Messaggio alla popolazione influenzabile: contro il raffreddore l’acqua ossigenata ha probabilità di successo superiori a quelle di qualsiasi vaccino.

Rinaldo Lampis

Chi avrebbe detto che la comune acqua ossigenata al 3% ha la capacità di eliminare i comuni raffreddori ed influenze con percentuali di successo intorno all’80%, specialmente se usata appena si manifestano i sintomi.
In più è totalmente non-tossica e il trattamento costa pochi centesimi.

Paragoniamo la sua efficacia a quella dei vaccini: il CDC (Center for Disease Control) di Atlanta, USA ha ammesso che il vaccino antinfluenzale dell’inverno 2004-2005 ha avuto “nessuna o minima efficacia” contro l’influenza o contro malattie che causano sintomi influenzali.
La stessa storia era accaduta per l’inverno precedente (2003-2004), dove il solito CDC aveva rivelato che, a seconda di come i dati sono analizzati, il vaccino aveva protetto dallo zero al 14 percento delle persone vaccinate.
Gente cos’altro vi ci vuole per svegliarvi?


  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 3.5/5 (2 votes cast)
Share |

ACQUA S.P.A. Dall'oro nero all'oro blu
di Giuseppe Altamore
Mondadori 2006, 232 pp., euro 8,40

Un'inchiesta a tutto tondo sull'acqua e sui mille scandali che le ruotano attorno, in Italia e non solo: dalla presunta miglior qualità delle acque in bottiglia al losco affare della privatizzazione delle risorse idriche, con uno sguardo sulla realtà europea e sulla situazione mondiale, con il preoccupante profilarsi di uno scenario in cui proprio l'accesso alle risorse idriche marcherà ancora di più il solco che divide ricchi e poveri.

Per gentile concessione della casa editrice pubblichiamo l'introduzione e un capitolo da "Acqua S.p.A.", © 2006 Arnoldo Mondadori Editore S.p.A., Milano

Sconosciuto

Introduzione

La voce ormai ha fatto il giro del mondo. In un grande magazzino londinese hanno messo in vendita delle bombolette con una strana etichetta: ARIA PURA DI MONTAGNA. «Respirate a pieni polmoni senza temere lo smog» recita uno slogan ad effetto. Vi pare assurdo acquistare dell'aria? Eppure è già successo con l'acqua. In quei contenitori di Pet, che faticosamente ci portiamo a casa, è racchiusa una ricchezza naturale, un bene comune, che arriva a costare oltre un euro al litro. Ce l'hanno data a bere per decenni, fino a convincerci che le bollicine fanno addirittura ringiovanire.
Qualcosa di analogo è accaduto anche ai nostri acquedotti, ormai controllati da società per azioni, sia pubbliche sia private, ma la sostanza non cambia. Sfruttando abilmente una legge del 1994 e del 2000, comuni e Province hanno ceduto le loro quote azionarie a un gestore unico, a un'azienda privata o addirittura a una multinazionale. Sono sicuro che molti di voi non hanno mai avuto sentore che qualcuno stava per svendere un bene comune a finanzieri senza scrupoli, mentre le bollette lievitavano per soddisfare gli obiettivi di bilancio dei venditori d'acqua.
Tra il 1997 e il 2003 gli acquedotti trasformati in società per azioni passano da 56 a 71. La corsa alla privatizzazione sembra inarrestabile e il servizio idrico è ormai un'industria come tante che produce utili e dividendi per grandi e piccoli azionisti. Gruppi stranieri come Suez, Veolia Water e Saur ma anche società italiane del livello di Italgas (Eni), Enel, Edison ed ex società pubbliche, le cosiddette vecchie municipalizzate della portata di Acea di Roma, Hera di Bologna, Amga di Genova o ex enti come l'Acquedotto Pugliese S.p.A. sono in gioco per accaparrarsi l'affare migliore. Apparentemente è una guerra di tutti contro tutti, in realtà prevale una sorta di cartello, le società «collaborano» e si spartiscono le risorse idriche del Paese.


  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 4.6/5 (5 votes cast)
Share |

Vaccini: esperimenti medici sulle masse
di Dewey Ross Duffel & Ingri Cassel [02/10/2006]

Fino a poco tempo fa, poche persone interrogavano i loro dottori quando l'ostetrica dell'ospedale portava via i loro neonati perché fossero "ripuliti". Questo prima di realizzare che in quel periodo sono spesso soggetti ad interventi medici non necessari, come le iniezioni di Vitamina K e contro l'epatite B.

La maggior parte dei genitori non è consapevole che il vaccino per l'epatite B non è mai stato clinicamente testato sui bambini sotto i cinque anni di età. Infatti, tutti i vaccini attualmente in uso sono autorizzati soprattutto in base ad una specifica risposta di anticorpi e non su studi che ne provino la sicurezza o l'efficacia. Queste enormi sperimentazioni mediche sui nostri bambini contin uano all'età di due mesi, durante il primo controllo del neonato, quando il pediatra raccomanda che siano somministrate cinque iniezioni di TaP, Hib, Hep B (la seconda dopo la nascita), IPV (vaccino inattivo contro la poliomelite), e PCV (vaccino pneumococcico) durante la visita e tutte nel giro di mezz'ora.

A causa della fiducia dei genitori nell'esperienza e lo studio del loro pediatra, la maggior parte dei genitori non mette in dubbio che sia saggio iniettare tutti questi antigeni nel loro prezioso bambino in un tanto breve periodo di tempo. La marea sta cambiando, comunque, perché tante persone sono testimoni di amici e famigliari che soffrono di reazioni negative alle vaccinazioni di routine.

La ricerca rivela che la propaganda di promozione dei vaccini non è sostenuta dalla scienza. Nonostante questa ricerca richieda considerevoli tempo ed energia, molti genitori hanno scoperto che è uno studio che avrebbero voluto fare prima. La vaccinazione non è una pr ocedura di emergenza e nulla è più importante dei nostri bam! bini. Un a dilazione di pochi mesi nel fare questa decisione vitale è certamente giustificata.


  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 4.8/5 (5 votes cast)
Share |

Un omeopata clinico norvegese ottiene la vittoria in tribunale

Fonte: HealthSupreme
Traduzione a cura di: Silvia Rubeo

3 Novembre 2006 – Una corte di appello norvegese ha ritirato tutte le accuse contro un omeopata e professionista della medicina alternativa una decisione che può segnare un punto di svolta nella battaglia per l’autodeterminazione in campo medico e la libertà in materia sanitaria.

Photo credit: MagneTurøy
Oltre ad essere un omeopata clinico, Atle Johan Løvaas è un preparato fisioterapista che ha compiuto studi a Berlino (1973), con una formazione nella medicina tradizionale cinese, (1992, Beijing) e con tre anni di studio nella scuola di agopuntura nella scuola norvegese condotta dal medico danese Dr. Riethofen. Ha una preparazione specialistica anche sul metodo " Massaggio tipo agopuntura" che ha studiato negli anni (1974 - 1980) con Willy Penzel, partecipando in molti corsi in varie discipline legate alla “medicina alternativa” per anni,studiando anche la tecnica di agopuntura tradizionale e moderna, di agopuntura auricolare, e l’omeopatia classica.

Photo credit: MagneTurøy


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

I farmaci delle chemioterapia 'distruggono le cellule cerebrali'
Fonte: BBC UK
Traduzione di SIlvia Rubeo

Le ricerche suggeriscono che i farmaci utilizzati per distruggere le cellule cancerogene possono essere realmente più dannose alle cellule sane del cervello.
Un gruppo di lavoro dell'università di Rochester a New York ha scoperto che molti tipi di cellule fondamentali del cervello sono estremamente vulnerabili ai farmaci.
Sostengono che ciò potrebbe essere di aiuto per spiegare gli effetti collaterali come attacchi e perdita di memoria associati con la chemioterapia - alla quale è stato congiuntamente affibbiato il nome di 'chemio cerebrale'.
La ricerca, effettuata sui ratti, è stata pubblicata sul Journal of Biology.
La terapia farmacologica per la cura del cancro può indurre una vasta gamma di effetti neurologici collaterali, anche un insorgenza di demenza.
Ma si pensa che non siano direttamente collegati al trattamento farmacologico in se stesso.


  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 1/5 (1 votes cast)
Share |

Vaccino: promozione bocciata

| | Commenti (1)

Vaccino: promozione bocciata
L'Agenzia italiana del farmaco ha chiesto la sospensione della campagna che promuoveva la vaccinazione antipneumococco.
11-11-2006 - Fonte: Altroconsumo.it

L'Agenzia italiana del farmaco ha chiesto la sospensione della campagna pubblicitaria televisiva e radiofonica che promuoveva la vaccinazione antipneumococco (testimonial prevista Rosanna Lambertucci, patrocinata da uno dei maggiori sindacati di pediatri, la Federazione Italiana Medici Pediatri, Fimp). Una decisione, quella dell'Aifa, che sosteniamo pienamente.

La campagna era stata presentata alla stampa a Milano il 21 settembre scorso: e ne avevamo colto immediatamente la sostanziale scorrettezza.
Ecco il messaggio di fondo: tutti i genitori dovrebbero proteggere i propri figli dalla meningite.

La soluzione proposta: far vaccinare tutti i bambini sotto i due anni contro lo pneumococco (uno dei batteri responsabili di una forma di meningite). Un particolare da non trascurare: nei messaggi pubblicitari, molto scorrettamente, non era indicato che lo sponsor della campagna era un'azienda farmaceutica, la Wyeth, che, guarda caso, produce proprio un vaccino contro lo pneumococco (Prevenar).


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Le vaccinazioni pediatriche

| | Commenti (2)

Vaccipedi
Le vaccinazioni pediatriche
Desideriamo avvisare che entro il 25 novembre 2006 uscirà un nuovo libro della Salus Infirmorum.
22-11-2006 - Fonte: Edizionisalus.it

E' urgente rendersi conto che stiamo rovinando fin da piccoli i nostri figli con i vaccini alterando il loro sistema immunitario e la loro psiche per renderli cronici consumatori, prima di antibiotici e poi di psicofarmaci. E così, ammalandoli, li priviamo della possibilità di realizzare in piena libertà il fine ultimo della loro esistenza: quello per cui sono stati creati da Dio.


LE VACCINAZIONI PEDIATRICHE
Dr. Roberto Gava

Prefazione del libro

Quando ho esaurito il mio primo libro su questo argomento (Dobbiamo vaccinare i nostri figli?) credevo che con 2-3 mesi di lavoro sarei riuscito ad aggiornarlo e ristamparlo. Invece, da allora sono passati 18 mesi, un tempo addirittura doppio a quello che avevo impiegato per scrivere quel primo testo. Uno dei motivi è che l'argomento è tristemente diventato di grande attualità scientifica e gli studi che affrontano il problema dei danni da vaccini sono in continuo aumento.

Il motivo principale, però, è forse un altro: una trattazione su questo argomento è estremamente delicata, perchè bisogna riuscire a distinguere la letteratura scientifica vera da quella che parte da un piccolo aspetto della verità per giungere a conclusioni non vere.

Mi spiego meglio.


  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 3.7/5 (3 votes cast)
Share |

Aspetti negativi dei vaccini

| | Commenti (1)

“Il vaccino è un preparato derivante da una sospensione di batteri o virus (vivi, attenuati o uccisi) oppure di tossine da essi ricavate, che dovrebbe indurre nel vaccinato una produzione artificiale di anticorpi.
Si distinguono vaccini monovalenti (preparati con un solo ceppo batterico o con un solo tipo di virus), polivalenti (preparati con più ceppi delle stessa specie)e misti (che contengono germi o tossine di una pluralità di malattie). I primi due tipi sono impiegati per prevenire un'unica malattia infettiva, il terzo per prevenire una pluralità di malattie. Sono in commercio vaccini „antitossici“ (costituiti da batteri, come l'antitifico, l'antitubercolare, l'antipestoso, l'antigonococcico) e „antivirali“ (costituiti da virus, come l'antipoliomelitico, l'antirabbico, l'antivaioloso, l'antinfluenzale, ecc...).
Buona parte dei vaccini è fabbricata coltivando le sostanze tossiche, batteriche o virali sul corpo dell'animale, o su particolari organi dell'animale (reni di scimmia, ventre della pecora, cervello e midollo spinale del coniglio e del cane, cervello della scimmia, ecc...); altri vaccini sono coltivati su prodotti dell'animale (uova di pollo o di anatra), altri su cellule e tessuti umani, altri sono ottenuti con la manipolazione genetica. Nessun tipo di fabbricazione può garantire l'innocuità del vaccino,in quanto le sostanze tossiche, batteriche o virali che esso contiene possono avere effetti imprevedibili nel corpo del vaccinato.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

ARPC - Associazione per la Ricerca e la Prevenzione del Cancro

Chemioterapia, una pratica assassina, ovvero il tradimento della medicina in nome del profitto.

Ciò che voglio dimostrare in questa relazione è quanto ho dichiarato in un recente comunicato stampa e che si articola, essenzialmente, in due punti.

1) La chemioterapia non guarisce dal cancro, ma uccide.
2) Il suo uso trova fondamento
solo negli interessi economici delle ditte farmaceutiche.

Cenni storici.

Per capire come sia stato possibile un simile tradimento, come sia possibile sostenere per così tanto tempo un simile inganno, bisogna conoscere il contesto economico e politico in cui esso è nato e si è sviluppato.

“Nei primi decenni del secolo scorso alcuni avvenimenti hanno segnato il destino della medicina per almeno un secolo. All'inizio del ventesimo secolo il gruppo di Rockefeller controllava già la maggior parte del commercio di petrolio negli Stati Uniti e in molti altri paesi. Sulla base di questi trilioni di dollari di reddito, questo gruppo di investitori ha trovato una nuova area di mercato: il corpo umano. Il profitto o il ritorno su questo investimento dipendeva dalla brevettabilità delle medicine farmaceutiche inventate. I profitti da trilioni di dollari di questa nuova industria di investimento sono stati usati per convertire sistematicamente la medicina in un commercio farmaceutico guidato dall’investimento. Nel giro di pochi decenni, la medicina è caduta sotto il controllo di questi gruppi di interesse attraverso la loro influenza nelle scuole di medicina, nei media e nell'arena politica”1.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (3 votes cast)
Share |

l Denaro: in qualsiasi modo lo si consideri, rimane innegabile la sua influenza nella nostra vita. Eppure il nostro rapporto con esso risulta molto spesso ambiguo e conflittuale: da una parte lo ricerchiamo rendendoci conto della sua importanza e necessità, dall'altra parte lo respingiamo considerandolo 'sporco' e svilente.

Lo scopo del Corso - Terapia 'Farsi Amico il Denaro' che si tiene la prossima domenica 10 dicembre presso la Sede Centrale di Milano della Accademia di Kinesiologia è proprio quello di portare chiarezza e serenità nel rapporto individuale con questo fondamentale strumento, al fine di poterne impiegare le risorse in maniera piena e consapevole, chiarendo e riequilibrando ciò che di ambiguo e conflittuale viene mantenuto nei suoi confronti, per permettere di gestirlo finalmente in maniera libera e serena. È infatti dolorosamente paradossale che così tante persone mantengano al tempo stesso desiderio e repulsione verso di esso, trasferendo tale confusione e ambiguità nella propria vita e precludendosi così ciò che il Denaro può invece rappresentare, più semplicemente, per la propria felicità e benessere personale.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

H1N1 -Petizione

Vaccino e Influenza Suina: firma per il diritto ad essere informato!

Macrolibrarsi.it presenta: L'INFLUENZA SUINA A/H1N1 - Un indagine accurata e scientifica per una scelta consapevole
Powered by Movable Type 5.13-en

Dizionario dei Codici E


SCARICA il pratico tascabile per riconoscere i Codici E
Dizionario dei codici E, Additivi negli alimenti, come riconoscerli FORMATO .PDF

EAdditivi - App per Iphone

Schermata1.png SCARICA GRATIS l'elenco dei maggiori additivi alimentari con descrizione e rispettivo grado di tossicità.
Un'applicazione utilissima per essere consapevoli degli additivi alimentari presenti in ciò che mangiamo.


Giornalino n. 16

Scarica il giornalino n.16 de La Leva di Archimede
Luglio 2012

G16.jpg
Scarica il PDF

Giornalino n. 15

Scarica il giornalino n.15 de La Leva di Archimede
Luglio 2010

G15.jpg
Scarica il PDF

Giornalini n. 14

Scarica il giornalino n.14 de La Leva di Archimede
Speciale Vaccinazioni - Novembre 2009

G14.jpg
Scarica il PDF

Ricevi Aggionamenti

Scrivi il tuo indirizzo email nel campo qui di seguito e clicca "Iscrivimi!" per ricevere notifiche di nuovi articoli pubblicati su questo sito

Inserisci la tua email


Powered by FeedBlitz

La nostra rete

Find recent content on the main index or look in the archives to find all content.