Roma, 28 mag. (AdnKronos Salute) - Paghe più alte per i 'numeri uno' delle aziende farmaceutiche negli Stati Uniti rispetto all'Europa. E anche 15 milioni di dollari di differenza fra i Ceo di grandi industrie e quelli che guidano realtà più piccole. Sulla realtà degli stipendi nel settore, 'Forbes' dedica un editoriale a firma di Dan Munro, che conferma: le società farmaceutiche pagano i loro top manager più che in ogni altra fetta del comparto sanitario. E questo tema dovrebbe entrare nel dibattito sui crescenti costi dei nuovi medicinali.

Il sondaggio è rudimentale - comprende solo 5 aziende rappresentative di ciascun settore della sanità - ma comunque illustrativo. Al vertice del pharma c'è Johnson & Johnson, che lo scorso anno ha distribuito 66 milioni di dollari ai suoi primi cinque funzionari, di cui 25 milioni al Ceo Alex Gorsky. A fondo classifica, Novartis, con 38 milioni di dollari in totale per il 2014, di cui 13 all'amministratore delegato Joe Jimenez. Il totale delle paghe nelle prime cinque farmaceutiche è di 265 milioni di dollari.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Lo scorso 26/05/2015 abbiamo pubblicato un collage di articoli dal titolo:

IL CONFLITTO CHE NESSUNO VUOLE VEDERE (ma tutti conoscono)
Come Big Pharma tiene in ostaggio la scienza, la salute pubblica e il progresso del mondo intero tramite il debito.

Pubblichiamo di seguito la nota di risposta della FEDAIISF (Federazione delle Associazioni Italiane degli Informatori Scientifici del Farmaco).



  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

Un miliardo e 200 milioni di danni: la Lorenzin si dimetta!


Ricorderete la storia di quella gran bufala della suina, l’influenza che doveva essere micidiale e per il quale lo stato italiano siglò un contratto secretato con la Novartis per il valore di 24 milioni di euro. Vaccini tutti buttati nel cesso, perché intorno all’influenza suina era stato creato uno stato di allarmismo creato ad arte, come già denunciava questo blog in anteprima (qui il riassunto finale). A distanza di 6 anni, continuiamo a buttare soldi pubblici, pagando farmaci fino a 80 volte il valore di quelli equivalenti. E sempre a vantaggio di Novartis. Perché nessuno chiede le dimissioni di Beatrice Lorenzin, Ministro della Salute?

Leggete questo articolo di Sabrina Giannini, pubblicato oggi sul Corriere della Sera.


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

L'Oms dà torto alla Novartis: sì al farmaco oculistico meno caro

Ma il servizio sanitario continua a rimborsare quello che costa 40 volte di più

di Sabrina Giannini





La vicenda dei due farmaci equivalenti che curano la terza causa di cecità al mondo, la degenerazione maculare senile, è a una svolta. L’Organizzazione mondiale della sanità ha respinto la richiesta di Novartis di inserire Lucentis tra i farmaci essenziali per l’oculistica, in quanto nella nuova lista è già presente Avastin, «altrettanto efficace e sicuro, e più economico». Per la precisione, 40 volte più economico (80 fino a pochi mesi fa, in Italia).



  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

EPATITE C: LA FONDAZIONE GIMBE SVELA TUTTI I FALSI MITI DEL FARMACO SOFOSBUVIR

Al fine di informare correttamente il mondo della sanità, professionisti e pazienti la Fondazione GIMBE ha pubblicato il Position Statement “Efficacia e costo-efficacia del Sofosbuvir nel trattamento dell’epatite C” da cui emergono alcune criticità metodologiche relative alla robustezza delle prove di efficacia, oltre che all’entità e alla precisione dei benefici del farmaco

di Cinzia Marchegiani

Dopo il botta e risposta tra AIFA e la Regione Toscana sul farmaco per l’epatite C, interviene la Fondazione GIMBE indispensabile riallineare aspettative dei pazienti e e mondo della sanità alle reali prove di efficacia del “super-farmaco” e definire le priorità di trattamento secondo criteri di costo-efficacia.ritenendo


  • Currently 0/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 0/5 (0 votes cast)
Share |

Pillole anticoncezionali e i rischi per la salute Quelle nuove possono provocare la trombosi

Continuano a fare discutere le pillole anticoncezionali e i possibili rischi per la salute per chi le assume. Un recente studio epidemiologico inglese (Nottingham University), appena pubblicato sul British Medical Journal, ha analizzate le pillole di più recente introduzione sul mercato farmaceutico.

Dai dati raccolti sarebbe emerso che l’utilizzo dei contraccettivi orali cosiddetti di “terza generazione” (ovvero contenenti desogestrel, gestodene, drospirenone e ciproterone) sia legato al rischio di tromboembolismo venoso, malattia che comprende sia gli episodi di trombosi a carico delle vene profonde, soprattutto degli arti inferiori, che i casi di embolia polmonare. In parole povere, al rischio di formazione di coaguli del sangue che possono risultare molto pericoli per la salute, potrebbero arrivare a provocare anche la morte.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (1 votes cast)
Share |

L'ANTITRUST INDAGA SUL BUSINESS DEI VACCINI

Sotto il profilo dell’Autorità garante della Concorrenza e del Mercato sussistono circostanze che fanno presumere che, nel settore dei vaccini obbligatori a carico del SSN, esistano ostacoli al corretto dispiegarsi delle dinamiche concorrenziali, troppo spesso i prezzi sono differenziati pur essendo medesimi prodotti. Ogni vaccino può costituire un conseguente monopolio commerciale

di Cinzia marchegiani

Finiscono sotto lente d’ingrandimento i vaccini di uso umano, L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato facendo riferimento all’articolo 12, comma 2, della legge 10 ottobre 1990, n. 287, ai sensi ha ritenuto procedere ad indagini conoscitive di natura generale nei settori economici nei quali l’evoluzione degli scambi, il comportamento dei prezzi o altre circostanze facciano presumere che la concorrenza sia impedita, ristretta o falsata, il 27 maggio 2015 ha deciso di avviare un’indagine conoscitiva.
Una decisione presa in base della rilevanza dei vaccini in termini di spesa sanitaria a carico del Sistema Sanitario Nazionale, si parla di oltre 300 milioni di euro l’anno, del fatto che l’approvvigionamento dei prodotti avviene tramite gare a evidenza pubblica, e della circostanza che i prezzi di alcuni dei principali vaccini paiono in tendenziale aumento. L‘obiettivo dell’indagine è quello di approfondire i seguenti temi:
1. caratteristiche delle dinamiche commerciali relative ai vaccini per uso umano;
2. sussistenza di criticità concorrenziali nei mercati dei vaccini per uso umano, con specifico riferimento alla situazione italiana alla luce della normativa vigente e atti conseguenti (es. piano nazionale di prevenzione vaccinale);

3. efficienze e criticità delle procedure di acquisto a evidenza pubblica dei vaccini per uso umano.

  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (3 votes cast)
Share |

Johnson&Johnson nel mirino dell'FBI

| | Commenti (0)

Johnson&Johnson nel mirino dell'FBI

Sotto indagine uno strumento per interventi chirurgici all'utero, sospettato di diffondere le cellule tumorali durante le operazioni, aumentando le neoplasie


WASHINGTON - La azienda farmaceutica e di prodotti clinici Johnson&Johnson sarebbe nel mirino dell'FBI. Il Federal Bureau of Investigation - secondo il 'Wall street Journal' - starebbe indagando i danni provocati da uno strumento per interventi chirurgici all'utero, sospettato di diffondere le cellule tumorali durante le operazioni, aumentando le neoplasie.

Gli investigatori stanno tentando di capire se ci sia stata una copertura da parte dell'azienda, se il più grande produttore del 'morcellatore laparoscopico' - questo il nome del congegno - fosse a conoscenza dei rischi.

La Johnson&Johnson ha ritirato lo strumento dal mercato lo scorso anno, e un portavoce dell'azienda in New Jersey ha fatto sapere di non essere a conoscenza dell'indagine.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (2 votes cast)
Share |

Ministro Lorenzin indagata per occultamento dei rischi alimentari: la denuncia del PAE   


Querelato il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin per disinformazione alimentare: a seguito del servizio di Report di lunedì scorso, il Partito Animalista Europeo ha mandato una diffida alla Procura di Roma, che ora sta indagando sulla donna.

Non è la prima volta che il PAE denuncia il Ministro Lorenzin per omissione della corretta informazione: questo giro, si considera l’ultimo servizio su Rai 3 di Report, «Nutriamo il Pianeta. Grasso che cola», che parla dei danni provocati dagli alimenti nocivi per l’uomo – alcuni di loro, ironia della sorte, sponsor di Expo 2015.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (2 votes cast)
Share |

I vaccini del dottor Cetto La Qualunque

Immaginate, però, Cetto La Qualunque medico. Qui la cosa diventa più imbarazzante. Eppure ce ne sono di camici bianchi del genere.


  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rating: 5/5 (3 votes cast)
Share |

H1N1 -Petizione

Vaccino e Influenza Suina: firma per il diritto ad essere informato!

Macrolibrarsi.it presenta: L'INFLUENZA SUINA A/H1N1 - Un indagine accurata e scientifica per una scelta consapevole
Powered by Movable Type 5.13-en

Dizionario dei Codici E


SCARICA il pratico tascabile per riconoscere i Codici E
Dizionario dei codici E, Additivi negli alimenti, come riconoscerli FORMATO .PDF

EAdditivi - App per Iphone

Schermata1.png SCARICA GRATIS l'elenco dei maggiori additivi alimentari con descrizione e rispettivo grado di tossicità.
Un'applicazione utilissima per essere consapevoli degli additivi alimentari presenti in ciò che mangiamo.


Giornalino n. 16

Scarica il giornalino n.16 de La Leva di Archimede
Luglio 2012

G16.jpg
Scarica il PDF

Giornalino n. 15

Scarica il giornalino n.15 de La Leva di Archimede
Luglio 2010

G15.jpg
Scarica il PDF

Giornalini n. 14

Scarica il giornalino n.14 de La Leva di Archimede
Speciale Vaccinazioni - Novembre 2009

G14.jpg
Scarica il PDF

Ricevi Aggionamenti

Scrivi il tuo indirizzo email nel campo qui di seguito e clicca "Iscrivimi!" per ricevere notifiche di nuovi articoli pubblicati su questo sito

Inserisci la tua email


Powered by FeedBlitz

La nostra rete

Find recent content on the main index or look in the archives to find all content.