Come la psichiatria influenza la medicina
Pubblicato il 25 agosto 2006
Coloro che hanno subito trattamenti psichiatrici esprimono quanto poco di scientifico ci sia nella psichiatria.

Negli anni 60' R.F. era un ragazzino e aveva il problema che nei momenti di disagio soffriva di fitte alle tempie e allo stomaco, il suo medico lo curava con riposo e vitamine. In quel modo R.F. riusciva a superare bene quei malesseri.
Quando il suo medico venne a mancare, dovette cambiare medico, fu così che iniziò una terapia a base di psicofarmaci, da quel momento le fitte divennero croniche. Dall'adolescenza fino a poco tempo fa R.F., ora sessantaduenne, racconta di essere stato sottoposto a terapia psicofarmacologica, ed oltre alla cronicità delle fitte, tali trattamenti gli hanno causato sbalzi di personalità e lui sente che il proprio carattere è stato distrutto e la propria personalità annullata. R.F. ora non assume più psicofarmaci ed è giunto alla conclusione di non aver vissuto, dato che la sua vita è stata cancellata da tali sostanze e da quando a smesso di assumerle, sente di aver ricominciato ad affrontare la vita e a vivere.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Gli errori di somministrazione dei farmaci colpiscono 1 milione e mezzo di pazienti ogni anno soltanto negli Usa e costano 3,5 miliardi di dollari solo in ricoveri ospedalieri. La denuncia arriva da un rapporto pubblicato dall’Institute of Medicine of the National Academy of Sciences.


  • Currently 1.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 1.3/5 (3 votes cast)
Share |

Il contributo della chemioterapia citotossica alla sopravvivenza a distanza di 5 anni nei tumori degli adulti

Oggetto: Il dibattito sul finanziamento e la disponibilità dei medicinali citotossici stimola delle domande sull’effettivo contributo della chemioterapia curativa o coadiuvante alla sopravvivenza di pazienti cancerosi adulti.

Materiali e metodi: Abbiamo eseguito una ricerca della letteratura per degli studi randomizzati che informano su un beneficio a distanza di 5 anni attribuibile alla chemioterapia citotossica nei tumori degli adulti. Il numero totale di pazienti con nuova diagnosi per 22 tipi di tumori negli adulti venne ottenuto per l’Australia dai dati del registro tumori e per gli USA dai dati della sorveglianza epidemiologica e risultati finali, per il 1998. Per ogni tipo di tumore il numero assoluto dei traenti beneficio era il prodotto di (a) il numero totale delle persone con quel tipo di tumore; (b) la proporzione o sottogruppo (sottogruppi) di quel tipo di tumore che mostrava un beneficio; (c) l’incremento in percentuale nella sopravvivenza a distanza di 5 anni dovuto alla sola chemioterapia citotossica. Il contributo totale era la somma dei numeri assoluti che mostravano un beneficio nella sopravvivenza a distanza di 5 anni, espressa come percentuale del numero totale per ognuno dei 22 tipi di tumore.

Risultati: Il contributo totale della chemioterapia citotossica curativa o coadiuvante alla sopravvivenza a distanza di 5 anni negli adulti è stato stimato essere il 2,3% in Australia e il 2,1% negli USA.

Conclusione: Visto che il tasso di sopravvivenza a distanza di 5 anni nei casi di tumore è oggi più del 60% in Australia, è evidente che la chemioterapia citotossica fa soltanto un minimo contributo alla sopravvivenza nei casi di tumori. Per giustificare il finanziamento e la disponibilità della chemioterapia citotossica in futuro, urge una valutazione rigorosa della relazione costo-beneficio e dell’impatto sulla qualità della vita.

Fonte: Morgan, G. et al. (2004) Clinical Oncology 16, 549-560


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

L’efficacia della chemioterapia contro il cancro può essere prevista con un test del Dna. Due studi indipendenti statunitensi, pubblicati su ‘Cancer Cell’, rivelano infatti che l’analisi di due geni, quello per la proteina p53 e quello per la proteina p73, permette di prevedere se una chemioterapia ha o meno possibilità di successo. Ciò, spiegano gli autori, consentirebbe di evitare cure inutili, che avrebbero solo effetti negativi legati alla tossicità dei farmaci. Tim Crook, del Ludwig Institute for Cancer Research dell’Imperial College di Londra, ha esaminato il Dna di un campione di pazienti affetti da cancro della testa e del collo e sottoposti a chemioterapia.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Col passare degli anni la nostra società ha avuto un incremento vertiginoso della tecnologia e parallelamente dell’inquinamento elettromagnetico. Telefoni cellulari, cordless, ripetitori, forni a microonde, antenne Wi-Fi hanno invaso le nostre vite fino al punto di non poterne più fare a meno. Quanto ne sappiamo della tecnologia wireless?

La cosa più importante sui telefoni cellulari ed i ripetitori è che emettono radiazioni microonde proprio come le antenne Wi-Fi, i portatili e tutti gli altri apparecchi senza fili.

Qualsiasi apparecchio di comunicazione che non è connesso ad un filo emette radiazioni.
Gli scienziati dividono le radiazioni in due categorie: ionizzanti e non ionizzanti. Le radiazioni ionizzanti, che includono i raggi X e le radiazioni atomiche, sono cancerogene. Le radiazioni non ionizzanti, che includono le microonde, dovrebbero essere innocue, o almeno, così dicono!


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (2 votes cast)
Share |

Hamer e la giustizia Savoia

| | Commenti (3)

Rilasciato dalla giustizia francese il medico scopritore delle leggi del cancro

Il dottor Hamer, conosciuto per le sue ‘leggi ferree del cancro’, dopo essere stato condannato in contumacia dalla corte di Chambery-Savoie ed estradato dalla Spagna per finire nelle carceri francesi, dopo un anno e mezzo è tornato libero. Ora è nella sua residenza ad Alhaurin el Grande, in Spagna. Il suo crimine? Aver diffuso le sue scoperte mediche attraverso un libro e, chiaramente, in opposizione alla medicina ufficiale.

Ryke Geerd Hamer è il padre di Dirk Hamer, il giovane tedesco ucciso all’isola di Cavallo a colpo di fucile da Vittorio Emanuele di Savoia, in un incidente mai del tutto chiarito. Un seguito personale di cancro testicolare portò Hamer alla scoperta di un fattore scatenante dei tumori mai sospettato dalla medicina ufficiale. Cominciò a documentare, con immagini tomografiche del cervello dei suoi pazienti, il meccanismo che porta alle malattie tumorali e scrisse un libro: “Testamento per una Nuova Medicina”. Chiaramente non gli fu concesso spazio dalla medicina ufficiale, che invece fece tutto il possibile per ostacolare la diffusione della scoperta eretica.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Dolce veleno oppure normalissimo dolcificante per diabetici e diete dimagranti?
La domanda non ha ancora trovato risposta, anche se l’Autorità europea per gli alimenti a Parma ci dice di non preoccuparci.

Ricordiamo che l’aspartame è un dolcificante artificiale composto da due aminoacidi e una forma di alcool: L’acido aspartico ne costituisce il 40%, la fenilalanina il 50% e il metanolo il 10%. L’acido aspartico, secondo il Dottor Olney, danneggia il cervello e viene classificato come “eccitotossina”. La sostanza danneggia i tessuti del cervello per causa di un’eccitazione costante e così severa da risultare dannosa. La fenilalanina contribuisce a questo effetto. Anch’essa agisce sui neuroni del cervello, aumentandone l’attività. Infine il metanolo, che secondo i difensori del dolcificante è innocuo perché presente solo in piccole quantità, si accumula nel nostro organismo e, dopo trasformato in acido formico e formaldeide, può danneggiare la vista e perfino portare alla morte. Ricordiamoci del “vino al metanolo” che negli anni 80 fece strage in Italia.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Nonostante il crescente uso degli integratori vitaminici in Italia, la sensazione di molti consumatori e rivenditori è che la recente direttiva europea minacci di rimuovere dal mercato molti dei prodotti che contengono più dei dosaggi minimi raccomandati per le singole vitamine. “Non è vero”, aveva detto una volta il dottor Basil Mathioudakis, durante l’era di discussioni prima dell’approvazione della direttiva sugli integratori: “Non rimuoveremo nessun prodotto dal mercato”.

A quei tempi eravamo scettici e, con il testo della direttiva alla mano, gridavamo “l’Europa ci vuole togliere l’accesso ai prodotti nutritivi.” In effetti, l’elenco delle sostanze permesse come fonti di vitamine e minerali ignorava un gran numero - più di 300 secondo alcune fonti - di forme vitaminiche e soprattutto di minerali. Un’altro macigno era la disposizione, contenuta nella direttiva, che la Commissione Europea doveva occuparsi dei livelli massimi di vitamine e minerali, oltre ai quali non si poteva andare. Ma dall’approvazione della direttiva europea, di acqua ne è passata parecchia sotto i ponti, senza che il grande disastro per la nutrizione si avverasse.


  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 4.2/5 (5 votes cast)
Share |

Ogni nuova ‘malattia’ elencata nel DSM (Manuale Diagnostico e Statistico dei disturbi mentali) viene stabilita attraverso discussione e voto (con alzata di mano!!!) di esperti psichiatri.
Il numero dei disturbi mentali (oggi sono 374) ‘definiti’ e catalogati nell’ultima versione del DSM ( la IV ) sono stati ‘votati’ a maggioranza dai membri dell’APA (American Psychiatric Association).

Aumento del numero dei disturbi dal 1952 ad oggi

AnnoVersioneNumero dei disturbi
1952DSM I112
1968DSM II163
1980DSM III224
1987DSM IIIR253
1994DSM IV374

  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

L'AUTISMO E' TRATTABILE

| | Commenti (2)

L'Autismo e' una disabilita' dello sviluppo che in genere comporta ritardo e danni nelle abilita' sociali , nel linguaggio e nel comportamento ; e' uno " spectrum disorder" , cosa che significa che colpisce le persone in modo differente. Alcuni bambini possono parlare , altri invece hanno un linguaggio scarso o del tutto assente . Casi meno gravi vengono diagnosticati come Disturbo Generalizzato dello Sviluppo (PDD) o come Sindrome di Asperger .

Lasciati senza cure , molti bambini con autismo non sviluppano abilita' sociali e possono non imparare a parlare o a comportarsi in modo appropriato.Oggi , per la prima volta nella storia , ci sono bambini autistici curati con successo - che giocano , respirano , parlano - che vivono in mezzo a noi e godono delle loro vite . Questi bambini normalizzati , che non portano piu' la spaventosa etichetta di " autistico " , devono la loro liberazione dall'autismo a modalita' di trattamento che erano , e ancora sono , purtroppo sconosciute alla maggioranza dei medici italiani anche se il nuovo approccio curativo sta rapidamente convincendo studiosi e ricercatori .


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

H1N1 -Petizione

Vaccino e Influenza Suina: firma per il diritto ad essere informato!

Macrolibrarsi.it presenta: L'INFLUENZA SUINA A/H1N1 - Un indagine accurata e scientifica per una scelta consapevole
Powered by Movable Type 5.13-en

Dizionario dei Codici E


SCARICA il pratico tascabile per riconoscere i Codici E
Dizionario dei codici E, Additivi negli alimenti, come riconoscerli FORMATO .PDF

EAdditivi - App per Iphone

Schermata1.png SCARICA GRATIS l'elenco dei maggiori additivi alimentari con descrizione e rispettivo grado di tossicità.
Un'applicazione utilissima per essere consapevoli degli additivi alimentari presenti in ciò che mangiamo.


Giornalino n. 16

Scarica il giornalino n.16 de La Leva di Archimede
Luglio 2012

G16.jpg
Scarica il PDF

Giornalino n. 15

Scarica il giornalino n.15 de La Leva di Archimede
Luglio 2010

G15.jpg
Scarica il PDF

Giornalini n. 14

Scarica il giornalino n.14 de La Leva di Archimede
Speciale Vaccinazioni - Novembre 2009

G14.jpg
Scarica il PDF

Ricevi Aggionamenti

Scrivi il tuo indirizzo email nel campo qui di seguito e clicca "Iscrivimi!" per ricevere notifiche di nuovi articoli pubblicati su questo sito

Inserisci la tua email


Powered by FeedBlitz

La nostra rete

Find recent content on the main index or look in the archives to find all content.