News della categoria Additivi e Coloranti

Intervista a Paul Anthony Taylor

paul-Rath.jpg

Ottobre 2006 – Il Codex non è un soggetto semplice da comprendere. Con oltre 20 comitati che si riuniscono ogni anno, e verbali pubblicati comprendenti oltre 1.400 pagine solo per il 2005, la maggior parte delle persone è assolutamente ignara della misura in cui le attività del Codex influenzano la salute di tutti. Continuate a leggere per scoprire tutti i dettagli del sostegno che la Codex Alimentarius Commission fornisce al "business con la malattia".


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

Scandalo del latte in polvere, chiuse le indagini: 23 indagati

Le accuse sono di corruzione in concorso e false fatturazioni

Pisa, 3 febbraio 2016 - Notificato l'avviso di chiusura indagini a carico di 23 persone indagate per corruzione in concorso e false fatturazioni nell'inchiesta dei carabinieri del Nas sul latte in polvere che nel novembre 2014 coinvolse pediatri, dirigenti d'azienda e agenti di viaggio in diverse parti d'Italia.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |
Sono personalmente sempre più convinto di due questioni che diventano sempre più urgenti. Ho cominciato ad argomentare le mie ragioni in questo articolo, Il conflitto che nessuno vuole vedere (ma tutti conoscono) (A) e nella replica dovuta alla risposta della FEDAIISF (B).

- Il processo di Norimberga non è stato compreso nella sua totalità. Occorre prenderne atto e studiare i documenti che la storia recente ha portato alla luce relativi alla IG-Farben e ai suoi "interessi" e crimini durante quel periodo storico.

- Chi pensa che crimini come l'eugenetica (e quelli avvenuti in generale in quel periodo storico) appartengano al passato, commette un gravissimo errore storico e di valutazione. Certi crimini non sono estinti, sono semplicemente evoluti in altre forme. E' ora di individuarli e di porvi fine. Per sempre.

Ivan Ingrillì
Associazione La Leva di Archimede


Il sesso e l'eugenetica ai tempi di Veronesi & Gates
I crimini contro l'umanità di Big-Pharma e la distruzione degli Stati

In una incredibile intervista fatta ad Umberto Veronesi e pubblicata sul Corriere.it il 19 agosto 2007 (1), il famoso oncologo si lancia in una previsione che ha dell'incredibile: «Si farà l'amore per affetto e non per riprodursi. È il prezzo positivo pagato dall'evoluzione naturale della specie»

Prima di andare avanti vorrei soffermarmi per un attimo su questa dichiarazione, secondo Veronesi
- l'atto sessuale ai fini riproduttivi è destinato a scomparire,
- il fatto è da considerarsi positivo e,
- sempre secondo lui, questa è la "naturale" evoluzione della nostra specie.

Veronesi sostiene che l'essere umano stà "evolvendo verso un modello unico" e siccome non ha più necessità di lottare per la sopravvivenza, "la produzione degli ormoni diminuisce e gli organi sessuali tendono ad atrofizzarsi".

Tutto questo, continua nell'articolo, unito al fatto che "tra fecondazione artificiale e clonazione, il sesso non è più l'unica via per procreare, finirà col privare del tutto l'atto sessuale del suo fine riproduttivo". Strano, ma sembra quasi che il settore sanitario abbia quasi l'intenzione di gestire totalmente il processo riproduttivo umano.

Il sesso, continua Veronesi, resterà comunque ma divenendo soltanto un gesto di affetto non sarà più così importante se sceglieremo di praticarlo con una persona dello stesso sesso.

  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (2 votes cast)
Share |

Ministro Lorenzin indagata per occultamento dei rischi alimentari: la denuncia del PAE   


Querelato il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin per disinformazione alimentare: a seguito del servizio di Report di lunedì scorso, il Partito Animalista Europeo ha mandato una diffida alla Procura di Roma, che ora sta indagando sulla donna.

Non è la prima volta che il PAE denuncia il Ministro Lorenzin per omissione della corretta informazione: questo giro, si considera l’ultimo servizio su Rai 3 di Report, «Nutriamo il Pianeta. Grasso che cola», che parla dei danni provocati dagli alimenti nocivi per l’uomo – alcuni di loro, ironia della sorte, sponsor di Expo 2015.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (2 votes cast)
Share |

Lancet, adottano strategia simile a industria del tabacco


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

«Quel che non sapevo è che l’incontro con la Dottoressa Belpoggi, avrebbe cambiato per sempre le mie abitudini alimentari.»

Avete presente gomme da masticare e caramelle senza zucchero, dentifricio, dolcificanti, yogurt, bibite senza calorie?
Molti di questi prodotti contengono aspartame: una sostanza chimica usata per sostituire lo zucchero.
Sono anni che la comunità scientifica s’interroga e dibatte sulla tossicità di questo additivo ma se così fosse, se l’aspartame fosse nocivo, come mai è introdotto in più di seimila prodotti alimentari (che siano bevande o cibi solidi) e consumato quotidianamente in tutto il mondo da duecentoventi milioni di persone? Perché quasi nessuno ne parla?
Per vederci un po’ più chiaro sono andata a trovare una donna che so battersi da anni per il riconoscimento dell’aspartame come cancerogeno: la Dottoressa Fiorella Belpoggi, Direttore del Centro di Ricerca sul Cancro dell’Istituto Ramazzini “IR” di Bologna.


  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 3.7/5 (3 votes cast)
Share |

Contrariamente a quanto si pensa i dolcificanti non hanno davvero proprietà migliori di quelle dello zucchero, anzi, alcuni elementi contenuti in quelli artificiali, quali aspartame, saccarina e sucralosio possono provocare serie alterazioni metaboliche. Lo studio, pubblicato sulla rivista Nature e presentato al congresso dell’European Association for the Study of Diabetes di Vienna, alcuni edulcoranti artificiali possono provocare l’aumento della glicemia.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (3 votes cast)
Share |

Le ultime notizie


201401241642.jpg

In questa interessantissima inchiesta la trasmissione Report mette la sua lente di ingrandimento sull‘Aspartame, un dolcificante sostitutivo dello zucchero che è contenuto in moltissimi dolcificanti.



  • Currently 2.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 2.8/5 (4 votes cast)
Share |

Fonte: Ilfattaccio

625392p1.jpg

Magari per molti di voi vivere senza chewingum che sembra impossibile..

D’altronde, si tratta di un prodotto che esiste da più di 100 anni, eppure gli scienziati avvertono: masticando si immettono nel corpo delle sostanze chimiche senza sapere effettivamente quale conseguenze avranno sulla nostra salute.

Gli ingredienti sono:

1. una base gommosa, la parte insolubile, che non viene assorbita né digerita,

2. sostituti dello zucchero, edulcoranti come aspartame o sorbitolo,

3. delle cere per ammorbidirla

4. aromi artificiali, chimici

5. coloranti, anche ovviamente nelle gomme “bianche”.

Quindi, spiega l’autore, una gomma è in realtà un mix chimico e nient’altro, e la maggior parte di queste sostanze possono costituire anche un rischio per la nostra salute, a lungo andare.

D’altronde, se è vero che mastichiamo gomme per rinfrescare l’alito, è anche vero che le persone che sono in salute e lavano regolarmente i denti non hanno problemi del genere, e se c’è un problema di alitosi questo è il sintomo di qualcos’altro, una dieta povera o lo stress. E poi, conclude l’autore, l’abitudine di comprare gomme a lungo andare si trasforma anche in una spesa economica.

 

Fonte: Ilfattaccio

 


  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 4/5 (6 votes cast)
Share |

Fonte: Ilfattaccio

L'ultima novità scoperta dai media principali è che gli hamburger e le patatine del Happy Meal della McDonald’s non vanno a male, anche se li si lascia per sei mesi.È sempre interessante notare come i media principali “scoprono” notizie che credono essere nuove anche se la comunità salutista ne ha parlato per anni. Per esempio, recentemente il New York Times ha pubblicato un articolo intitolato -Quando le medicine causano problemi che dovrebbero prevenire.Abbiamo parlato per anni di questo argomento, di come la chemioterapia causi il cancro, i medicinali per l’osteoporosi provochino fratture alle ossa e di come gli antidepressivi portino a comportamenti suicidi.L’ultima “novità” scoperta dai media principali è che gli hamburger e le patatine del Happy Meal della McDonald’s non vanno a male, anche se li si lascia per sei mesi.

Questa storia è stata ripresa dalla CNN, dal Washington Post e altri media commerciali che sembrano essere rimasti folgorati dal fatto che il cibo spazzatura delle catene dei fast food non marcisce.La cosa divertente è che l’industria salutista si era già interessata a questo argomento anni fa. Ricordate il video Bionic Burger di Len Foley? Era apparso nel 2007 ed è stato visto 2 milioni di volte su Youtube. Nel video c’è un ragazzo che ha comprato i suoi hamburger da McDonald’s nel 1989 e dopo due decenni non si sono ancora decomposti!

hamburger.jpg

 

 

 

 

 


  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 4.4/5 (8 votes cast)
Share |

Sai Cosa c'e' Dentro un Hot Dog?

| | Commenti (0)

Fonte: Greenme

Consumare Hot Dog e carni lavorate può essere considerato salutare? Secondo quanto reso noto da parte degli esperti statunitensi, con particolare riferimento agli Hot Dog, ed in generale alle carni rosse lavorate, il loro consumo è in grado di aumentare le probabilità di contrarre malattie come il cancro.

hot_dog.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (5 votes cast)
Share |

Fonte: Informarexresistere

Coca-Cola cambia colore in California per evitare etichetta rischio cancro

La Bolivia caccia Coca-Cola. Dal 21 dicembre la bibita sarà vietata

Aspartame e Cancro

Alcuni studi dimostrano che l'aspartame produce formaldeide e può provocare linfomi di leucemia. L'Autorità europea per la sicurezza alimentare intanto loda l'Aspartame. E noi, chi ci difende?


COCA COLA PROVOCA IL CANCRO. BANDITA IN... di MissioneZeitgeist


  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 4.3/5 (7 votes cast)
Share |

Zucchero Tossico

| | Commenti (0)

Orthomolecular Medicine News Service, April 24, 2012
Editorial by Robert G. Smith, PhD

(OMNS April 24, 2012) Un recente articolo della prestigiosa rivista Nature, spiega che lo zucchero, in particolare il fruttosio, ampiamente disponibile in bibite e altri prodotti alimentari trasformati è responsabile di molte gravi malattie, come malattie cardiache, cancro, diabete, obesità e insufficenza epatica acuta [1,2]. Uno dei motivi che contribuiscono a queste patologie, è che il fruttosio ed altre sostanze ad alto contenuto calorico, come l’alcool, non possono essere direttamente utilizzate dai tessuti del corpo e quindi devono essere metabolizzati dal fegato, dove generano tossine e portano il nostro organismo sulla via del diabete [3]. Inoltre, il fruttosio interferisce con il senso di sazietà e si tende ad ingerire un eccesso di calorie. Questo travolge il fegato, che deve poi convertire l'overdose di zucchero in grasso, il ché danneggia il fegato e potrebbe portare al diabete. Quindi gli zuccheri come il fruttosio, quando aggiunti agli alimenti trasformati, hanno gli stessi effetti tossici dell’alcool. Anche i non-obesi sono soggetti alla "sindrome metabolica", in cui il fruttosio induce ipertensione, malattie cardiovascolari, insulino-resistenza e danni alle molecole biologiche come le proteine e i lipidi [1-3].

lo-zucchero-fa-male-lo-zucchero-e-raffinato-e-L-ZxZtST.jpg


  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 4.3/5 (9 votes cast)
Share |

UN INCHIESTA E’ STATA APERTA DALLA PROCURA DI TORINO SULLA TELARCA PRECOCE

omogeneizzati.jpg

La crescita del seno nelle bambine, provocata dal consumo di omogeneizzati animali. Tra l’inizio del 2010 e la fine del 2011 sono 106 i casi scoperti dal pm Raffaele Guariniello nel solo ospedale infantile Regina Margherita del capoluogo piemontese, mentre altri accertamenti sono in corso. Secondo l’ipotesi degli investigatori, i bovini dalla cui macellazione sono stati prodotti gli omogeneizzati sarebbero stati alimentati con estrogeni. Al momento il fascicolo è aperto contro ignoti per l’ipotesi di reato di lesioni colpose anche se, secondo gli accertamenti svolti nel corso dell’inchiesta, vi sarebbero due note marche con cui sarebbero state alimentate le bambine interessate dal fenomeno.

Redatto da Pjmanc http:/ ilfattaccio.org


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (3 votes cast)
Share |

Aspartame e Stevia... Il Complotto

| | Commenti (5)
November 2 2007 day 22 - Who's your sugar daddy?

Image by DeathByBokeh via Flickr

Aspartame e Stevia... Il Complotto

Vi riportiamo un'anteprima di un'intervista preparata dal team de La Leva di Archimede per una trasmissione che sarebbe dovuta andare in onda su La7 all'interno del programma COMPLOTTI. Purtroppo, all'ultimo momento é stato annullato il servizio dedicato all'aspartame.

Ci teniamo comunque a rendervi partecipi del nostro lavoro.

Un grazie speciale a Ivan che ha dedicato il suo tempo e il suo cervellone(!) a questo progetto facendo nuovamente da "portavoce" alla nostra Associazione.

Cos'è l'Aspartame?

L'aspartame, nome in codice E951, è un dolcificante artificiale composto da un 40% di acido aspartico, dal 50% di fenilalanina e da un 10% di metanolo. E' stato scoperto casualmente da un ricercatore della casa farmaceutica GD Searle nel 1965 che stava studiando un nuovo farmaco anti-ulcera. Possiede le stesse calorie dello zucchero ma il suo potere dolcificante è 180 volte superiore, per questo motivo è utilizzato da chi vuole ridurre l'apporto di calorie nella propria dieta. Lo ritroviamo infatti nella maggior parte degli alimenti e bevande 'light' o senza zucchero.

L'aspartame è pericoloso?

Secondo le autorità ufficiali quali FDA (Food and Drugs Administration), il JEFCA (comitato misto FAO/OMS di esperti per la valutazione degli additivi alimentari), l'SCF (comitato scientifico per l'alimentazione), l'EFSA (l'autorità europea per la sicurezza alimentare) ed altri ancora, l'aspartame non è pericoloso ed è quindi utilizzabile e commerciabile.

Gli studi indipendenti, tra cui quello della Fondazione Europea Ramazzini, sostengono invece che l'aspartame è causa di tumori e altri disturbi della salute.


  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 4.4/5 (28 votes cast)
Share |
Artificial Sweetener - Equal

Image by Bukowsky18 via Flickr

UNO STUDIO DELL'NCI (NATIONAL CANCER INSTITUTE) COLLEGA L'ASPARTAME ALLA LEUCEMIA/LINFOMA

Il 20 aprile l'EFSA (Autorità europea per la sicurezza alimentare) loda l'aspartame contenente formaldeide

Il 14 maggio l'NCI sostiene lo studio che collega la formaldeide alla leucemia o linfoma

Da Mission Possible International

Il 20 aprile 2009 l'EFSA ha anunciato: ..."sulla base delle prove attualmente disponibili, tra cui il secondo studio pubblicato dall'ERF (Fondazione per la ricerca sull'epilessia), non c'è niente che faccia pensare ai possibili effetti genotossici o cancerogeni dell'aspartame e non c'è alcun motivo di rivedere l'ADI (consumo giornaliero consigliato) di aspartame pari a 40 mg/Kg al giorno". In realtà l'aspartame è un additivo eccitoneurotossico, geneticamente costruito, cancerogeno che interagisce praticamente con tutti i medicinali.

L'EFSA è talmente accecata dalla fedeltà agli interessi commerciali da inventare obiezioni contro la ricerca medica acclamata, ignorando le vite sofferenti e rovinate; la sua cupidigia porta alla morte un intero continente.

Nel 2005 la rinomata Fondazione Ramazzini di Oncologia e Scienze Ambientali ha portato avanti per tre anni uno studio rigoroso su 1800 ratti, concludendo che: l'aspartame provoca aumenti significativi di linfomi/leucemie ed è un multipotenziale cancerogeno. L'EFSA ha inventato delle "carenze" nello studio allo scopo di proteggere i produttori di veleno contro gli animali.

Il secondo studio svolto dall'ERF nel 2007 ha confermato del tutto il primo. Il dottor Morando Soffritti, che ha condotto entrambi i progetti, ha fatto notare che la quantità di formaldeide sviluppata nei ratti esposti ad aspartame ha fatto diventare la loro pelle gialla.

Chi è in realtà l'Autorità europea per la sicurezza alimentare? Nel 2002 un articolo sull'aspartame realizzato dal Comitato scientifico della Commissione europea sull'alimentazione ha cercato di far passare come sicuro questo farmaco che crea dipendenza letale. Un'affermazione fatta dall'Agenzia europea anti-frode (OLAF) ha rivelato che questo parere è stato scritto da una singola persona e non dall'intero Comitato scientifico sull'alimentazione. L'OLAF non ha rivelato il nome di questo individuo né tantomeno la competenza tecnica o il conflitto di interessi da lui/lei posseduti.

NOTA di La Leva:
Spulciando tra le cosiddette "dichiarazioni di indipendenza" sul sito dell'EFSA abbiamo trovato la dichiarazione di un certo PARENT-MASSIN Dominique, membro del comitato degli additivi alimentari (ANS) dell'EFSA, indovinate un po'... Il Sig. MASSIN è anche membro del comitato scientifico della AJINOMOTO, società produttrice dell'aspartame. Inoltre, dichiara di essere stato nel 2006 il relatore della valutazione sull'aspartame. Eppure, l'EFSA assicura l'assenza di conflitto d'interessi.(!!!) Che sia lui l'uomo senza nome?!


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (13 votes cast)
Share |

Aspartame - il veleno sta perdendo colpi
di Sepp Hasslberger

Aspartame, il dolcificante artificiale composto di due aminoacidi con un legame chimico a base di metanolo ha proprietà cancerogene. Lo dice il prestigioso Istituto Ramazzini di Bologna, che ha condotto due grandi studi sull'argomento. Le cavie di laboratorio hanno mostrato un'aumentata incidenza di leucemie e tumori dopo essere state alimentate con il dolcificante durante la loro vita naturale.

Secondo Betty Martini, ricercatrice americana e massima conoscitrice dell'argomento, i risultati degli studi del Ramazzini non erano poi una grande sorpresa. Nei primi studi condotti dalla G.D. Searle Pharmaceuticals prima dell'approvazione del dolcificante, furono trovati tumori al cervello nelle sperimentazioni e di conseguenza, gli scienziati dell'FDA si rifiutarono di dare il via libera all'uso della sostanza.

Successivamente Donald Rumsfeld, già manager della Searle, si trasferì a Washington per far parte della squadra politica del presidente Reagan. Promette che avrebbe fatto valere il suo peso nella politica per far approvare l'aspartame e così fu. Era il 1981. Reagan nominò un certo Arthur Hull Hayes a capo dell'FDA, il quale passò subito ai fatti. Approvò l'aspartame in netto contrasto con la racommandazione degli esperti della propria agenzia. Dopo soli tre mesi al timone dell'FDA, Hull Hayes diede le dimissioni e accettò un ben pagato posto: consulente medico della Burson-Marsteller, agenzia delle pubbliche relazioni. Uno dei maggiori clienti dell'agenzia era ... la G.D. Searle Pharmaceuticals.

Tre anni dopo l'approvazione negli USA, la Searle trovò il modo per far accettare l'aspartame in Inghilterra. La francese Synthélabo, collegata alla Searle, finanziò delle ricerche del Prof. Paul Turner nell'ospedale St. Barlomew's a Londra. Turner, nella veste di presidente del comitato di tossicologia, ricambiò il favore con un parere favorevole all'aspartame, che aprì la strada per la vendita del dolcificante nel Regno Unito. Neanche era necessario fare altri studi scientifici. Dopo l'approvazione in USA ed Inghilterra fu facile introdurre l'aspartame un paese dopo l'altro, sempre con riferimento ai grandi che l'avevano già approvato.


  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 3.8/5 (13 votes cast)
Share |

Glutammato, il 'gusto che uccide'

| | Commenti (14)

Salute - Continua la battaglia del neurochirurgo Russell Blaylock
Glutammato, il 'gusto che uccide'
di Francesco Barbieri
SPAZIOSTAMPA - 24 gennaio 2008


Le eccitotossine sono presenti in molti alimenti destinati sia agli adulti che ai bambini. Ma la loro pericolosità è altissima
Se il glutammato, in tutte le sue versioni, tra le quali l'aspartame, fosse proibito immediatamente, si vedrebbe un calo ponderale di tutte le sindromi metaboliche, compresa l'obesità infantile, delle malattie neuro-degenerative e di molti tipi di tumori.

La progressione delle malattie neuro-degenerative, quali il morbo di Alzheimer, Add, Parkinson e quelle classificate prevalentemente psichiatriche, come l’autismo, è stata correlata per decenni alle intossicazioni da metalli pesanti quali piombo, alluminio, mercurio, oppure ai pesticidi ed agli erbicidi. Tutte sostanze nocive, è vero, ma nessuna delle quali è la vera colpevole del fenomeno. Il killer silenzioso, dal gusto gradevole, si chiama glutammato.

Il suo nefasto influsso sulla genesi e sulla proliferazione dei tumori è stata ampiamente dimostrata. Le eccitotossine moltiplicano le probabilità di sviluppare il cancro e, una volta innescato il meccanismo di degenerazione tissutale, le cellule esposte al glutammato monosodico sviluppano delle estensioni denominate ‘pseudopodia’, o ‘falsi piedi’, che consentono loro di mobilitarsi più velocemente creando metastasi diffuse.


  • Currently 3.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 3.6/5 (17 votes cast)
Share |

FSA: coloranti artificiali e benzoato di sodio, un pericolo?
Fonte: Sicurezza degli alimenti

La FSA (Agenzia di sicurezza alimentare britannica), dopo la pubblicazione dello studio di Southampton riguardante l’effetto di certi coloranti artificiali e del conservante benzoato di sodio sul comportamento dei bambini con iperattività o con sindrome da deficit di attenzione e iperattività (ADHD), ha recentemente incontrato l’industria e i rappresentanti dei consumatori. La discussione si è sviluppata principalmente sulle possibili azioni da parte dell’industria in merito all’uso di queste sostanze negli alimenti, per fornire un aiuto pratico ai genitori che vogliono evitare gli additivi oggetto dello studio.

In particolare, è stato preso in considerazione l’uso di un’etichettatura più chiara per questi additivi, invece della consueta indicazione con il codice “E” seguito dal numero (ad es. E211 al posto di benzoato di sodio), presente sulle etichette degli alimenti. È stata valutata anche l’ipotesi della riformulazione dei prodotti alimentari, per escludere coloranti artificiali e conservanti, e sostituirli, invece, con delle alternative non artificiali e più salutari.


  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 3.8/5 (4 votes cast)
Share |

Aflatossine – un pericolo per la nostra salute
Fonte: www.blogscienze.com

«Ottobre 04, 2007, 11:48:46 pm »

I parametri di sicurezza di un prodotto alimentare derivano dalla emancipazione che il prodotto ha raggiunto da radioattività, metalli pesanti, batteri , insetti, parassiti animali e micotossine, di cui le aflatossine fanno parte.
Ma cosa sono le Aflatossine?
Per saperne di più abbiamo consultato alcuni siti specialistici che trattano l’argomento ed abbiamo fatto scoperte davvero interessanti.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (2 votes cast)
Share |

ALLERTA UE PER COLORANTE ROSSO CANCEROGENO
E' l'E128, usato in salsicce e hamburger da prima colazione

Strasburgo, 9 lug. (Apcom) - L'Autorità europea di sicurezza alimentare di Parma (Efsa) ha ha pubblicato oggi una valutazione di rischio sul colorante rosso Red 2G (indicato sulle etichette alimentari come E128) usato in hamburger e salsicce da prima colazione, in cui si conclude che quest'additivo alimentare "deve essere considerato preoccupante per la salute", perché dopo essere stato assimilato nel corpo umano si trasforma in gran parte in anilina, una sostanza cancerogena.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

ALT! Si proprio a te!

Ti sei mai fermato a leggere un articolo di un giornale che parla di sostanze con nomi illeggibili o addirittura indecifrabili? E951, E221, E513. . . no, non sto dando i numeri, ti elenco solamente alcuni “codici” che potresti trovare sull’etichetta di qualche prodotto che consumi abitualmente non sapendo che potrebbero danneggiarti la salute. Spero che a questo punto tu non abbia rinunciato a leggere il mio articolo. Adesso cercherò di spiegare al meglio perché bisogna fare attenzione a ciò che mangiamo e soprattutto a ciò che diamo da mangiare ai nostri figli.

Il primo codice cifrato di cui voglio parlare è E951, così a vederlo sembrerebbe innocuo, vediamo:


  • Currently 3.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 3.9/5 (21 votes cast)
Share |

BIBITE E CANCEROGENI ? : ALCUNI CONSIGLI

Cancerogeno nelle bibite? Si', certo, e la notizia e' vecchia di 15 anni ma non ha trovato molto spazio nei media in tutt'altre faccende affaccendati.
In alcune bibite contenenti benzoato di sodio, potassio o calcio (conservanti) e vitamina C (addizionato o presente nei succhi di frutta) per una reazione chimica, favorita dal calore, dalla luce e dalla presenza di acido citrico (succhi di frutta), si forma il benzene, noto cancerogeno.

La inalazione dei suoi vapori provoca avvelenamento con emorragia delle mucose, della pelle e degli organi interni. Dicevamo che la notizia e' vecchia perche' il problema fu posto dalla FDA (l'organismo statunitense che si occupa di cibo e farmaci) ma c'e' voluto l'intervento della magistratura per rilanciare l'allarme. Il Ministero della Salute, bonta' sua, effettua ricerche.

Il nostro consiglio ai consumatori e' molto semplice: leggere le etichette e controllare se negli additivi c'e' benzoato e vitamina C. In caso positivo lasciare la bibita sugli scaffali del negozio. Al bar chiedere all'addetto di leggere la composizione; se non lo fa cambiate ordinazione o bar.

Primo Mastrantoni, segretario Aduc
http://www.viaroma100.net/

Sabato 30 Giugno 2007 15:30


  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 4.5/5 (4 votes cast)
Share |

Intervista al Dottor Russel Blaylock su aspartame e glutammato
A cura di www.identiavvelenati.com – 22 giugno 2007

MIKE ADAMS DEL SITO NEWSTARGET.com INTERVISTA IL DOTT. RUSSEL BLAYLOCK
Leggi la versione originale, dal sito di Mike Adams NewsTarget.com: Interview with Dr. Russell Blaylock on devastating health effects of MSG, aspartame and excitotoxins

M: Mi trovo con il dottor Russell Blaylock, e vorrei esplorare alcuni aspetti delle cose sulle quali lei sta lavorando. Credo che i lettori conoscano le basi sia del glutammato che dell’aspartame, ma potrebbe riassumerci quanto è stato scritto sulle eccitotossine?
B: Ho qui tre libri. Il primo è il libro sulle eccitotossine: Excitotoxins: the taste that kills (Eccitotossine: il gusto che uccide) e l’ultimo è una pubblicazione aggiornata di Health and Nutrition Secrets that Can Save your Life (I segreti della salute e della nutrizione che possono salvarti la vita). Il terzo libro è Natural Strategies for Cancer Patients (Strategie naturali per i malati di cancro) che è legato direttamente alla terapia nutrizionale anti-cancro. Contiene alcune notizie su aspartame e glutammato.
E’ stato scoperto che le eccitotossine aumentano notevolmente lo sviluppo del cancro e delle metastasi. Un ricercatore infatti ha rilevato che, quando le cellule cancerogene vengono esposte al glutammato, diventano più mobili, e si ottiene lo stesso effetto col glutammato monosodico. Anch’esso rende le cellule cancerogene più mobili, e facilita le metastasi. Le cellule cancerogene esposte al glutammato monosodico sviluppano delle estensioni dette “pseudopodia” o “falsi piedi”, e cominciano a spostarsi per i tessuti, che è una delle prime manifestazioni cancerogene.
Aumentando la dose di glutammato, il cancro si estende come un incendio, ma quando lo si blocca, anche la crescita del cancro rallenta. I ricercatori hanno fatto degli esperimenti nei quali hanno osservato che bloccare l’uso del glutammato, in contemporanea a farmaci convenzionali quali la chemioterapia, ha funzionato molto bene, ha aumentato gli effetti dei farmaci anti-cancro.


  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 4.5/5 (6 votes cast)
Share |

Attenzione, alcune bevande gassate possono nuocere alla salute.

Titolo originale: Expert links additive to cell damage
Traduzione a cura di: Milena Tornaghi
By Martin Hickman, Consumer Affairs Correspondent
Published: 27 May 2007


Una nuova notizia sulle bevande gassate mette in evidenza che esse possono causare danni cellulari.
Una ricerca di una università britannica suggerisce che i conservanti comunemente trovati in bevande quali Fanta e Pepsi abbiano la capacita’ di interrompere circuiti importanti del Dna.

Il danno evidenziato, comunemente associato all’eta’ ed all’abuso di alcool, puo’ portare alla cirrosi epatica ed a varie malattie degenerative, tra cui il morbo di Parkinson.
Le scoperte testimoniano che si potrebbero avere serie conseguenze per le centinaia di milioni di persone nel mondo consumatori di bibite gassate.
Tali scoperte intensificano la controversia sui conservanti alimentari, i quali potrebbero anche causare iperattivita’ nei bambini.
Il fulcro di tale controversia e’ riguardo all’innocuita’ dell’E211, conosciuto come sodio benzoato, un conservante usato da decenni nelle bevande gassate.
Il sodio benzoato deriva dall’acido benzoico, si forma naturalmente nelle bacche, ne viene utilizzata una grossa quantita’ nelle bevande carbonate per prevenire le muffe.
Si trova anche nei cibi conservati e nelle salse pronte.
Il sodio benzoato e’ stato oggetto di controversie circa la sua possibile attivita’ di promotore carcinogeno, in quanto abbinato alla presenza di vitamina C nelle bevande gassate, può creare benzene, una sostanza carcinogena.
L’anno scorso ben 4 marchi di note bevande sono stati tolti dal mercato britannico per alti livelli di benzene.


  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 3.7/5 (3 votes cast)
Share |

H1N1 -Petizione

Vaccino e Influenza Suina: firma per il diritto ad essere informato!

Macrolibrarsi.it presenta: L'INFLUENZA SUINA A/H1N1 - Un indagine accurata e scientifica per una scelta consapevole
Powered by Movable Type 5.13-en

Dizionario dei Codici E


SCARICA il pratico tascabile per riconoscere i Codici E
Dizionario dei codici E, Additivi negli alimenti, come riconoscerli FORMATO .PDF

EAdditivi - App per Iphone

Schermata1.png SCARICA GRATIS l'elenco dei maggiori additivi alimentari con descrizione e rispettivo grado di tossicità.
Un'applicazione utilissima per essere consapevoli degli additivi alimentari presenti in ciò che mangiamo.


Giornalino n. 16

Scarica il giornalino n.16 de La Leva di Archimede
Luglio 2012

G16.jpg
Scarica il PDF

Giornalino n. 15

Scarica il giornalino n.15 de La Leva di Archimede
Luglio 2010

G15.jpg
Scarica il PDF

Giornalini n. 14

Scarica il giornalino n.14 de La Leva di Archimede
Speciale Vaccinazioni - Novembre 2009

G14.jpg
Scarica il PDF

Ricevi Aggionamenti

Scrivi il tuo indirizzo email nel campo qui di seguito e clicca "Iscrivimi!" per ricevere notifiche di nuovi articoli pubblicati su questo sito

Inserisci la tua email


Powered by FeedBlitz

La nostra rete

About this Archive

This page is a archive of recent entries in the Additivi e Coloranti category.

Amalgame is the next category.

Find recent content on the main index or look in the archives to find all content.