News della categoria Psichiatria e Psicofarmaci

Antistaminici: attenzione a sonnolenza e aumento di peso

La relazione tra alcuni farmaci e il grasso corporeo è molto più frequente di quanto si pensi.

Gli antistaminici sono tra i prodotti che secondo numerose ricerche facilitano l'ingrassamento e che, a detta di molti nutrizionisti, rallentano gli sforzi fatti dai loro pazienti proprio nella stagione delle graminacee (tra maggio e giugno) in cui maggiormente si sta cercando un riequilibrio del peso.

Ben inteso, l'uso di qualche antistaminico al bisogno non genera nessun problema in questo senso, ma l'assunzione continua per due o tre mesi può essere uno dei problemi da affrontare se contemporaneamente si cerca di perdere massa grassa.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Di Kelly Patricia O'Meara, reporter investigativo.

Il Deputato della Florida David Jolly, determinato a capire le ragioni che stanno dietro al numero impressionante di veterani che si tolgono la vita, ha presentato una legge per ottenere un riesame dei decessi di veterani che si sono suicidati negli ultimi cinque anni, studiando i farmaci psicotropi prescritti ai veterani al momento della loro morte.

Il Citizen Commission for Human Rights - un'associazione USA imparentata col nostro Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU) - applaude la proposta di Legge di Prevenzione al suicidio dei Veterani (HR 4640). Mentre molti studi e recensioni sono stati condotti da vari enti governativi per determinare le cause dietro l'aumento del numero di suicidi tra veterani e militari, questa proposta di legge mette finalmente in discussione in modo specifico i trattamenti psichiatrici a base di psicofarmaci - ormai divenuti il cardine delle cure psichiatriche.suicidi-militari-psicofarmaci.jpg


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Antidepressivi: quando dietro agli studi c'è Big Pharma

Gli antidepressivi sono tra i maggiori settori del marketing farmaceutico e ora emerge che gli studi sono pilotati dalle aziende farmaceutiche. Riportiamo la traduzione e l'adattamento fornito dall'associazione No Grazie Pago Io.

Dopo molte dispute legali e un pronunciamento nel 2012 del Dipartimento della Giustizia degli Stati Uniti d’America, nel mese di settembre 2015 una recensione indipendente pubblicata sul Journal of Clinical Epidemiology ha dimostrato che la paroxetina, farmaco usato nella terapia della depressione, non è sicura per gli adolescenti.(1)


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Bergamo, morti sospette in ospedale: indagata infermiera. “Dava valium ai pazienti per tenerli tranquilli”

Sequestrate 89 cartelle cliniche di pazienti deceduti nell'arco del 2015. Riesumate sei salme. Si aspettano le analisi per accertare la presenza del potente tranquillante o altri psicofarmaci non prescritti nel sangue. L'accusa è di omicidio preterintenzionale


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Crediamo che il problema sia molto più vasto e che questa notizia potrebbe essere utilizzata, ancora una volta, per nascondere la vera natura del problema. Ecco alcuni articoli di riferimento:

http://www.theguardian.com/society/2015/may/12/psychiatric-drugs-more-harm-than-good-expert

http://www.dailymail.co.uk/health/article-3234334/Prescription-pills-Britain-s-biggest-killer-effects-drugs-taken-insomnia-anxiety-kill-thousands-doctors-hand-like-Smarties.html

http://www.bmj.com/content/350/bmj.h2435

http://rt.com/uk/258133-antidepressants-unnecessary-for-many/

Ivan Ingrillì

La Leva di Archimede

#######

Usa, Psichiatra prescrive dosi eccessive di oppiacei, 36 pazienti muoiono: arrestato il "dottor morte"

Il capo della polizia lo ha già ribattezzato "Dottor Morte". Narendra Nagareddy, uno psichiatra di Jonesboro, in Georgia, negli Usa, è stato arrestato giovedì scorso dagli agenti della Dea (Drug Enforcement Administration) che hanno fatto irruzione nel suo studio in seguito a una serie di denunce e, soprattutto, dopo che 36 suoi pazienti sono morti, 12 dei quali sicuramente per overdose da psicofarmaci.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

Il ministro della Salute Lorenzin attiva un tavolo tecnico, ma il dossier su questo pericolassimo farmaco in mano all’AIFA non ha sortito alcun controllo e verifica e informazione agli operatori sanitari

LEGGI ANCHE: ANTIDEPRESSIVO PAROXETINA, L'ALLARME DALL'INGHILTERRA: RISCHIO SUICIDIO PER I BAMBINI

di Cinzia Marchigiani

Accese le polemiche sugli antidepressivi che stimolerebbero idee suicidarie a bambini e adolescenti e altrettanto forti le reazioni politiche al Parlamento Europeo che ne chiedono il ritiro dal commercio. Il coordinatore del Gruppo Parlamentare Efdd- M5S nella Commissione Ambiente e Sanità del Parlamento Europeo, Dott. Piernicola Pedicini aveva inviato una lettera al ministro della Salute Beatrice Lorenzin oltre a presentare anche un’interrogazione urgente alla Commissione europea. Nel merito a Lorenzin era stato chiesto il ritiro dal mercato italiano di farmaci a base di Paroxetina, mentre alla Commissione Europea è stato chiesto di attivare una procedura di deferimento all’Agenzia Europea del Farmaco (EMA) per una nuova valutazione dei prodotti medicinali a base di Paroxetina (Direttiva 2001/83/Ce) e di aprire un’indagine finalizzata ad accertare se la multinazionale farmaceutica GlaxoSmithKline (GSK), che commercializza tutt’ora l’antidepressivo non abbia violato le norme antitrust dell’UE accordando un vantaggio sleale al proprio prodotto.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

Minori e antidepressivi che inducono al suicidio: nuove iniziative al Parlamento Ue

Gli antidepressivi per bambini e adolescenti a base di Paroxetina sono pericolosi, stimolano tendenze suicide e non sono efficaci. Lo sostiene una ricerca scientifica pubblicata sul British Medical Journal, tra le più autorevoli riviste mediche al mondo.

Per chiedere che gli organi competenti italiani ed europei intervengano immediatamente con misure urgenti atte a vietare il commercio del farmaco, il coordinatore del Gruppo Parlamentare Efdd- M5S nella Commissione Ambiente e Sanità del Parlamento Europeo, Dott. Piernicola Pedicini, ha inviato una lettera al Ministro della Salute italiano Beatrice Lorenzin e ha presentato un’interrogazione urgente alla Commissione europea.

  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

La multinazionale farmaceutica GlaxoSmithKline ha alterato i dati sullo psicofarmaco a base di paroxetina. È quanto denuncia Giù Le Mani dai Bambini.

“La recente revisione sistematica [1] promossa dalla più autorevole rivista medica del mondo non lascia spazio a dubbi: i dati che finora hanno giustificato la prescrizione a bambini e adolescenti del potente antidepressivo a base di paroxetina – usato anche in Italia – erano stati falsati dal produttore, la multinazionale farmaceutica GSK – GlaxoSmithKline, e quella molecola è “inefficace e pericolosa”.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |
PSICOFARMACI PER BAMBINI: QUANDO PUO' ANDARE IN SCENA LA MERCIFICAZIONE DELLE MALATTIE

Un'aberrante fotografia denunciata da Luca Poma, portavoce nazionale di Giu’leManidaiBambini: ”Il disease mongering è la mercificazione delle malattie"

di Cinzia Marchegiani

Ad aprire un altro vaso di pandora sul mondo dei psicofarmaci senza logica ed efficacia prescritti ai bambini ritorna Luca Poma, portavoce del comitato “Giù le Mani dai Bambini” che solo un mese fa aveva sollevato una grave gestione medica proprio sui psicofarmaci prescritti per terapie soprattutto ai bambini "nonostante non esistano dati certi sull’efficacia di questi, mentre le uniche certezze - ricordava Poma- sono i potenziali gravi effetti collaterali:” Si trattano bambini per anni con psicofarmaci, ma non uno è stato mai ‘curato’, perché interrompendo la somministrazione tornano tutti i disturbi che il bimbo aveva prima della terapia: perché si continuano a correre rischi e a spendere soldi pubblici per cure senza prove di reale efficacia?”. Ricordiamo che l’ISS in data 17 luglio 2014 rispondendo alla suddetta associazione in merito ai report derivanti dal registro italiano ADHD, dimostrava carenze degli steps di autorizzazione e farmacovigilanza dei farmaci in commercio, infatti scriveva: “l'intento e la finalità del Registro non è stata quella di valutazione dell'efficacia dei farmaci che in generate viene effettuata a monte in fase di registrazione, ma del monitoraggio dell'accuratezza diagnostica e dell'appropriatezza della terapia farmacologica”. Una gaffe che GiùleManidaiBambini con una stoccata replicava e ricordava allo stesso ISS che i trials pre-marketing per testare la sicurezza ed efficacia dei farmaci sono spesso carenti per numero di soggetti coinvolti, per la brevità della sperimentazione o per entrambi questi fattori, e che da questi esperimenti non è possibile fare previsioni a lungo termine sulla sicurezza ed efficacia dei farmaci. Gli studi post-marketing che dovrebbero colmare questa lacuna sono anch’essi spesso carenti e in ogni caso non equiparabili ai trials. La prima valutazione sistematica dell’esposizione dei pazienti ai farmaci per curare l’ADHD pre-marketing è la ricerca di Kenneth D. Mandl et. alt. Già solo questo avrebbe dovuto suggerire alle autorità di vigilanza – prima tra tutte la Vostra Agenzia - l’opportunità di un monitoraggio dell’efficacia e della sicurezza sia durante che post trattamento dei minori iscritti al registro ADHD, per avere certezze sugli esiti finali dei trattamenti, monitoraggio che non pare sia minimamente stato effettuato in questi termini.”


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Psicofarmaci rapidamente scalano la classifica dei migliori killer in Gran Bretagna


Secondo un professore inglese, le pillole psichiatriche sono il terzo maggior killer della Gran Bretagna: gli effetti collaterali dei farmaci per l’insonnia e l’ansia fanno migliaia di vittime. Perché i dottori le distribuiscono come caramelle?

Nel Regno Unito vengono prescritti 80 milioni di farmaci psichiatrici l’anno.

  • Dopo le malattie al cuore e il cancro, i farmaci psichiatrici sono il terzo maggior killer.
  • Il professor Gøtzsche rivela la portata del problema in un nuovo libro.
  • Al quarantacinquenne Luca Montagu, erede del conte di Sandwich, ci sono voluti sette anni per disintossicarsi dagli antidepressivi che gli erano stati erroneamente prescritti.

A cura del Professor Peter Gøtzsche per il Daily Mail, intervistato da Jerome Burne il 15 settembre 2015


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Antidepressivo per ragazzi, inutile e pericoloso

Una nuova analisi di vecchi dati ribalta le conclusioni cui era giunto uno studio quindici anni fa: oggi sappiamo che la paroxetina non aiuta a trattare la depressione negli adolescenti. E questa retromarcia solleva, ancora una volta, il problema di una valutazione indipendente e "oggettiva" dei risultati dei farmaci.

«Un farmaco per trattare la depressione è sicuro e può essere usato anche da ragazzi e adolescenti». Contro ordine: «No: non solo non serve a niente, ma può anche essere pericoloso».


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Sempre più disabili imbottiti di psicofarmaci


Sempre più disabili imbottiti di medicinali. Accade in Gran Bretagna, dove una vasta ricerca dell’UCL di Londra durata 15 anni ha fatto venire alla luce la superficialità con la quale i medici prescrivono potenti psicofarmaci a persone con leggere disabilità intellettive, lievi ritardi mentali, Alzheimer’s e autismo. Un trend pericoloso, dato che almeno il 71% ne è vittima. Con gravi effetti collaterali, tra cui aumento di peso, sonnolenza, diabete. Di qui, l’invito alla comunità scientifica a dare priorità a terapie alternative appropriate senza il ricorso necessario ai medicinali.

Fonte: http://www.west-info.eu/it/sempre-piu-disabili-imbottiti-di-psicofarmaci/


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Contro l'abuso di psicofarmaci

| | Commenti (0)

Contro l'abuso di psicofarmaci

Siamo assistendo in questi anni ad un forte aumento nell’incidenza di patologie della sfera psichiatrica come ansia, depressione, disturbi bipolari, che colpiscono circa il 25% della popolazione ogni anno e rappresentano una causa importante di DALYs (acronimo inglese che corrisponde a “anni di vita persi per disabilità o morte prematura”), con la conseguenza di un considerevole incremento nell’uso degli psicofarmaci, in particolare antidepressivi e antipsicotici. In Italia il consumo di farmaci antidepressivi è aumentato in maniera considerevole e la loro popolarità potrebbe anche essere pericolosamente correlata a discutibili strategie di marketing.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Johnson & Johnson, "il fuorilegge più ammirato d'America".


L’Huffington Post Highline lancia “Il fuorilegge più ammirato d’America”, l’incredibile storia di come la più grande azienda farmaceutica degli Stati Uniti, la Johnson & Johnson, abbia messo a disposizione di bambini e anziani un potente farmaco antipsicotico, inizialmente destinato alla cura dei disturbi psichici, violando le restrizioni della Food and Drug Administration (Agenzia per gli alimenti e i medicinali).

La storia, divisa in 15 parti, spiegherà come il team di scienziati e i dirigenti dell’azienda abbiano deciso di manipolare i numeri di uno studio che dimostrava che il farmaco, il Risperdal, metteva i ragazzi a rischio di sviluppare seni ipertrofici (Austin Pledger, un ragazzo autistico dell’Alabama, arrivò a una quarta abbondante). Parlerà di come la Johnson & Johnson distribuì delle costruzioni “Lego” promozionali ai pediatri così da renderli più disposti a prescrivere il Risperdal ai bambini con disturbi del comportamento, anche se l’azienda era stata ripetutamente messa in guardia sulla commercializzazione del farmaco ai più piccoli. Nel giro di vent’anni, il Risperdal diventò un vero e proprio successo per la società, sebbene i costi delle azioni legali avessero raggiunto i tre miliardi di dollari.

Guarda la prima puntata dell'inchiesta "Il fuorilegge più ammirato d’America": "Il credo dell'azienda"


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Antidolorifici da sballo

| | Commenti (0)

Antidolorifici da sballo

Negli Usa dilaga la dipendenza dai farmaci “pain killer”. Che anziché l’estasi promettono la calma chimica. Spesso mortale. E ora anche in Europa...

di Elisabetta Muritti

In America li chiamano painkiller, gli ammazzadolore. Sono gli oppioidi, farmaci potenti prescritti ai malati oncologici, a chi patisce dolori cronici o postoperatori severi. Ma hanno cominciato ad ammazzare anche chi il male lo sente nell’anima, più che nel corpo, diventando droga su misura per questi tempi di disperazione banale, low cost, senza fiori del male da cogliere e orizzonti “altri” da esplorare. Così l’America fa i conti con un dramma finora rimosso, e cioè l’impressionante catena di decessi e dipendenze provocati fondamentalmente da due principi attivi, l’ossicodone, che Oltreoceano miete più vittime di eroina e cocaina insieme, contenuto nei farmaci OxyContin, Percodan (da noi venduto come Depalgos) e Percocet, e l’idrocodone, “amato” dal dottor House e da Eminem, presente nel Vicodin (non si vende in Italia ma si compra in rete). Altrettanto pericoloso il fentanile, somministrato con cerotti transdermici.

Dati allarmanti, in più cattiva coscienza: a consentire quella che è definita una pestilenza è stato il connubio di compiacenza e interessi. Dai medici che percepiscono percentuali dalle case farmaceutiche per le ricette, alla prescrizione di analgesici da cavallo pure per il mal di denti; dal business della sofferenza (Purdue Pharma ha riformulato l’OxyContin, dopo una penale di 646 milioni di dollari pagata nel 2007 per aver minimizzato, con marketing e congressi, i rischi di assuefazione) ai pellegrinaggi in Florida (i cosiddetti “OxyContin Express”), Stato costellato di “cliniche del dolore”. I numeri parlano: nell’ultimo decennio 15mila americani ogni anno sono morti di overdose (le pasticche sono frantumate e inalate o iniettate, la polverizzazione è più difficile col neo OxyContin), In 17 Stati i painkiller sono oggi la causa numero uno dei decessi violenti. Il consumo di ossicodone è cresciuto del 152% in 6 anni, e i pusher lo vendono a 50 dollari la pastiglia.Tra 2004 e 2009 i suicidi con antidolorifici sono raddoppiati tra i maschi di 35-49 anni e triplicati tra gli ultracinquantenni...


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

REGIONE LAZIO, ACCREDITOPOLI: IL GIALLO ED I SEGRETI DELLA CLINICA COLLE CESARANO

Al dossier sulla clinica psichiatrica si stanno aggiungendo capitoli importanti, tra cui la relazione tra le varie società facenti capo alla Geress srl

di Cinzia Marchegiani

Tivoli (RM) – L’atmosfera che avvolge la Casa di Cura Colle Cesarano struttura sanitaria privata presso il Comune di Tivoli, finita nell’occhio del ciclone della magistratura con le intercettazioni di Mafia Capitale, sta restituendo tanti pezzi di puzzle di enorme importanza che diventano elementi fondamentali che si aggiungono alla mega inchiesta sollevata alla Regione Lazio dal M5S e dal sindacato Sicel, che tra l’altro hanno anche effettuato un blitz notturno presso la clinica lo scorso 23 giugno 2016.

Per quanto possa sembrare incredibile, il quadro, sempre più nitido, sta svelando i segreti e le nebbie amministrative nascosti dietro questa struttura sanitaria e della società Geress Srl di Manfredino Genova e Massimo Forti che riescono a prenderne la gestione dall’anno 2004.


  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 3.5/5 (2 votes cast)
Share |

Antidepressivi e antidolorifici. Se presi insieme si rischia l’emorragia cerebrale


Le probabilità di incorrervi aumentano del 60 per cento

Siamo così abituati ad assumere i farmaci che spesso dimentichiamo che ognuno di essi ha degli effetti collaterali. E che ciascuno può interagire con altre sostanze che stiamo assumendo.

A ricordarlo, ora, arriva uno studio pubblicato sul British Medical Journal che mette in guardia dall’utilizzo contemporaneo di due categorie di farmaci: la prima sono gli antinfiammatori non steroidei (FANS), un’etichetta in cui rientrano antidolorifici diffusissimi, dall’aspirina all’ibuprofene. La seconda sono una quasi altrettanto comune classe di farmaci contro la depressione: i cosiddetti inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (in sigla SSRI).


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Proprio così in questo studio pubblicato sul giornale di Psicoterapia e psicosomatica si dice a chiare lettere che un gran numero di psichiatri usa che hanno redatto il dsm-iv hanno conflitti di interesse perchè legati finanziariamente con industrie farmaceutiche


dsm-IV.jpg


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Succedono cose turche, che a non volerle vedere ci si deve mettere davvero d'impegno.

Questa storia del "Business farmaceutico della Malattia" è come quella del debito: non siamo voluti "andare" a risolvere la crisi del debito nel terzo mondo e il debito è arrivato da noi...
Abbiamo recentemente denunciato lo stato in cui si trova oggi la ricerca scientifica e l'incontrastato potere dell'industria farmaceutica che tiene in ostaggio la salute dei cittadini, la scienza e tutti gli Stati, una volta sovrani, tramite il debito. (1)
In America, il modello di democrazia da tutti agognato si vanta per la sua modernità ed efficienza e il suo vanto è riversato sopratutto nel suo modello sanitario, sempre di più in mano ai privati.
Qualche giorno fa abbiamo assistito increduli all'ennesima strage avvenuta in territorio Americano: un ragazzo di 21 anni entra in una chiesa e uccide nove persone (2).
Anche Mr Obama ha dovuto ammettere che queste cose avvengono solo in territorio americano, ma il motivo non è esattamente quello da lui raccontato. La maggior parte delle persone sarà portata a pensare che queste stragi avvengono per la diffusione delle armi in America, così come "denunciato" dello stesso presidente e dagli organi di stampa. Ma c'e' un particolare a cui la stampa non vuole portare attenzione, eppure è noto a molti. La maggior parte di queste stragi vengono fatte da persone in cura psichiatrica e sotto somministrazione di psicofarmaci. Ripetiamo: la maggior parte!
MA PER LA STAMPA QUESTO E' UN PARTICOLARE IRRILEVANTE!


  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 4.7/5 (6 votes cast)
Share |

Canada: le principali associazioni professionali contrarie al dilagante eccesso di psicofarmaci


Come parte della campagna "La Scelta saggia Canadese", un gruppo di lavoro congiunto dell'Associazione Psichiatrica Canadese, l'Accademia canadese di Psichiatria Infantile e dell'Adolescenza (CACAP), e l'Accademia Canadese di Psichiatria Geriatrica ha pubblicato una lista di raccomandazioni ai medici per ridurre l'uso improprio di farmaci psicotropi.

" Nell'ultimo decennio c'è stato un uso sproporzionato di antipsicotici di seconda generazione, ma quest'aumento non è dovuto a una maggiore incidenza di malattie mentali nei giovani ", ha dichiarato Chris Wilkes, psichiatria dell'Università di Calgary e presidente del CACAP. " Come comunità, stiamo medicalizzando molti dei nostri figli e non usiamo sempre i supporti adatti alla loro età: assicurare un riposo adeguato, nutrizione ed esercizio fisico. Inoltre, abbiamo un'epidemia di obesità, e alcuni di questi farmaci portano un significativo rischio di obesità ", per non parlare degli altri effetti collaterali.

" Usare antipsicotici per curare l'insonnia è come usare una mazza per infilare una puntina da disegno, soprattutto in considerazione della gran varietà di opzioni di trattamento efficaci - farmacologiche e no - con molti meno effetti collaterali ", ha commentato un medico.

Il gruppo di lavoro ha dunque pubblicato alcune raccomandazioni, e ognuna di queste è corredata di riferimenti all'evidenza scientifica su cui si basa.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

Ennesima strage da "psicofarmaci", ma PsycoObama punta il dito sulle armi...

Roof preparava la strage di Charleston da mesi

Un amico: voleva scatenare una nuova guerra civile

Aveva preparato l’attacco per almeno sei mesi, e il suo scopo era scatenare una nuova guerra civile, anche al prezzo di perdere la propria vita. Così un amico di Dylann Roof, Dalton Tyler, ha descritto alla televisione Abc i piani del giovane killer di Charleston, in prigione da ieri nella città dove ha ucciso nove neri mentre discutevano la Bibbia in una chiesa storica degli Stati Uniti.

Le motivazioni razziste di Dylann, secondo chi lo conosceva, non sono in discussione, anche se alcuni cercano ancora di nasconderle e puntare l’attenzione sull’instabilità mentale del ragazzo che prendeva psicofarmaci. Il dibattito quindi in America dovrebbe trasferirsi in fretta sulle iniziative da prendere per cambiare una cultura che cresce i propri figli con tanto odio. Sono ben 19, infatti, i gruppi basati su questo sentimento che operano in South Carolina, e la bandiera confederale sventola ancora legalmente sugli edifici pubblici dello stato, come se la Guerra Civile non fosse mai finita.   

  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

Pediatria: psicofarmaci a oltre 20 mila bambini l'anno, Manuale anti-abuso

Milano, 9 giu. (AdnKronos Salute) - In Italia sono circa 400 mila i bambini e gli adolescenti che ogni anno vengono assistiti nelle strutture del Servizio sanitario nazionale per disturbi mentali di diversa entità, e a 20 mila vengono prescritti psicofarmaci rimborsati dal Ssn. Ma "la dimensione del problema è sicuramente superiore, se si considera il ricorso al servizio privato e alla prescrizione pagata dal paziente", sottolineano gli esperti dell'Irccs Mario Negri di Milano, autori di un Manuale per l'impiego corretto di questi medicinali nei bimbi.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

La prevenzione è meglio dei farmaci - Prevention is better than drugs by Patrick Holford

Traduzione a cura di Ivan Ingrillì
Associazione La Leva di Archimede

Articolo originale

Nel lontano 1970, i miei insegnanti il Dr Linus Pauling e Abram Hoffer credevano fortemente che l'80% della medicina farmaceutica sarebbe diventata inutile se la scienza medica della nutrizione diventasse il nuovo paradigma.

"La nutrizione ottimale è la medicina del futuro", ha detto il doppio premio nobel Linus Pauling con 48 dottorati di ricerca all'attivo. Tuttavia, siamo nel 2014 e sia i professionisti della medicina che il grande pubblico rimangono in gran parte ipnotizati dal pensiero che la via da seguire per la prevenzione e il trattamento delle malattie mortali del 21° secolo sia quello del farmaco.

Ma come siamo arrivati a tutto questo e perchè abbiamo bisogno di un salto di qualità in direzione della medicina nutrizionale? Tutto ha inizio con gli antibiotici.

  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

IL CONFLITTO CHE NESSUNO VUOLE VEDERE

| | Commenti (0)

IL CONFLITTO CHE NESSUNO VUOLE VEDERE (ma tutti conoscono)
Come Big Pharma tiene in ostaggio la scienza, la salute pubblica e il progresso del mondo intero tramite il debito.

di Ivan Ingrillì
Associazione La Leva di Archimede

"La maggior parte della letteratura scientifica, forse la metà, potrebbe essere semplicemente falsa. Influenzata da studi con campionature esigue di poca efficacia, analisi esplorative invalide e conflitti di interesse evidenti, che insieme all'ossessione di perseguire mode di dubbia importanza hanno portato la scienza a prendere una direzione oscura." (1) Questa è la recente (Apr 2015) dichiarazione del Dr. Richard Horton (2), direttore del Lancet, una delle riviste scientifiche in campo medico più prestigiose del mondo, fondata nel 1823.

Se realmente vivessimo in una società libera e democratica una simile affermazione avrebbe dovuto quantomeno scandalizzare tutto l'establishment medico e scientifico, fino ad arrivare agli organi di controllo e di ricerca per poi interessare media, politica e magistratura. Eppure siamo sicuri che questa devastante dichiarazione non verrà presa in seria considerazione da chi di dovere; non ci saranno inchieste giornalistiche dei vari Travagli, non ci saranno libri scandalo di Saviani, non ci sarà nessun Signor Mentina che darà questa notizia che riguarda la salute di tutti, al telegiornale in prima serata, non ci saranno inchieste e trasmissioni dei vari Santori o Firmigli. Solo Report, qualche anno fa si interessava a queste tematiche, poi liberamente lasciate al dimenticatoio. Queste notizie al giornalismo, alla politica e alla magistratura sembrano non interessare.


  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 4.8/5 (20 votes cast)
Share |

DENUNCIATO UNO DEI MASSIMI SPONSOR SCIENTIFICI DELLA SOMMINISTRAZIONE DI PSICOFARMACI AI BAMBINI: ERA A LIBRO PAGA DELLE MULTINAZIONALI DEL FARMACO

Il principale sostenitore della terapia farmacologica ai minori é
a libro paga dei produttori di farmaci!

Un nuovo grave scandalo per conflitto di interesse parte dalla Medical School di Harvard negli Stati Uniti ed investe l’Europa:
il Prof. Joseph L. Joseph L. Biederman, professore di psichiatria presso la Harvard Medical School e direttore dell'Istituto di Psicofarmacologia pediatrica presso il Massachusetts General Hospital di Harvard, uno dei più autorevoli sostenitori al mondo della terapia a base di psicofarmaci sui bambini per problemi della Condotta e Deficit di Attenzione ed Iperattività (ADHD), è a libro paga di una multinazionale farmaceutica.

A lui si deve in larga misura se a bambini di due anni è stata fatta diagnosi di disturbo bipolare" e se sono stati trattati con un potente cocktail di farmaci, molti dei quali mai approvati per tale patologia dalla Food and Drug Administration (FDA) e nessuno dei quali autorizzato per minori di dieci anni.


  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 4.5/5 (8 votes cast)
Share |

H1N1 -Petizione

Vaccino e Influenza Suina: firma per il diritto ad essere informato!

Macrolibrarsi.it presenta: L'INFLUENZA SUINA A/H1N1 - Un indagine accurata e scientifica per una scelta consapevole
Powered by Movable Type 5.13-en

Dizionario dei Codici E


SCARICA il pratico tascabile per riconoscere i Codici E
Dizionario dei codici E, Additivi negli alimenti, come riconoscerli FORMATO .PDF

EAdditivi - App per Iphone

Schermata1.png SCARICA GRATIS l'elenco dei maggiori additivi alimentari con descrizione e rispettivo grado di tossicità.
Un'applicazione utilissima per essere consapevoli degli additivi alimentari presenti in ciò che mangiamo.


Giornalino n. 16

Scarica il giornalino n.16 de La Leva di Archimede
Luglio 2012

G16.jpg
Scarica il PDF

Giornalino n. 15

Scarica il giornalino n.15 de La Leva di Archimede
Luglio 2010

G15.jpg
Scarica il PDF

Giornalini n. 14

Scarica il giornalino n.14 de La Leva di Archimede
Speciale Vaccinazioni - Novembre 2009

G14.jpg
Scarica il PDF

Ricevi Aggionamenti

Scrivi il tuo indirizzo email nel campo qui di seguito e clicca "Iscrivimi!" per ricevere notifiche di nuovi articoli pubblicati su questo sito

Inserisci la tua email


Powered by FeedBlitz

La nostra rete

About this Archive

This page is a archive of recent entries in the Psichiatria e Psicofarmaci category.

Proibizionismo is the previous category.

Salute is the next category.

Find recent content on the main index or look in the archives to find all content.