjengo per frequentare le scuole di Varkala e Trivandrum, Kerala.

Ma questa iniziativa vuole essere solo un primo passo per un più ampio progetto di cooperazione e sostegno concreto per alcune delle - sempre troppe - realtà di miseria che colpiscono tanti bambini e che caratterizzano molti paesi. L'idea e l'organizzazione di questa iniziativa, unica nel suo genere in Italia, è del dott. Riccardo Ferrero Leone, medico chirurgo che esercita la Medicina Generale integrando alcune discipline di Medicina non Convenzionale con particolare riguardo a:

Agopuntura
Omeopatia
Omotossicologia
Isoterapia integrata (http://www.wikimeglio.com/medicina/isoterapiaintegrata.htm)


  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 4.6/5 (9 votes cast)
Share |

MA LE INDUSTRIE FARMACEUTICHE HANNO INTERESSE A MANTENERE ALTO L'ALLARME
Tramonta il mito del colesterolo (cattivo)
La causa della maggiore incidenza di infarti e ictus potrebbe essere nelle proteine che trasportano il grasso

MILANO—Il mito del colesterolo sta (forse) per tramontare. A chiedersi ora se questo grasso del sangue sia davvero il gran colpevole di infarti e ictus non sono i soliti «grilli parlanti» dei siti web alternativi, ma molti rappresentanti del mondo scientifico. E da loro potrebbe arrivare, prima o poi, un’assoluzione per il celebre big killer della salute. L’ultima spallata al dogma che colesterolo alto è uguale a rischio cardiovascolare l’ha data lo studio Enhance che dimostra come due farmaci anticolesterolo insieme (l’ezetimibe che ne inibisce l’assorbimento intestinale e la simvastatina che ne riduce la produzione nel fegato) non siano meglio della simvastatina da sola. In altre parole: è vero che i due abbassano di più il colesterolo nel sangue, ma questo non si traduce in un reale beneficio per le arterie. Perché? E soprattutto perché le aziende hanno dato con ritardo i risultati di questo studio?


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (4 votes cast)
Share |

L’Agenzia medica svedese: I vaccini anti papilloma (HPV) potrebbero creare problemi per la salute oltre ad aggiungere costi alla prevenzione.

In un recente rapporto, l’agenzia governativa svedese per la valutazione medica (SBU), ha raccomandato al Consiglio Nazionale per la Salute e Previdenza di revisionare la strategia di prevenzione del cancro al collo dell’utero.
L’uso spropositato del vaccino HPV, promosso e pubblicizzato in grande scala dai produttori, aggiungerà una spesa sostanziosa all’ormai striminzito budget riservato alla prevenzione del cancro mentre l’efficacia dello stesso vaccino non potrà essere provato per duo o tre decenni.
L’articolo sotto riportato, apparso su un giornale svedese, sottolinea come la spinta eccessiva del governo ad inserire il vaccino HPV nel programma vaccinale dei bambini, ha creato false speranze non sostenute dalle evidenze scientifiche.

La spinta del vaccino HPV inganna le donne

Un nuovo studio di esperti sulla protezione contro il cancro al collo dell’utero.

Testo originale in svedese
Traduzione in inglese
La commercializzazione menzognera di un nuovo vaccino contro il cancro è un incredibile inganno alle donne svedesi e rischia di creare nuovi pericoli per la salute. Sono state poste alte aspettative su due nuovi vaccini contro certi virus che potrebbero causare cancro al collo dell’utero. Il Consiglio Nazionale svedese per la salute e previdenza sta subendo pressioni per inserire questi vaccini nel programma vaccinale dei bambini. Una valutazione scientifica presentata nel gennaio 2008 dimostra che gli studi sono insufficienti e incerti sugli effetti preventivi del vaccino contro il cancro. Con la vaccinazione generale esiste un serio rischio che un minor numero di donne si sottoporrà a visite ginecologiche di controllo causando nuovi rischi per la salute.

“Il modo in cui la pubblicità ingannevole fatta al vaccino aumenta le speranze, è un tradimento alle donne” scrivono la direttrice e il manager dell’agenzia governativa svedese per la valutazione medica (SBU).

La Svezia ha fatto passi da gigante nella lotta contro il cancro all’utero. Dal 1960, dopo l’introduzione di esami ginecologici su campioni di cellule (PAP test), il numero di nuovi casi di cancro è più che dimezzato. Nonostante questo, 450 donne ogni anno vengono diagnosticate di cancro all’utero e 150 muoiono a causa della malattia.


  • Currently 3.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 3.3/5 (24 votes cast)
Share |

Aspartame - il veleno sta perdendo colpi
di Sepp Hasslberger

Aspartame, il dolcificante artificiale composto di due aminoacidi con un legame chimico a base di metanolo ha proprietà cancerogene. Lo dice il prestigioso Istituto Ramazzini di Bologna, che ha condotto due grandi studi sull'argomento. Le cavie di laboratorio hanno mostrato un'aumentata incidenza di leucemie e tumori dopo essere state alimentate con il dolcificante durante la loro vita naturale.

Secondo Betty Martini, ricercatrice americana e massima conoscitrice dell'argomento, i risultati degli studi del Ramazzini non erano poi una grande sorpresa. Nei primi studi condotti dalla G.D. Searle Pharmaceuticals prima dell'approvazione del dolcificante, furono trovati tumori al cervello nelle sperimentazioni e di conseguenza, gli scienziati dell'FDA si rifiutarono di dare il via libera all'uso della sostanza.

Successivamente Donald Rumsfeld, già manager della Searle, si trasferì a Washington per far parte della squadra politica del presidente Reagan. Promette che avrebbe fatto valere il suo peso nella politica per far approvare l'aspartame e così fu. Era il 1981. Reagan nominò un certo Arthur Hull Hayes a capo dell'FDA, il quale passò subito ai fatti. Approvò l'aspartame in netto contrasto con la racommandazione degli esperti della propria agenzia. Dopo soli tre mesi al timone dell'FDA, Hull Hayes diede le dimissioni e accettò un ben pagato posto: consulente medico della Burson-Marsteller, agenzia delle pubbliche relazioni. Uno dei maggiori clienti dell'agenzia era ... la G.D. Searle Pharmaceuticals.

Tre anni dopo l'approvazione negli USA, la Searle trovò il modo per far accettare l'aspartame in Inghilterra. La francese Synthélabo, collegata alla Searle, finanziò delle ricerche del Prof. Paul Turner nell'ospedale St. Barlomew's a Londra. Turner, nella veste di presidente del comitato di tossicologia, ricambiò il favore con un parere favorevole all'aspartame, che aprì la strada per la vendita del dolcificante nel Regno Unito. Neanche era necessario fare altri studi scientifici. Dopo l'approvazione in USA ed Inghilterra fu facile introdurre l'aspartame un paese dopo l'altro, sempre con riferimento ai grandi che l'avevano già approvato.


  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 3.8/5 (13 votes cast)
Share |

Il Ssn riconosce ufficialmente la chiropratica

Descrizione e modalità di aggiornamento
Dopo anni di dibattiti, la chiropratica entra tra le cure ufficialmente riconosciute dal Sistema sanitario nazionale. D'ora in avanti anche in Italia ci saranno i «dottori in chiropratica » iscritti ad un Registro che per i cittadini rappresenterà la garanzia di affidarsi, letteralmente, a «mani» sicure. Lo annuncia Salute del Corriere della Sera.

«La nuova figura - scrive il settimanale - è sancita dall'articolo 335 della Finanziaria 2008 che prevede, appunto, la creazione, al ministero della Salute, di un Registro in cui verrà iscritto chi ha un diploma di «laurea in chiropratica» o un titolo equivalente. Come si legge nella nota che accompagna l'articolo: "Il laureato in chiropratica ha il titolo di dottore ed esercita le sue mansioni (...) come professionista sanitario di grado primario ( ndr: lo stesso che spetta ai medici, anche se i chiropratici non sono medici). Il chiropratico può essere inserito o convenzionato nelle o con le strutture del Servizio sanitario nazionale"».


  • Currently 2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 2/5 (4 votes cast)
Share |

I farmaci che fanno ammalare

| | Commenti (0)

I farmaci che fanno ammalare

Boom di reazioni allergiche tra i malati. I medici: ridurre i consumi

Fonte: La Stampa DANIELA DANIELE
ROMA

La stagione è in agguato e i primi starnuti da pollini si fanno già sentire. Ma ci sono allergie buone, si fa per dire, tutto l’anno. Legate, per ironia, alla ricerca della salute. Crescono, infatti, gli italiani allergici a vari tipi di farmaci. Un incremento dovuto al fatto che stiamo diventando, sempre più, «mangiatori di pillole». L’enorme aumento del consumo di medicinali, ma anche la continua introduzione sul mercato di molecole di nuova sintesi e chimicamente diverse, hanno determinato una continua crescita degli effetti indesiderati.

I sintomi delle allergie ai farmaci sono di varia natura. Possono andare dal gravissimo choc anafilattico a reazioni cutanee di diverso genere, sfoghi che ricordano l’esantema del morbillo o della scarlattina o, ancora, all’orticaria. Ci sono poi le temute sindromi respiratorie, come l’asma causata da analgesici.

Domani si aprirà, a Roma, un simposio nazionale di allergologia e sono proprio questi esperti a lanciare l’allarme perché, dicono, il fenomeno sta prendendo consistenza preoccupante.

Secondo i loro dati, una percentuale variabile dall’1 al 10 per cento della popolazione ha avuto una o più reazioni da ipersensibilità a un qualche medicinale. E si calcola che dal 3 all’8 per cento dei ricoveri ospedalieri siano da attribuirsi a effetti collaterali inattesi dovuti a terapie farmacologiche.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Tramonta il mito del colesterolo (cattivo)

Fonte: Il Corriere

La causa della maggiore incidenza di infarti e ictus potrebbe essere nelle proteine che trasportano il grasso

MILANO—Il mito del colesterolo sta (forse) per tramontare. A chiedersi ora se questo grasso del sangue sia davvero il gran colpevole di infarti e ictus non sono i soliti «grilli parlanti» dei siti web alternativi, ma molti rappresentanti del mondo scientifico. E da loro potrebbe arrivare, prima o poi, un’assoluzione per il celebre big killer della salute. L’ultima spallata al dogma che colesterolo alto è uguale a rischio cardiovascolare l’ha data lo studio Enhance che dimostra come due farmaci anticolesterolo insieme (l’ezetimibe che ne inibisce l’assorbimento intestinale e la simvastatina che ne riduce la produzione nel fegato) non siano meglio della simvastatina da sola. In altre parole: è vero che i due abbassano di più il colesterolo nel sangue, ma questo non si traduce in un reale beneficio per le arterie. Perché? E soprattutto perché le aziende hanno dato con ritardo i risultati di questo studio?


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

MCS - IL PUNTO DELLA SITUAZIONE

| | Commenti (3)

.. una sintesi della situazione drammatica per i malati ambientali italiani. Tra mistificazione, ritorsioni e disinformazione.
(A cura di Ufficio Stampa AMA-MCS
http://www.ama-mcs.it.)

La nostra esperienza di volontariato e di prima raccolta dati sui malati ambientali (MCS, ME, FM, EHSMCS, ME, EHS) è basata su circa 1000 pazienti nel periodo estate 2004-inverno 2007. Dato che lo Stato e le Regioni, contravvenendo alle LINEE GUIDA INDOOR 2001 e alle norme in materia, hanno evitato forse appositamente di realizzare una raccolta dati epidemiologica ma, anzi, hanno provveduto a bloccare in vari modi i pochi medici che facevano diagnosi (2002 e 2005), al momento si può contare solo sui dati forniti dalle associazioni di malati e dai singoli interessati.

La MCS (Sensibilitá Chimica Multipla) é definita nelle LINEE GUIDA INDOOR, del Ministero della Salute, quale malattia da prevenire insieme a cancro, allergie e asma. Le competenze operative sono affidate a Enti Locali e ASL che naturalmente non sono nemmeno al corrente della loro esistenza.
Emilia-Romagna e Toscana, che riconobbero per prime la MCS nelle malattie rare (2005), hanno deliberato nel 2006 cancellando quelle parti che contemplavano i diritti sanitari, ambientali e sociali per i malati.

La Sensibilità Chimica Multipla (MCS) è una sindrome acquisita immuno-tossica infiammatoria (istamina, mastociti) e allergica (non IgE mediata), caratterizzata da intossicazione cronica, disattivazione enzimatica dei processi di detossificazione (detox), ipossia tissutale, alto stress ossidativo, alterazione dei cicli metabolici fondamentali (sulfatasi, cisteina/metionina, Krebs, etc.). Ricerche degli ultimi dieci anni hanno svelato la matrice del danno mitocondriale e della membrana cellulare che caratterizza la Sensibilitá Chimica Multipla e le altre "malattie sovrapponibili".


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

FISCALITÀ MONETARIA - REDDITO DI CITTADINANZA

I due indici economici che caratterizzano la salute di ogni sistema sociale sono la regolarità dei consumi e la stabilità dei prezzi.
I consumi possono essere regolari se la popolazione dispone stabilmente di entrate economiche.
I prezzi sono stabili se non subiscono incidenze statali.

La costanza di entrate economiche di base, sufficienti ad una dignitosa sopravvivenza, indipendentementi da altri redditi, si potrà avere solo istituendo il Reddito di Cittadinanza Universale.

I prezzi saranno stabili se si sposterà ogni necessario prelievo statale dai redditi alla Massa Monetaria; istituendo cioè la Fiscalità Monetaria.
Il potere d'acquisto del denaro, diminuisce mediamente del 6% annuo, per lo scarico sui prezzi dei prelievi statali (fiscali e previdenziali).
Tale diminuzione (inflazione) da un lato impoverisce la popolazione e dall'altro riduce il potere d'acquisto della Massa Monetaria.
Stabilendo di prelevare dalla Massa Monetaria, in sostituzione di ogni precedente prelievo statale, una percentuale annua del 6%, è possibile, con tale prelievo, fare fronte ai Redditi di Cittadinanza nonché alle Spese Statali.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

H1N1 -Petizione

Vaccino e Influenza Suina: firma per il diritto ad essere informato!

Macrolibrarsi.it presenta: L'INFLUENZA SUINA A/H1N1 - Un indagine accurata e scientifica per una scelta consapevole
Powered by Movable Type 5.13-en

Dizionario dei Codici E


SCARICA il pratico tascabile per riconoscere i Codici E
Dizionario dei codici E, Additivi negli alimenti, come riconoscerli FORMATO .PDF

EAdditivi - App per Iphone

Schermata1.png SCARICA GRATIS l'elenco dei maggiori additivi alimentari con descrizione e rispettivo grado di tossicità.
Un'applicazione utilissima per essere consapevoli degli additivi alimentari presenti in ciò che mangiamo.


Giornalino n. 16

Scarica il giornalino n.16 de La Leva di Archimede
Luglio 2012

G16.jpg
Scarica il PDF

Giornalino n. 15

Scarica il giornalino n.15 de La Leva di Archimede
Luglio 2010

G15.jpg
Scarica il PDF

Giornalini n. 14

Scarica il giornalino n.14 de La Leva di Archimede
Speciale Vaccinazioni - Novembre 2009

G14.jpg
Scarica il PDF

Ricevi Aggionamenti

Scrivi il tuo indirizzo email nel campo qui di seguito e clicca "Iscrivimi!" per ricevere notifiche di nuovi articoli pubblicati su questo sito

Inserisci la tua email


Powered by FeedBlitz

La nostra rete

Find recent content on the main index or look in the archives to find all content.