Risultati con il tag “dolcificanti”

Daniel Aaron e il suo collega Michael Siegel dell'Università di Boston ne hanno parlato in un articolo pubblicato sulla rivista scientifica "American Journal of Preventive Medicine". Due delle più grandi società statunitensi impegnate nella produzione di bevande gassate, hanno trasferito denaro a 96 organizzazioni sanitarie degli Stati Uniti negli ultimi 5 anni, rallentando il processo di riduzione del consumo di bevande gassate dolci negli Stati Uniti ed accelerando l'epidemia di obesità tra la popolazione, affermano i ricercatori dell'Università di Boston.
Quando si tratta di influenzare le politiche internazionali e nazionali, Big Food, Big Drink e Big Sugar non sono da meno di Big Pharma.(1) Succede anche in Italia: chi tra i NoGrazie non ricorda l’acqua della salute?(2) Più recentemente, un gruppo di ricercatori australiani ha cercato di capire come funzionano le cose nel loro paese.
Una nuova ricerca australiana rivela che, come per lo zucchero e i danni a cuore e arterie nascosti dalla ‘scienza corrotta’, la stessa sorte è più o meno toccata agli edulcoranti o dolcificanti artificiali SYDNEY – Non si è ancora spenta l’eco della notizia riguardante lo zucchero e i danni che può causare al cuore e all’apparato cardiovascolare, fatti tacere dall’industria dello zucchero che avrebbe corrotto alcuni ricercatori. E mentre ancora ci si domanda il perché di tutto ciò, ecco
Le quattro sostanze nemiche del nostro cervello Queste quattro sostanze tossiche sono in molti cibi e bevande che puoi trovare al supermercato o nei ristoranti, quindi è importante riconoscerle per evitare di assumerle. Il problema principale è che queste sostanze che danneggiano il cervello, una volta che entrano nel corpo non è facile espellerle, è consigliato quindi avere uno stile di vita sano in grado di farle fuoriuscire gradualmente come: - fare una dieta sana; - bere molta acqua; -
Salute: diabetologi, occhio al fruttosio anche nei sani Dolcificanti alla sbarra al Congresso Sid, meglio l'aspartame. Rimini, 5 mag. (AdnKronos Salute) - "Via libera all'aspartame, ammesso dalle Linee guida per la gestione del diabete, no al fruttosio". Al 26esimo Congresso nazionale della Società italiana di diabetologia (Sid), in corso a Rimini, finiscono alla sbarra anche i dolcificanti. "Non tutti sono uguali", avverte il presidente eletto della Sid Giorgio Sesti, che sconsiglia il fruttosio "non solo perché produce un rapido aumento
Intervista a Paul Anthony Taylor Ottobre 2006 – Il Codex non è un soggetto semplice da comprendere. Con oltre 20 comitati che si riuniscono ogni anno, e verbali pubblicati comprendenti oltre 1.400 pagine solo per il 2005, la maggior parte delle persone è assolutamente ignara della misura in cui le attività del Codex influenzano la salute di tutti. Continuate a leggere per scoprire tutti i dettagli del sostegno che la Codex Alimentarius Commission fornisce al "business con la malattia".
Troppo zucchero “manda in tilt” il cervello inibendo la riproduzione delle cellule staminali coinvolte in apprendimento e memoria Questi gli effetti di una dieta squilibrata, troppo ricca di zucchero, analizzati in una ricerca dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e pubblicata oggi online sulla rivista Cell Reports. I ricercatori hanno inoltre osservato che nel cervello di animali sottoposti a restrizione calorica (dieta ipocalorica comparabile a una dieta di circa 1500 calorie al giorno) aumenta il numero di cellule staminali cerebrali.21 GEN
Troppi zuccheri aumentano il rischio di tumore Le elevate quantità di zuccheri nella tipica alimentazione occidentale possono aumentare il rischio di tumori al seno e di metastasi ai polmoni: a dirlo uno studio dell’Anderson Cancer Center dell’università del Texas. Lo studio è stato condotto dai ricercatori dell’Anderson Cancer Center dell’università del Texas e pubblicato l’1 gennaio sulla rivista scientifica Cancer Research ed è il risultato di uno studio sui topi (Terra Nuova da sempre sostiene la necessità di modificare le

Lang ASPARTAME: ALLARME DIABETE

|
Per anni hanno rappresentato una valida alternativa agli zuccheri nelle bevande e nei dolci, ma una recente ricerca sembra minare la sicurezza dei dolcificanti artificiali, come aspartame, saccarina e acesulfame k. Uno studio condotto da Jotham Suez, docente di immunologia presso il Wolfson Building for Biological Research (Israele), e pubblicato sulla prestigiosa rivista scientifica Nature, ha messo in evidenza una correlazione tra l’abuso di alimenti contenenti dolcificanti (edulcoranti) e lo sviluppo della intolleranza al glucosio, elemento fondamentale per lo sviluppo
Bevande zuccherate, dato shock dagli Usa: ogni anno causano 184mila decessi Secondo la ricerca 133mila i decessi per diabete, 45mila per le malattie cardiache e 6450 per tumore. La maggior parte delle vittime ha un'età compresa tra i 20 e i 44 anni. Lo studio pubblicato sulla rivista 'Circulation' dell'American Heart Association. CHE le bevande zuccherate non facciano bene alla salute ormai è un dato conclamato. Da anni ormai si susseguono ricerche che attestano i rischi per l'organismo di un
La prevenzione è meglio dei farmaci - Prevention is better than drugs by Patrick Holford Traduzione a cura di Ivan IngrillìAssociazione La Leva di Archimede Articolo originale Nel lontano 1970, i miei insegnanti il Dr Linus Pauling e Abram Hoffer credevano fortemente che l'80% della medicina farmaceutica sarebbe diventata inutile se la scienza medica della nutrizione diventasse il nuovo paradigma. "La nutrizione ottimale è la medicina del futuro", ha detto il doppio premio nobel Linus Pauling con 48 dottorati di
Nota: Così funziona. Non ammetteranno mai l'errore altrimenti sarebbero costretti a chiudere per i risarcimenti dovuti. L'unica cosa che possono fare è ritirare dal mercato ciò che è divenuto sconveniente, in maniera controllata. Sta succedendo con l'aspartame, gli antibiotici usati negli allevamenti, i coloranti chimici ed è già successo in passato in altre situazioni. Pepsi, Kraft e Nestlé, stop ad aspartame e coloranti Sono sostanze innocue (ah ah ah, ndr) ma danno a queste multinazionali una cattiva immagine Da Pepsi
Secondo uno studio, l'industria dello zucchero americana mise in atto una strategia sistematica per distogliere l'attenzione dalla ricerca sul ruolo dello zucchero nello sviluppo della carie dei denti. Lo zucchero favorisce la carie dei denti: era ben noto e riconosciuto fin dagli anni '50, e per distogliere l’attenzione dai programmi per limitarne il consumo - pericolosi per i suoi interessi - l’industria dello zucchero dirottò l’attenzione su altri modi di prevenzione della carie. Un po’ come l’industria del tabacco ha
Lancet, adottano strategia simile a industria del tabacco
«Quel che non sapevo è che l’incontro con la Dottoressa Belpoggi, avrebbe cambiato per sempre le mie abitudini alimentari.» Avete presente gomme da masticare e caramelle senza zucchero, dentifricio, dolcificanti, yogurt, bibite senza calorie? Molti di questi prodotti contengono aspartame: una sostanza chimica usata per sostituire lo zucchero. Sono anni che la comunità scientifica s’interroga e dibatte sulla tossicità di questo additivo ma se così fosse, se l’aspartame fosse nocivo, come mai è introdotto in più di seimila prodotti alimentari
Contrariamente a quanto si pensa i dolcificanti non hanno davvero proprietà migliori di quelle dello zucchero, anzi, alcuni elementi contenuti in quelli artificiali, quali aspartame, saccarina e sucralosio possono provocare serie alterazioni metaboliche. Lo studio, pubblicato sulla rivista Nature e presentato al congresso dell’European Association for the Study of Diabetes di Vienna, alcuni edulcoranti artificiali possono provocare l’aumento della glicemia.
Un nuovo studio dalla University of California-Los Angeles indica che un alto contenuto di fruttosio nella dieta peggiora l’apprendimento e la memoria nei ratti. Lo studio, pubblicato sul Journal of Physiology, mostra anche come gli acidi grassi omega-3 sono in grado di contrastarne gli effetti. "I nostri risultati dimostrano che ciò che si mangia influenza il modo di pensare", ha detto il Dott. Fernando Gomez-Pinilla, professore di neurochirurgia presso la David Geffen School of Medicine presso la UCLA e professore

Lang Zucchero Tossico

|
Orthomolecular Medicine News Service, April 24, 2012 Editorial by Robert G. Smith, PhD (OMNS April 24, 2012) Un recente articolo della prestigiosa rivista Nature, spiega che lo zucchero, in particolare il fruttosio, ampiamente disponibile in bibite e altri prodotti alimentari trasformati è responsabile di molte gravi malattie, come malattie cardiache, cancro, diabete, obesità e insufficenza epatica acuta [1,2]. Uno dei motivi che contribuiscono a queste patologie, è che il fruttosio ed altre sostanze ad alto contenuto calorico, come l’alcool, non
Image via WikipediaL'EFSA ha valutato la sicurezza della stevia (finalmente!) ora vediamo quanto ci mette la commissione EU ad approvare questo meraviglioso dolcificante. L'EFSA valuta la sicurezza dei glicosidi steviolici Fonte: EFSA Il gruppo di esperti scientifici dell'EFSA sugli additivi alimentari, il gruppo ANS, ha valutato la sicurezza dei glicosidi steviolici, ovvero di dolcificanti estratti dalle foglie di una pianta, e ha stabilito una dose giornaliera accettabile per il loro consumo che non comporti rischi per la salute. La valutazione

Lang ASPARTAME, UN DOLCIFICANTE "A RISCHIO"

|
ASPARTAME, UN DOLCIFICANTE "A RISCHIO" Tomaso Zanoletti, senatore del Pdl, ha presentato un'interrogazione parlamentare. Sotto accusa per la salute in quanto potrebbe essere cancerogeno ROMA - Provvedimenti a tutela della sicurezza e a garanzia di eventuali rischi per la salute in considerazione della sempre maggiore diffusione del dolcificante artificiale aspartame. Li sollecita Tomaso Zanoletti del Pdl in un'interrogazione presentata al Senato giovedì 4 febbraio. L'aspartame è un dolcificante artificiale a basso contenuto calorico, utilizzato in molte diete e consumato nel
2