Una nuova ricerca australiana rivela che, come per lo zucchero e i danni a cuore e arterie nascosti dalla ‘scienza corrotta’, la stessa sorte è più o meno toccata agli edulcoranti o dolcificanti artificiali


SYDNEY – Non si è ancora spenta l’eco della notizia riguardante lo zucchero e i danni che può causare al cuore e all’apparato cardiovascolare, fatti tacere dall’industria dello zucchero che avrebbe corrotto alcuni ricercatori. E mentre ancora ci si domanda il perché di tutto ciò, ecco arrivare un nuovo studio in cui si afferma che anche la ricerca sui dolcificanti artificiali sarebbe stata pilotata dall’industria del settore.

  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Il Canada esporta in Sicilia grano duro pieno di glifosato e micotossine, ma pretende uva da tavola siciliana supercontrollata!


Giulio Ambrosetti

I canadesi, che non si fanno alcun problema a rifilarci il grano duro zeppo di veleni, hanno preteso e ottenuto mille controlli sulla salubrità dell’uva Italia (che, detto per inciso, è una delle migliori uve da tavola del mondo!). Sono i paradossi di una Regione governata da politici dilettanti (non vogliamo pensare ad altre ipotesi…). E il bello è che l’assessore all’Agricoltura, Antonello Cracolici, si vanta pure di aver fatto controllare l’uva che verrà esportata. E sul grano duro mezzo avvelenato che arriva in Sicilia con le navi, assessore, nessun controllo?


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (2 votes cast)
Share |

Convegno sulle Medicine Non Convenzionali bollato come “anti-scientifico”: lettera al ministro Lorenzin

di Luca Poma

Egregia Ministra,

sono un giornalista socio UNAMSI, l’Unione Nazionale Medico-Scientifica d’Informazione, con 26 anni di esperienza professionale, ma in questo caso le scrivo a titolo personale, da comune cittadino, per il solo piacere – e dovere morale – di esprimerle il mio pensiero.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

La sottile linea rossa tra la fusione Bayer / Monsanto e la IG-Farben
La banalità del male della Globalizzazione


"La lezione di storia che credo dovremmo imparare è che la seconda guerra mondiale, non è stata la sconfitta del nazismo inteso come il male assoluto che si presenta perché un giorno c’è un pazzo a cui la mamma non ha voluto bene e che decide di dare fuoco agli ebrei.
Non è così, è un poco più complicato.
La seconda guerra mondiale è stata la sconfitta, la prima sconfitta pesante, di un disegno liberista di gestione dell’economia, che ha ripreso il sopravvento dagli inizi degli anni ottanta."

Alberto Bagnai - tratto dal video "Deficit - Il punto sull’Europa tra sogno e realtà"


E’ notizia recente l’acquisizione della Monsanto da parte della Bayer, una fusione costata alla multinazionale tedesca circa 66 miliardi di dollari.

Sono stati scritti molti articoli su questa vicenda e finalmente sembra esserci qualcuno che comincia a chiedersi se chi fa profitto con farmaci e pesticidi possa veramente avere a cuore la salute delle persone. Domanda, come vedremo, più che pertinente.

Fusioni come questa sono abbastanza ricorrenti sia nella storia recente che in quella meno recente: DuPont-Dow Chemical (2015, 115 miliardi), Syngenta-ChemChina (feb 2016, 43 miliardi). Da queste grandi fusioni l’unica multinazionale rimasta fuori sembra essere la “povera” BASF.

Ma la fusione di cui vorrei qui raccontare qualche piccolo dettaglio in più è quella che avvenne a cavallo delle due guerre mondiali, la fusione che creò il mostro chiamato IG-Farben, un gigantesco blocco industriale dedicato alla chimica e alla farmaceutica. La IG-Farben, fu in quel tempo la più grande azienda Europea e la più grande industria chimico-farmaceutica del mondo.

La IG-Farben (Interessen-Gemeinschaft Farbenindustrie AG) nacque nel 1925 da un accordo tra l’Agfa, la BASF, la Bayer, la Hoechst e una manciata di altre società che gravitavano nel mondo della chimica.

  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (6 votes cast)
Share |

"La FDA manipola i media": la protesta dei giornalisti scientifici americani. Charles Seife fa causa all’ente

La Food and Drug Administration, l'ente governativo statunitense che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici, avrebbe un brutto vizio, secondo alcuni dei più grandi giornalisti scientifici americani: quello di manipolare le notizie a proprio piacimento. Proprio per questa cattiva abitudine, che porterebbe ad una distorsione dei fatti riportati dalla stampa, Charles Seife, autore e professore di giornalismo alla New York University, ha deciso di farle causa e ha spiegato il suo punto di vista in un articolo per "Scientific American", dal titolo "How FDA manipulates the media", ossia "Come l'FDA manipola i media”.



  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Il 29 ottobre si terrà a Roma una convention contro l'obbligatorietà vaccinale promossa da Colors Radio (David Gramiccioli) e dal neocomitato “29 OTTOBRE” (info all'interno).






  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |
Riporto il commento dell'avvocato Roberto Mastalia alla notizia della ASL di Sant’Angelo:

"Come spiegato dai responsabili, il frigorifero non era dotato di un generatore di emergenza ma vi era un sistema d'allarme che avrebbe dovuto inviare dei messaggi al personale di servizio in caso di guasto; il problema è che anche questo è stato distrutto dal fulmine per cui ai tecnici del laboratorio non è rimasto altro da fare che gettare via i preziosi vaccini.

La notizia non può non far emergere una serie di interrogativi già posti nei mesi ed anni scorsi:

- chi controlla veramente che i frigo delle USL e degli ospedali rispettino i requisiti richiesti per esempio per quelli delle farmacie?
- chi controlla veramente che per i vaccini venga mantenuta la cd “catena del freddo”? Ricordate il servizio di Striscia la Notizia di qualche anno fa?
- perché nel 2016 si raddoppia la spesa per il Piano Vaccinale e nessuno pensa invece di investire in sicurezza?
- sono note la precisione ed il rispetto delle regole delle popolazioni del nord-est ma cosa sarebbe successo se il fatto avesse coinvolto una USL nel resto d’Italia? Possiamo scommettere che si sarebbero comportati allo stesso modo?"

Situazioni di questo genere sono tutt’altro che rare. Alla fine dell’articolo una raccolta di altri articoli a riguardo. Grazie ad AURET.

Il frigo dell’Asl di Sant’Agnello va ko, distrutti i vaccini per i bambini
vaccini_afp_.jpg

SANT’AGNELLO. Il frigo in cui sono conservati i vaccini per i bambini si guasta all’improvviso e ben 60mila euro di medicinali sono da buttare. Una vicenda che ha dell’incredibile e che spinge i vertici sanitari a sospendere le vaccinazioni. Il problema si è verificato alcuni giorni fa nella sede del distretto sanitario di Sant’Agnello ed ora rischia di provocare disagi alle coppie di genitori della penisola sorrentina con figli piccoli.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

La vicenda giudiziaria di San Lucido ammalati di poliomielite. Disposti un indennizzo di 1,2 milioni e un vitalizio di 6mila euro al mese.

vaxxcalabria.tiff


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

Stanley Milgram, lo psicologo che sperimentò la banalità del male

Per dimostrare la teoria sull’obbedienza distruttiva, negli anni ’60 Milgram indusse alcuni volontari a punire con l’elettroshock persone chiuse in una stanza separata. La sua storia è diventata un film.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |
di Maria Cristina Benedetti

ANCONA - Prescrivevano farmaci in cambio di regali d’ogni genere: viaggi, notebook, gioielli e contributi alle associazioni. Medici senza scrupoli e informatori scientifici che non si fermavano neppure di fronte ai più piccoli: nel tariffario per piazzare ormoni in eccesso, secondo le accuse, ogni nuovo bambino valeva mille euro. L’ennesimo scandalo, che coinvolge e travolge anche il sistema regionale, è arrivato all’epilogo giudiziario poco più di un mese fa, il 12 aprile, quando sono giunti a destinazione i 37 rinvii a giudizio, cinque dei quali proprio nelle Marche: un informatore farmaceutico e quattro medici, tra i quali anche l’ex direttore dell’Agenzia regionale della sanità (Ars), il maceratese Enrico Bordoni uscito di scena appena una settimana fa.
  


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

H1N1 -Petizione

Vaccino e Influenza Suina: firma per il diritto ad essere informato!

Macrolibrarsi.it presenta: L'INFLUENZA SUINA A/H1N1 - Un indagine accurata e scientifica per una scelta consapevole
Powered by Movable Type 5.13-en

Dizionario dei Codici E


SCARICA il pratico tascabile per riconoscere i Codici E
Dizionario dei codici E, Additivi negli alimenti, come riconoscerli FORMATO .PDF

EAdditivi - App per Iphone

Schermata1.png SCARICA GRATIS l'elenco dei maggiori additivi alimentari con descrizione e rispettivo grado di tossicità.
Un'applicazione utilissima per essere consapevoli degli additivi alimentari presenti in ciò che mangiamo.


Giornalino n. 16

Scarica il giornalino n.16 de La Leva di Archimede
Luglio 2012

G16.jpg
Scarica il PDF

Giornalino n. 15

Scarica il giornalino n.15 de La Leva di Archimede
Luglio 2010

G15.jpg
Scarica il PDF

Giornalini n. 14

Scarica il giornalino n.14 de La Leva di Archimede
Speciale Vaccinazioni - Novembre 2009

G14.jpg
Scarica il PDF

Ricevi Aggionamenti

Scrivi il tuo indirizzo email nel campo qui di seguito e clicca "Iscrivimi!" per ricevere notifiche di nuovi articoli pubblicati su questo sito

Inserisci la tua email


Powered by FeedBlitz

La nostra rete

Find recent content on the main index or look in the archives to find all content.