L'ALLARME NUOVA RICERCA DELL'ISTITUTO RAMAZZINI DI BOLOGNA

L'aspartame è cancerogeno anche usato in piccole dosi
Fonte: il Resto del Carlino

Aspartame hangoverL'ALLARME lo avevano già lanciato nel 2005: "L'aspartame è cancerogeno, può indurre tumori maligni". Ora, lo confermano a gran voce con un nuovo, e piu' dettagliato, studio che mette in guardia sull'uso del dolcificante artificiale, utilizzato in tantissimi prodotti, dalle bevande light ai dolciumi, dalle gomme da masticare ai farmaci, come sciroppi antibiotici per i bambini. I ricercatori della Fondazione Europea Ramazzini, che ha sede a Bentivoglio, in provincia di Bologna, presenteranno in dettaglio i risultati del loro ultimo lavoro il 23 aprile a New York, dove il direttore scientifico, Morando Soffritti, riceverà anche un importante riconoscimento, il premio Selikoff, per i suoi studi sull'aspartame.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (3 votes cast)
Share |

Il secondo studio sull'aspartame della Fondazione Europea Ramazzini (FER) conferma la cancerogenicità dell'aspartame.
I risultati saranno presentati il 23 aprile a New York, al Mount Sinai Medical School.

L'aspartame è un dolcificante artificiale consumato nel mondo da oltre 200 milioni di persone. E' utilizzato in oltre 6.000 prodotti, fra i quali bevande light, gomme da masticare, dolciumi, caramelle, yogurt, farmaci, in particolare sciroppi e antibiotici per bambini. Nel 2005, la Fondazione Europea Ramazzini ha pubblicato importanti dati sperimentali che dimostravano la cancerogenicità dell'aspartame. Venne dimostrato sperimentalmente per la prima volta che l'aspartame è un agente cancerogeno in grado di indurre vari tipi di tumori maligni, anche a dosi tutt'oggi ammesse per l'alimentazione umana.

Fin dal momento della percezione della cancerogencità dell'aspartame, la FER avviò un secondo studio, somministrando aspartame a basse dosi nel cibo ai ratti a partire della vita fetale.

In anteprima mondiale un servizio del TG2 ha anticipato che la Fondazione Europea Ramazzini presenterà i risultati del secondo studio nei prossimi giorni a New York, al Mount Sinai Medical School of Medicine, dove il Direttore Scientifico Dottor Soffritti riceverà il Premio Selikoff per i suoi studi sull'aspartame. Il servizio del TG2 può essere visualizzato sul sito: http://www.raiclicktv.it/raiclickpc/secure/list_content_tg.srv?id=1986#

Fonte: http://www.ramazzini.it/


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Rubare l'acqua per creare la sete
Coca-cola, Pepsi e la politica della sicurezza alimentare
di Vandana Shiva

In una democrazia, bandire prodotti e attivita' dannose e' un'espressione della liberta' e dei diritti dei cittadini. La messa al bando protegge i cittadini dai rischi per la salute e per l'ambiente. E' per questo che il fumo e' stato vietato nei luoghi pubblici. E' per questo che le sostanze dannose per l'ozono sono state proibite dal Protocollo di Montreal. E' per questo che la Convenzione di Basilea ha bandito il commercio di rifiuti tossici e pericolosi.

La Coca Cola e la Pepsi sono entrate senza dubbio a far parte del gruppo dei prodotti tossici e dannosi che e' necessario bandire per proteggere la salute dei cittadini e per proteggere l'ambiente. Il 22 agosto la campagna "Coca Cola e Pepsi lasciate l'India" ha intensificato l'attivita' per bandire Coca Cola e Pepsi con una giornata di azioni. Il Kerala ha bandito le coca cole. Il Karnataka, il Madhya Pradesh, il Gujarat, il Rajastan hanno vietato le bevande analcoliche dalle istituzioni educative e dalle mense del governo. E "zone libere da Coca Cola e Pepsi" si stanno diffondendo in tutto il Paese.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

In cura 30.000 bambini in Lombardia. Nuovo “warning” dagli USA: queste molecole quintuplicano il rischio ictus.

Artificiosamente ridotte le cifre dei minori potenzialmente destinatari di terapie a base di psicofarmaci (dal 4% allo 0,8%) così da rassicurare il Parlamento ed ottenere il via libera politico all’immissione in commercio, ora le cifre riprendono a salire: nella sola Lombardia, sarebbero oltre 30.000 i bambini “malati”, dei quali 10.000 da sedare con le contestate “pillole dell’obbedienza”. L’ISS smentisce, gli esperti dell’AIFA al contrario confermano, mentre dagli USA provengono nuovi dati allarmanti sulle molecole psicostimolanti: quintuplicano gli ictus.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Comunicato stampa, 5 aprile 2007
Coalizione contro i pericoli derivanti dalla Bayer (CBG, Germany)

Incenerimento di rifiuti tossici da parte della Bayer:

"Gli interessi commerciali devono essere subordinati alla protezione della salute della popolazione"

Contrariamente a quanto dichiarato in precedenza, il gruppo Bayer è entrato nel giro internazionale del commercio dei rifiuti tossici. La Bayer, per un compenso di 3 milioni di euro, si appresta ad incenerire 4500 tonnellate di esaclorobenzene, una sostanza altamente tossica, proveniente dall'Australia . L'esaclorobenzene fa parte della cosiddetta "sporca dozzina", le tossine più pericolose, soggette a un bando internazionale dalla Convenzione di Stoccolma. La sostanza non è biodegradabile e, nell'uomo, è causa di disordini del metabolismo, cancro e danni a vari organi.

Fin dalla fine degli anni '80 la Coalizione contro i pericoli derivanti dalla Bayer e gli ecologisti hanno previsto un giro di rifiuti tossici nei siti della Bayer e si sono espressi contro la costruzione dell'inceneritore di rifiuti pericolosi di Dormagen e contro l'ampliamento dell'inceneritore di rifiuti di Leverkusen. Ora siamo al punto in cui 300 ditte, dalla Germania e dall'estero, mandano rifiuti tossici a Dormagen e Leverkusen. In origine l'impianto di Dormagen era autorizzato a gestire solo i rifiuti della Bayer e i rifiuti pericolosi provenienti dai distretti limitrofi, ma nel 2004 è stato ingrandito in fretta e furia in modo da poter incenerire rifiuti da tutto il mondo.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Sezione: agricoltura - Pagina: 012

(4 aprile, 2007) Corriere della Sera

Mentre Pavia pensa di convertire molte coltivazioni per produrre biodiesel, si sperimenta una nuova fonte alternativa

Energia dal tabacco, brevetto a Cremona
La pianta è più «produttiva» di mais e girasole. Con 5 ettari un' azienda sarà autosufficiente

CREMONA - Energia rinnovabile con la colza, con la soia e perfino con il mais. Una via nuova rispetto al petrolio, ma con due grandi limiti: sfruttare queste piante per produrre energia ne fa aumentare incredibilmente il prezzo e crea uno scompenso alimentare. Perché se il mais diventa energia e non farina, il prezzo del pane vola alle stelle e soprattutto la quantità diminuisce. Invece al tabacco energetico non aveva mai pensato nessuno. Così, mentre a Pavia si pensa di convertire a scopi energetici tutti i campi attualmente dedicati alla barbabietola da zucchero, Corrado Fogher, direttore della «Plantechno» di Vicomoscano, azienda leader nel campo delle ricerche sui vegetali, ha avuto l' intuizione e l' ha immediatamente brevettata.


  • Currently 2.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 2.2/5 (9 votes cast)
Share |

Vaccinazione anti-HPV - Il caso Gardasil: necessità o interesse?

Infettivologia ) - Il New York Times ha dedicato un articolo al caso Gardasil, il vaccino antipapillomavirus che dovrebbe essere somministrato alle adolescenti con l’obiettivo di prevenire le infezioni da virus HPV, alcune delle quali sarebbero associate a sviluppo di tumore della cervice uterina .
La società produttrice di Gardasil, Merck & Co, sostiene la tesi che è necessario effettuare il più rapidamente possibile la vaccinazione per debellare la malattia.

Le associazioni dei consumatori sostengono che la vaccinazione non è necessaria, perché l’incidenza di carcinoma alla cervice è bassa. Negli USA, su una popolazione superiore ai 250 milioni di abitanti, i nuovi casi di tumore alla cervice sarebbero 9.710 e 3.700 le donne che muoiono, ogni anno ( dati FDA ).

In Italia, ogni anno, si contano 3.500 nuovi casi di carcinoma con circa 1.000 morti ( dati ISS ).

L’obiettivo che si prefigge Merck è quello di indurre i legislatori a rendere obbligatoria la vaccinazione, in modo da vendere quantità più elevate di vaccino.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Nessun test psicologico in classe

| | Commenti (0)

«Nessun test psicologico in classe»
Inviato da Redazione (646 letture)
http://www.primadanoi.it

LA PROPOSTA. Oggi in Senato i senatori Marcello De Angelis e Loredana De Petris presenteranno la proposta di legge per vietare l'utilizzo di questionari volti a indagare lo stato psichico ed emozionale degli allievi nelle scuole, e introdurre l'obbligo del consenso scritto dei genitori per il trattamento con psicofarmaci dei minori.

Alla presentazione parteciperà il dr. Roberto Cestari, direttore scientifico della campagna di informazione sociale "Perché Non Accada", ente promotore dell'iniziativa, e Presidente nazionale del Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani Onlus.
I senatori De Angelis e De Petris denunciano come «'inaccettabile» che le scuole possano divenire luogo di etichettamento psico patologico. «Questo è già avvenuto in altre nazioni e la conseguenza sono i milioni di bambini sotto terapia con psicofarmaci pericolosi e che danno assuefazione. Di particolare gravità - rimarca il senatore De Angelis - se non riuscissimo ad impedire che accada anche in Italia quanto avvenuto altrove e cioè l'invasione dello stato nella famiglia e nella vita dei cittadini: un grave rischio per la democrazia».
«I test si stanno diffondendo, sono sempre più le scuole dove sono già stati effettuati e contemporaneamente sono stati abilitati ben 83 centri per fare diagnosi e terapie – una macchina si sta muovendo. Impedendo gli screening e con un chiaro consenso informato, tuteliamo la libertà di tutti i cittadini italiani» concludono congiuntamente i senatori De Angelis e De Petris.

28/03/2007 9.36


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Fonte: ANH
Traduzione a cura di
Silvia Rubeo
Fonte divulgativa:
La Leva di Archimede

ANH (Alliance for Natural Health - Alleanza per la Salute Naturale) lancia la prossima fase della strategia legale sugli integratori alimentari dell’UE

L’ ANH lancia la fase successiva delle sue attività legali che mirano a revocare un divieto posto su migliaia di prodotti con integratori alimentari in Europa .

Cortesemente far circolare questo comunicato ad ampio raggio a coloro che potrebbero essere interessati.

Mediante la presentazione di 15 domande per ottenere l’autorizzazione all’inserimento nella lista positiva (l'elenco delle sostanze "ammesse") secondo le procedure chiarite e semplificate dalla Corte Europea di Giustizia nel 2005, ci poniamo l’ obiettivo di obbligare la Commissione Europea ed altre istituzioni della UE ad usare procedure corrette, trasparenti e proporzionate per aggiungere nuovi ingredienti agli elenchi allegati alla Direttiva UE in materia di integratori alimentari e di non oltrepassare i loro poteri legali.

L’ intera strategia è basata su vantaggi offerti dalla Corte Europea nel 2005 - che fino ad ora, appaiono essere stati ignorati dalle istituzioni dell’ UE.

Si consiglia di leggere interamente il comunicato stampa e le note agli editori qui di seguito per avere maggiori informazioni su questo successivo passo cruciale della strategia legale dell’ANH in materia integratori alimentari in Europa.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

** IL GRANDE FALSO ALLARME **

L' A.M.A. (American Medical Association) dichiara che le vitamine possono uccidere.

L'ultimo tentativo della medicina convenzionale per screditare gli integratori alimentari vitaminici si trova un uno studio molto discutibile pubblicato nel Journal of American Medical Association (JAMA) in cui si sostiene che le vitamine possono aumentare il rischio di morte.

Lo studio afferma di aver preso in esame una raccolta di ricerche su: Vitamina A, beta-carotene, Vitamina C, E e selenio, concludendo che la maggior parte di questi nutrienti sono veramente dannosi per la salute.

Ovviamente questo è uno studio effettuato da ricercatori della medicina convenzionale -un'industria che promuove come sani e sicuri composti chimici brevettati, nonostante molti farmaci approvati dalla FDA stiano uccidendo 100.000 Americani ogni anno (immagina il c..... trambusto se le vitamine uccidessero anche solo una piccolissima frazione di questo numero).

Per evitare di essere imbrogliati da una discutibile ricerca sulle "vitamine", dobbiamo attentamente considerare gli interessi finanziari degli autori di questa ricerca.
La rivista JAMA incassa ogni anno milioni di dollari di pubblicità dalle compagnie farmaceutiche.
L' A.M.A. da parte sua, ha a lungo operato per gettare discedito sulle medicine alternative, tanto da essere considerata poco credibile da chiunque abbia un minimo di familiarità con i rimedi naturali.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

H1N1 -Petizione

Vaccino e Influenza Suina: firma per il diritto ad essere informato!

Macrolibrarsi.it presenta: L'INFLUENZA SUINA A/H1N1 - Un indagine accurata e scientifica per una scelta consapevole
Powered by Movable Type 5.13-en

Dizionario dei Codici E


SCARICA il pratico tascabile per riconoscere i Codici E
Dizionario dei codici E, Additivi negli alimenti, come riconoscerli FORMATO .PDF

EAdditivi - App per Iphone

Schermata1.png SCARICA GRATIS l'elenco dei maggiori additivi alimentari con descrizione e rispettivo grado di tossicità.
Un'applicazione utilissima per essere consapevoli degli additivi alimentari presenti in ciò che mangiamo.


Giornalino n. 16

Scarica il giornalino n.16 de La Leva di Archimede
Luglio 2012

G16.jpg
Scarica il PDF

Giornalino n. 15

Scarica il giornalino n.15 de La Leva di Archimede
Luglio 2010

G15.jpg
Scarica il PDF

Giornalini n. 14

Scarica il giornalino n.14 de La Leva di Archimede
Speciale Vaccinazioni - Novembre 2009

G14.jpg
Scarica il PDF

Ricevi Aggionamenti

Scrivi il tuo indirizzo email nel campo qui di seguito e clicca "Iscrivimi!" per ricevere notifiche di nuovi articoli pubblicati su questo sito

Inserisci la tua email


Powered by FeedBlitz

La nostra rete

Find recent content on the main index or look in the archives to find all content.